Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Top 22 Stats
Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Pagina 1 di 6 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 52

  1. #1
    Senior Member L'avatar di Milanforever26
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    15,142

    Italiani che tifano contro l'Italia

    Credo siamo l'unico paese al mondo dove si assiste a questo squallido fenomeno di persone che tifano contro e si augurano che la nazionale del proprio paese perda..

    Credo davvero in questo senso non esista al mondo un popolo più scemo e fallito degli italiani..
    Si torna a giocare e a tifare davvero

  2. # ADS
    Adv
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Messaggi
    Many
     

  3. #2
    Milano vende moda L'avatar di Marilson
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    UK
    Messaggi
    3,692
    ancora piu' divertente perche il 100% di queste persone erano a fare il casino piu' forte in quella notte del 9 luglio 2006

  4. #3
    Bannato
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    Milano
    Messaggi
    12,887
    Citazione Originariamente Scritto da Milanforever26 Visualizza Messaggio
    Credo siamo l'unico paese al mondo dove si assiste a questo squallido fenomeno di persone che tifano contro e si augurano che la nazionale del proprio paese perda..

    Credo davvero in questo senso non esista al mondo un popolo più scemo e fallito degli italiani..
    Occorrerebbe fare un lunghissimo discorso sociologico sulla mentalità degli italiani,

    non ho voglia di dilungarmi ma è una cosa che vedo per certi versi negativa e per altri positiva.

    Per sintetizzare siamo un paese di cani sciolti, difficili da incanalare...

    se tutti fossero come gli italiani nel mondi vi sarebbe certamente meno fanatismo e probabilmente anche meno interminabili guerre basate su idealismi fallaci.

    D'altro canto siamo probabilmente il paese più ingovernabile, disordinato e incontrollabile del mondo.

  5. #4
    Moderatore L'avatar di Tifo'o
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    20,486
    C'è comunque da dire che l'Italia non è uno stato nazionale come si vuol far credere. E' un paese molto spaccato. Un caso che in tutta la storia di questa nazione, solo due volte l'Italia era unita con un grande interesse e volere verso la nazione: Impero Romano e periodo fascista. Fate conto voi..
    "Abbiamo la coppia di giovani punte più giovane del mondo"
    "Non arriva nessuno se non parte nessuno"
    "Siamo la squadra che nel 2013 ha fatto più punti di tutti"
    "Negli ultimi 5 anni siamo sempre saliti sul podio"

  6. #5
    Bannato
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    Milano
    Messaggi
    12,887
    Citazione Originariamente Scritto da Tifo'o Visualizza Messaggio
    C'è comunque da dire che l'Italia non è uno stato nazionale come si vuol far credere. E' un paese molto spaccato. Un caso che in tutta la storia di questa nazione, solo due volte l'Italia era unita con un grande interesse e volere verso la nazione: Impero Romano e periodo fascista. Fate conto voi..
    Però per certi versi si potrebbe fare lo stesso discorso verso l'Europa, eravamo i padroni del mondo, per capacità produttiva e innovativa potremmo ancora esserlo,
    eppure nonostante una storia culturale tutto sommato identitaria (nonostante le differenze linguistiche) ancora oggi dopo secoli di contrapposizione non riusciamo (a livello europeo) a uscire da nazionalismi e egoismi.

    Ciò prima ci ha condannato a una retrocessione a livello di dominio mondiale ai danni di un paese tutto sommato culturalmente arretrato come gli USA, e oggi stiamo addirittura perdendo ulteriore terreno anche di fronte a nazioni emergenti come Cina e temo presto India e Brasile.
    Ma nonostante stiamo divenendo, soprattutto a livello economico, una loro colonia non si smorzano contrapposizioni ed egoismi a livello locale, nonostante la pantominia dell'Unione Europea, sempre più lontana dall'essere realmente realizzata.

  7. #6
    Bannato
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Lucca
    Messaggi
    5,942
    Per me ognuno può far quel che gli pare, nel segreto del suo cuore o tra i suoi simili. Ma trovo squallido quando quelli che tifano contro la Nazionale gioiscono per una sconfitta di fronte a quelli che la tifano, con un atteggiamento provocatorio.

    Lo vedremo qui sul forum, per esempio. E anzi, chiederei ai mod se possibile di vietare i messaggi contro l'Italia nei topic delle partite dell'Europeo.

  8. #7
    Moderatore L'avatar di Tifo'o
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    20,486
    Citazione Originariamente Scritto da tifoso evorutto Visualizza Messaggio
    Però per certi versi si potrebbe fare lo stesso discorso verso l'Europa, eravamo i padroni del mondo, per capacità produttiva e innovativa potremmo ancora esserlo,
    eppure nonostante una storia culturale tutto sommato identitaria (nonostante le differenze linguistiche) ancora oggi dopo secoli di contrapposizione non riusciamo (a livello europeo) a uscire da nazionalismi e egoismi.

    Ciò prima ci ha condannato a una retrocessione a livello di dominio mondiale ai danni di un paese tutto sommato culturalmente arretrato come gli USA, e oggi stiamo addirittura perdendo ulteriore terreno anche di fronte a nazioni emergenti come Cina e temo presto India e Brasile.
    Ma nonostante stiamo divenendo, soprattutto a livello economico, una loro colonia non si smorzano contrapposizioni ed egoismi a livello locale, nonostante la pantominia dell'Unione Europea, sempre più lontana dall'essere realmente realizzata.
    Secondo me invece bisogna fare una divisione. Se mi parli di economia, non è solo l'Italia caro mio. Germania a parte il resto dei paesi europei stanno perdendo terreno.L'Europa è un continente vecchio, composto da gente vecchie, infrasstruture vecchie e le nuove generazioni sono demotivati.

    La Cina invece è tutto il contrario, le nuove generazione sono motivatissimi, lavorano sodo ed si riconoscono in un'identità ben precisa. E piano piano stanno emergendo. Noi Europei abbiamo vissuto negli allori pensando sempre di essere "i migliori".

    Se mi parli di cultura. Molti paesi invidiano l'Italia. Hanno un clima fantastico, hanno cibi fantastici, hanno mode fantastiche una lingua stupenda.. ma gli italiani stessi sono sempre pessimisti e negativi a priori. Per gli italiani l'Italia è imbarazzante, tutto va male non c'è nulla di positivo..Cosi come nel calcio. Ogni manifestazione solita storia "ma dove volete che vadano" ieri Bonucci non è andato allo stage di Conte ed i giornali e tv non hanno fatto che altro parlarne per 2 giorni su sta storia..

    A me non frega nulla. Io non mi riconosco in nessuna nazione.. io mi sento europeo. I concetti nazionalisti nel mondo di oggi per me sono morti. La nazione è solo un modello morto .
    "Abbiamo la coppia di giovani punte più giovane del mondo"
    "Non arriva nessuno se non parte nessuno"
    "Siamo la squadra che nel 2013 ha fatto più punti di tutti"
    "Negli ultimi 5 anni siamo sempre saliti sul podio"

  9. #8
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2015
    Località
    Fiesso d'Artico (VE)
    Messaggi
    7,125
    Citazione Originariamente Scritto da prebozzio Visualizza Messaggio
    Per me ognuno può far quel che gli pare, nel segreto del suo cuore o tra i suoi simili. Ma trovo squallido quando quelli che tifano contro la Nazionale gioiscono per una sconfitta di fronte a quelli che la tifano, con un atteggiamento provocatorio.

    Lo vedremo qui sul forum, per esempio. E anzi, chiederei ai mod se possibile di vietare i messaggi contro l'Italia nei topic delle partite dell'Europeo.
    Che poi sono quelli che "a me il calcio fa defecare" durante l'anno scansano i maroni a chi lo segue con tono saccente, e poi quando arrivano mondiali o europei tifano contro solo per dare fastidio ed esultano alle brutte figure con un tono "hai visto? Io lo sapevo"

    Non ho amici così eh... no no
    "Quello che è successo quella sera a Barcellona è indescrivibile....immagina ottantamila persone che girano in tondo attorno al Camp Nou...brividi
    E' stata un'avventura pazzesca...il viaggio in pulman...il Camp Nou tutto rossonero...i Catalani che ci incitavano quando ci vedevano passare...la partita perfetta...Capitan Baresi che alza la coppa...
    E' stata un'avventura irripetibile..."
    Old.Memories.73

  10. #9
    Bannato
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    Milano
    Messaggi
    12,887
    Citazione Originariamente Scritto da Tifo'o Visualizza Messaggio
    Secondo me invece bisogna fare una divisione. Se mi parli di economia, non è solo l'Italia caro mio. Germania a parte il resto dei paesi europei stanno perdendo terreno.L'Europa è un continente vecchio, composto da gente vecchie, infrasstruture vecchie e le nuove generazioni sono demotivati.

    La Cina invece è tutto il contrario, le nuove generazione sono motivatissimi, lavorano sodo ed si riconoscono in un'identità ben precisa. E piano piano stanno emergendo. Noi Europei abbiamo vissuto negli allori pensando sempre di essere "i migliori".

    Se mi parli di cultura. Molti paesi invidiano l'Italia. Hanno un clima fantastico, hanno cibi fantastici, hanno mode fantastiche una lingua stupenda.. ma gli italiani stessi sono sempre pessimisti e negativi a priori. Per gli italiani l'Italia è imbarazzante, tutto va male non c'è nulla di positivo..Cosi come nel calcio. Ogni manifestazione solita storia "ma dove volete che vadano" ieri Bonucci non è andato allo stage di Conte ed i giornali e tv non hanno fatto che altro parlarne per 2 giorni su sta storia..

    A me non frega nulla. Io non mi riconosco in nessuna nazione.. io mi sento europeo. I concetti nazionalisti nel mondo di oggi per me sono morti. La nazione è solo un modello morto .
    E dove voglio arrivare, io credo che la maggior parte dei cittadini del vecchio continente si sentano in primis europei, ma questo non ha riscontro ai livelli superiori, insomma chi ci dovrebbe guidare.

    Però non darei per finita l'europa, è un problema di DNA culturale e non solo,
    se vuoi una persona produttiva, nulla batte un tedesco, se vuoi una persona intellettualmente avanzata e raffinata, i francesi sono imbattibili, se vuoi genio creativo allo stato puro chi batte un italiano?
    non conto gli inglesi perchè per me non sono europei, per me lo sono molto di più i russi.

    Gli americani sono un popolo "bastar.do" (in senso letterale, non offensivo) senza identità, loro l'importano,
    I cinesi sono tutto un'altro discorso, loro hanno doti paragonabili alle nostre e se prendono slancio non li raggiungiamo più,
    anche se ritengo che la civiltà europea sia comunque ineguagliabile se riprende coscienza di se stessa, soprattutto nella cultura "umanistica", irraggiungibile dagli altri continenti, ma in cui stiamo rapidamente e vergognosamente regredendo.

  11. #10
    Bannato
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    8,939
    Generalmente gli italiani che tifano contro sono quelli a cui, a parole, interessa solo il proprio club.
    Quando il club vince: non mandiamo i nostri giocatori, fateli riposare altrimenti si rompono, c'è uno scudetto da vincere.
    Quando va male: no a me dell'Italia frega nulla, io non mi riconosco per nulla in questa banda di scappati di casa, meglio le altre squadre, guardate che rose che hanno, Mamma mia.
    Chi di solito "tifa" contro, magari solo a parole, sono poi gli stessi che 10 anni fa erano in piazza a festeggiare perché c'erano tutti e non potevano perdersi il momento, pure quelli che il calcio non lo seguono.
    Poi ci sono i tifosi da social, cioè quelli che non vogliono apparire come tifosi italiani ma fanno della facile ironia per sentirsi un attimo filati dal resto, in Italia si è campioni del mondo di facili ironie, generalmente su twitter (che io non uso e mai userò) che è molto immediato e ti dà popolarità virtuale.
    Poi dipende, se l'Italia vince si è tutti vincitori, via con le battute, i complimenti, le gif, le immagini divertenti.
    Se l''Italia esce ai gironi ci si accorge che nessuno ha tifato Italia ma tutti sapevano già che avremmo fatto schifo, ergo è dura ammettere di aver tifato per la nazionale fino a quel momento.
    Per dire, se torniamo ad una 15-20 ina di anni c'era molto più attaccamento alla nazionale, forse trascinata pure dal campionato migliore del mondo all'epoca; e dire che di batoste nel primi anni 90 (compreso mondiale in casa) ne abbiamo subite, eppure c'era "entusiasmo" anche nelle sconfitte.
    Io non prendo posizione in niente, ho sempre guardato la nazionale e l'ho sempre tifata a prescindere, anzi, considerando che il Milan fa veramente pena ora è quasi un bene che si giochi in estate, è calcio, è uno sport, non è politica.

Pagina 1 di 6 123 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.