Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Top 22 Stats
Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 33

  1. #21
    Senior Member L'avatar di Dany20
    Data Registrazione
    Dec 2014
    Messaggi
    5,575
    Citazione Originariamente Scritto da Admin Visualizza Messaggio
    Intervista esclusiva di Alessandro Alciato di Sky a Mr Bee Taechaubol. Ecco, di seguito, le parole del broker thailandese:"Perchè ho scelto il Milan? Perchè è il club migliore. L'ho sempre seguito, fin da bambino. Se acquisterò il 49 o il 51% del Milan? Mi spiace ma non posso dirlo (sorride). Galliani e Barbara resteranno al loro posto? Non posso rispondere. Chi sono le persone dietro di me, gli investitori? Per il momento, non posso rispondere nemmeno a questo. Quando chiuderemo la trattativa? Mancano solo pochi dettagli. Credo che chiuderemo entro poche settimane. Maldini? (sorride) lavoreremo per il bene del club e dei tifosi. I miei obiettivi per il Milan? Voglio riportare questa squadra a vincere campionati e Champions. Se è vero che sono pronti 100 milioni per il mercato? Nemmeno a questo posso rispondere! (sorride ancora una volta)".
    .

  2. # ADS
    Adv
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Messaggi
    Many
     

  3. #22
    Senior Member L'avatar di Djici
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Liège
    Messaggi
    10,967
    Citazione Originariamente Scritto da Admin Visualizza Messaggio
    Intervista esclusiva di Alessandro Alciato di Sky a Mr Bee Taechaubol. Ecco, di seguito, le parole del broker thailandese:"Perchè ho scelto il Milan? Perchè è il club migliore. L'ho sempre seguito, fin da bambino. Se acquisterò il 49 o il 51% del Milan? Mi spiace ma non posso dirlo (sorride). Galliani e Barbara resteranno al loro posto? Non posso rispondere. Chi sono le persone dietro di me, gli investitori? Per il momento, non posso rispondere nemmeno a questo. Quando chiuderemo la trattativa? Mancano solo pochi dettagli. Credo che chiuderemo entro poche settimane. Maldini? (sorride) lavoreremo per il bene del club e dei tifosi. I miei obiettivi per il Milan? Voglio riportare questa squadra a vincere campionati e Champions. Se è vero che sono pronti 100 milioni per il mercato? Nemmeno a questo posso rispondere! (sorride ancora una volta)".
    Non e una critica a Bee che giustamente non puo rispondere a queste domande... ma e proprio un intervista INUTILE.
    A parte dire che il Milan e la squadra migliore non risponde a nulla.
    Poi i sorrisi sembrano dire la verita... speriamo bene.

  4. #23
    Senior Member L'avatar di 666psycho
    Data Registrazione
    Aug 2013
    Messaggi
    10,500
    Citazione Originariamente Scritto da Admin Visualizza Messaggio
    Intervista esclusiva di Alessandro Alciato di Sky a Mr Bee Taechaubol. Ecco, di seguito, le parole del broker thailandese:"Perchè ho scelto il Milan? Perchè è il club migliore. L'ho sempre seguito, fin da bambino. Se acquisterò il 49 o il 51% del Milan? Mi spiace ma non posso dirlo (sorride). Galliani e Barbara resteranno al loro posto? Non posso rispondere. Chi sono le persone dietro di me, gli investitori? Per il momento, non posso rispondere nemmeno a questo. Quando chiuderemo la trattativa? Mancano solo pochi dettagli. Credo che chiuderemo entro poche settimane. Maldini? (sorride) lavoreremo per il bene del club e dei tifosi. I miei obiettivi per il Milan? Voglio riportare questa squadra a vincere campionati e Champions. Se è vero che sono pronti 100 milioni per il mercato? Nemmeno a questo posso rispondere! (sorride ancora una volta)".
    faceva prima a non rilasciare interviste...
    #GallianiVia #MAIUNAGIOIA!
    Inutile discutere con gli ignoranti, meglio ignorarli...

  5. #24
    Bee ai microfoni del Corriere della Sera: "Ho già investito nel football tante volte, in Premier League e in Championship, ma non mi interessava. Se faccio una cosa, voglio ottenere il massimo. Qualche tempo fa ho cominciato a investire creando delle accademie, all’interno di un programma di sviluppo del calcio in Cina, in accordo con il governo, che dovrebbe coinvolgere 200 milioni di bambini. Ho scelto il Milan perché è la squadra n° 1 e ho capito subito che questa era l’idea che aspettavo. Fino a 16 anni sono cresciuto a Sydney e da quelle parti il calcio italiano è il più popolare. A quei tempi il Milan era campione di tutto e il mio idolo era Marco Van Basten. Credo che unire al Milan, che resta un brand importantissimo, il mio background da uomo d’affari basato in Asia e il mio network di conoscenze, sia una grande opportunità che possa permettere al club di diventare ancora più forte. Sarebbe un onore far parte della storia del Milan. L'attuale momento difficile fa parte della normalità, infatti in tutti i business ci sono alti e bassi. Probabilmente ora neanche la serie A è al livello degli altri campionati. Ma alla fine il Milan resta il più grande nome del calcio italiano: è solo in un momento di calo, però la famiglia Berlusconi ha tutta la conoscenza e l’esperienza per portarlo in alto perché l’ha già fatto. Non sono deluso da questo rinvio, per niente. C’è stato un fraintendimento, questo è un affare complesso e non ci aspettavamo assolutamente di chiudere. Abbiamo tanti punti da discutere, dettagli da sistemare e ci serve ancora un po’ di tempo. Tutto però procede secondo le nostre previsioni, anzi visto quanto è complicato l’affare stiamo addirittura procedendo in maniera veloce. C’è stata un po’ di confusione su questo. Credo di non aver capito ancora bene l'importanza del calcio in italia (sorride) e forse non lo capirò mai del tutto. Quello che so è che il Milan è un club italiano e continuerà sempre ad appartenere all’Italia: io sono un investitore, voglio solo aiutarlo a espandersi in Asia e nel mondo. Non ho visto l'ultima partita perché stavo discutendo con il presidente ad Arcore. Certo il Milan attualmente non è dove dovrebbe essere: ossia lottare per lo scudetto e nelle fasi finali di Champions. Una volta raggiunto l’accordo, ci tireremo su le maniche e ci metteremo subito al lavoro: con il management giusto e investimenti intelligenti torneremo a vincere. Aver conosciuto Berlusconi è un onore, è una persona da cui posso imparare molto. Se sono consapevole di poter entrare nella storia del calcio italiano? Non del tutto! (sorride) Ho concluso affari anche più grossi, ma per tutto quello che il calcio rappresenta credo che questo sia senza dubbio quello più importante".
    Ultima modifica di Il Re dell'Est; 03-05-2015 alle 09:23
    Con il Milan nel sangue, nella mente e nel cuore.

  6. #25
    Senior Member L'avatar di AntaniPioco
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Sanremo
    Messaggi
    7,979
    Mi sembra un tipo con i piedi per terra

  7. #26
    Member L'avatar di Tifoso Di Tastiera
    Data Registrazione
    Jul 2014
    Località
    Germania
    Messaggi
    4,633
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    Bee ai microfoni del Corriere della Sera: "Ho già investito nel football tante volte, in Premier League e in Championship, ma non mi interessava. Se faccio una cosa, voglio ottenere il massimo. Qualche tempo fa ho cominciato a investire creando delle accademie, all’interno di un programma di sviluppo del calcio in Cina, in accordo con il governo, che dovrebbe coinvolgere 200 milioni di bambini. Ho scelto il Milan perché è la squadra n° 1 e ho capito subito che questa era l’idea che aspettavo. Fino a 16 anni sono cresciuto a Sydney e da quelle parti il calcio italiano è il più popolare. A quei tempi il Milan era campione di tutto e il mio idolo era Marco Van Basten. Credo che unire al Milan, che resta un brand importantissimo, il mio background da uomo d’affari basato in Asia e il mio network di conoscenze, sia una grande opportunità che possa permettere al club di diventare ancora più forte. Sarebbe un onore far parte della storia del Milan. L'attuale momento difficile fa parte della normalità, infatti in tutti i business ci sono alti e bassi. Probabilmente ora neanche la serie A è al livello degli altri campionati. Ma alla fine il Milan resta il più grande nome del calcio italiano: è solo in un momento di calo, però la famiglia Berlusconi ha tutta la conoscenza e l’esperienza per portarlo in alto perché l’ha già fatto. Non sono deluso da questo rinvio, per niente. C’è stato un fraintendimento, questo è un affare complesso e non ci aspettavamo assolutamente di chiudere. Abbiamo tanti punti da discutere, dettagli da sistemare e ci serve ancora un po’ di tempo. Tutto però procede secondo le nostre previsioni, anzi visto quanto è complicato l’affare stiamo addirittura procedendo in maniera veloce. C’è stata un po’ di confusione su questo. Credo di non aver capito ancora bene l'importanza del calcio in italia (sorride) e forse non lo capirò mai del tutto. Quello che so è che il Milan è un club italiano e continuerà sempre ad appartenere all’Italia: io sono un investitore, voglio solo aiutarlo a espandersi in Asia e nel mondo. Non ho visto l'ultima partita perché stavo discutendo con il presidente ad Arcore. Certo il Milan attualmente non è dove dovrebbe essere: ossia lottare per lo scudetto e nelle fasi finali di Champions. Una volta raggiunto l’accordo, ci tireremo su le maniche e ci metteremo subito al lavoro: con il management giusto e investimenti intelligenti torneremo a vincere. Aver conosciuto Berlusconi è un onore, è una persona da cui posso imparare molto. Se sono consapevole di poter entrare nella storia del calcio italiano? Non del tutto! (sorride) Ho concluso affari anche più grossi, ma per tutto quello che il calcio rappresenta credo che questo sia senza dubbio quello più importante".
    Interessante che ha lavorata gia insieme al governo cinese per le academie di calcio. Fa capire anche con le frasi un po dopo che gl nuovi introiti e le nuove sponsorship del Milan verranno dal Asia. Speriamo bene.
    Ser Gregor. Dunsen. Raff the Sweetling. Ser Ilyn. Ser Meryn. Queen Cersei. Adriano Galliani. Filippo Inzaghi. Valar Morghulis.

  8. #27
    Bannato
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Lucca
    Messaggi
    5,942
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    Bee ai microfoni del Corriere della Sera: "Ho già investito nel football tante volte, in Premier League e in Championship, ma non mi interessava. Se faccio una cosa, voglio ottenere il massimo. Qualche tempo fa ho cominciato a investire creando delle accademie, all’interno di un programma di sviluppo del calcio in Cina, in accordo con il governo, che dovrebbe coinvolgere 200 milioni di bambini. Ho scelto il Milan perché è la squadra n° 1 e ho capito subito che questa era l’idea che aspettavo. Fino a 16 anni sono cresciuto a Sydney e da quelle parti il calcio italiano è il più popolare. A quei tempi il Milan era campione di tutto e il mio idolo era Marco Van Basten. Credo che unire al Milan, che resta un brand importantissimo, il mio background da uomo d’affari basato in Asia e il mio network di conoscenze, sia una grande opportunità che possa permettere al club di diventare ancora più forte. Sarebbe un onore far parte della storia del Milan. L'attuale momento difficile fa parte della normalità, infatti in tutti i business ci sono alti e bassi. Probabilmente ora neanche la serie A è al livello degli altri campionati. Ma alla fine il Milan resta il più grande nome del calcio italiano: è solo in un momento di calo, però la famiglia Berlusconi ha tutta la conoscenza e l’esperienza per portarlo in alto perché l’ha già fatto. Non sono deluso da questo rinvio, per niente. C’è stato un fraintendimento, questo è un affare complesso e non ci aspettavamo assolutamente di chiudere. Abbiamo tanti punti da discutere, dettagli da sistemare e ci serve ancora un po’ di tempo. Tutto però procede secondo le nostre previsioni, anzi visto quanto è complicato l’affare stiamo addirittura procedendo in maniera veloce. C’è stata un po’ di confusione su questo. Credo di non aver capito ancora bene l'importanza del calcio in italia (sorride) e forse non lo capirò mai del tutto. Quello che so è che il Milan è un club italiano e continuerà sempre ad appartenere all’Italia: io sono un investitore, voglio solo aiutarlo a espandersi in Asia e nel mondo. Non ho visto l'ultima partita perché stavo discutendo con il presidente ad Arcore. Certo il Milan attualmente non è dove dovrebbe essere: ossia lottare per lo scudetto e nelle fasi finali di Champions. Una volta raggiunto l’accordo, ci tireremo su le maniche e ci metteremo subito al lavoro: con il management giusto e investimenti intelligenti torneremo a vincere. Aver conosciuto Berlusconi è un onore, è una persona da cui posso imparare molto. Se sono consapevole di poter entrare nella storia del calcio italiano? Non del tutto! (sorride) Ho concluso affari anche più grossi, ma per tutto quello che il calcio rappresenta credo che questo sia senza dubbio quello più importante".
    Intervista molto interessante. Sicuramente da queste parole Bee emerge come una persona intelligente, equilibrata e con ottime capacità diplomatiche.

  9. #28
    Senior Member L'avatar di Djici
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Liège
    Messaggi
    10,967
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    Bee ai microfoni del Corriere della Sera: "Ho già investito nel football tante volte, in Premier League e in Championship, ma non mi interessava. Se faccio una cosa, voglio ottenere il massimo. Qualche tempo fa ho cominciato a investire creando delle accademie, all’interno di un programma di sviluppo del calcio in Cina, in accordo con il governo, che dovrebbe coinvolgere 200 milioni di bambini. Ho scelto il Milan perché è la squadra n° 1 e ho capito subito che questa era l’idea che aspettavo. Fino a 16 anni sono cresciuto a Sydney e da quelle parti il calcio italiano è il più popolare. A quei tempi il Milan era campione di tutto e il mio idolo era Marco Van Basten. Credo che unire al Milan, che resta un brand importantissimo, il mio background da uomo d’affari basato in Asia e il mio network di conoscenze, sia una grande opportunità che possa permettere al club di diventare ancora più forte. Sarebbe un onore far parte della storia del Milan. L'attuale momento difficile fa parte della normalità, infatti in tutti i business ci sono alti e bassi. Probabilmente ora neanche la serie A è al livello degli altri campionati. Ma alla fine il Milan resta il più grande nome del calcio italiano: è solo in un momento di calo, però la famiglia Berlusconi ha tutta la conoscenza e l’esperienza per portarlo in alto perché l’ha già fatto. Non sono deluso da questo rinvio, per niente. C’è stato un fraintendimento, questo è un affare complesso e non ci aspettavamo assolutamente di chiudere. Abbiamo tanti punti da discutere, dettagli da sistemare e ci serve ancora un po’ di tempo. Tutto però procede secondo le nostre previsioni, anzi visto quanto è complicato l’affare stiamo addirittura procedendo in maniera veloce. C’è stata un po’ di confusione su questo. Credo di non aver capito ancora bene l'importanza del calcio in italia (sorride) e forse non lo capirò mai del tutto. Quello che so è che il Milan è un club italiano e continuerà sempre ad appartenere all’Italia: io sono un investitore, voglio solo aiutarlo a espandersi in Asia e nel mondo. Non ho visto l'ultima partita perché stavo discutendo con il presidente ad Arcore. Certo il Milan attualmente non è dove dovrebbe essere: ossia lottare per lo scudetto e nelle fasi finali di Champions. Una volta raggiunto l’accordo, ci tireremo su le maniche e ci metteremo subito al lavoro: con il management giusto e investimenti intelligenti torneremo a vincere. Aver conosciuto Berlusconi è un onore, è una persona da cui posso imparare molto. Se sono consapevole di poter entrare nella storia del calcio italiano? Non del tutto! (sorride) Ho concluso affari anche più grossi, ma per tutto quello che il calcio rappresenta credo che questo sia senza dubbio quello più importante".
    Intervista interessante.
    Mi piace molto come parla... a parte quando dice "sono solo un investitore".
    Speriamo bene.

  10. #29
    Member L'avatar di Brain84
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Venezia
    Messaggi
    3,233
    A me il fatto che dichiari di essere solo un investirore invece fa piacere. Si affiderà a persone di sicura caratura ed esperienza per creare un Milan vincente senza metterci troppo il naso. Questo è un aspetto molto positivo
    www.uaitstudio.it

  11. #30
    Moderatore L'avatar di mefisto94
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Roma
    Messaggi
    23,262
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    Bee ai microfoni del Corriere della Sera: "Ho già investito nel football tante volte, in Premier League e in Championship, ma non mi interessava. Se faccio una cosa, voglio ottenere il massimo. Qualche tempo fa ho cominciato a investire creando delle accademie, all’interno di un programma di sviluppo del calcio in Cina, in accordo con il governo, che dovrebbe coinvolgere 200 milioni di bambini. Ho scelto il Milan perché è la squadra n° 1 e ho capito subito che questa era l’idea che aspettavo. Fino a 16 anni sono cresciuto a Sydney e da quelle parti il calcio italiano è il più popolare. A quei tempi il Milan era campione di tutto e il mio idolo era Marco Van Basten. Credo che unire al Milan, che resta un brand importantissimo, il mio background da uomo d’affari basato in Asia e il mio network di conoscenze, sia una grande opportunità che possa permettere al club di diventare ancora più forte. Sarebbe un onore far parte della storia del Milan. L'attuale momento difficile fa parte della normalità, infatti in tutti i business ci sono alti e bassi. Probabilmente ora neanche la serie A è al livello degli altri campionati. Ma alla fine il Milan resta il più grande nome del calcio italiano: è solo in un momento di calo, però la famiglia Berlusconi ha tutta la conoscenza e l’esperienza per portarlo in alto perché l’ha già fatto. Non sono deluso da questo rinvio, per niente. C’è stato un fraintendimento, questo è un affare complesso e non ci aspettavamo assolutamente di chiudere. Abbiamo tanti punti da discutere, dettagli da sistemare e ci serve ancora un po’ di tempo. Tutto però procede secondo le nostre previsioni, anzi visto quanto è complicato l’affare stiamo addirittura procedendo in maniera veloce. C’è stata un po’ di confusione su questo. Credo di non aver capito ancora bene l'importanza del calcio in italia (sorride) e forse non lo capirò mai del tutto. Quello che so è che il Milan è un club italiano e continuerà sempre ad appartenere all’Italia: io sono un investitore, voglio solo aiutarlo a espandersi in Asia e nel mondo. Non ho visto l'ultima partita perché stavo discutendo con il presidente ad Arcore. Certo il Milan attualmente non è dove dovrebbe essere: ossia lottare per lo scudetto e nelle fasi finali di Champions. Una volta raggiunto l’accordo, ci tireremo su le maniche e ci metteremo subito al lavoro: con il management giusto e investimenti intelligenti torneremo a vincere. Aver conosciuto Berlusconi è un onore, è una persona da cui posso imparare molto. Se sono consapevole di poter entrare nella storia del calcio italiano? Non del tutto! (sorride) Ho concluso affari anche più grossi, ma per tutto quello che il calcio rappresenta credo che questo sia senza dubbio quello più importante".
    Il 99% delle parole sono ruffianeria però mi piace lo stesso.

Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.