Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Top 22 Stats
Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Pagina 6 di 10 PrimaPrima ... 45678 ... UltimaUltima
Risultati da 51 a 60 di 95

  1. #51
    Anche Mauro Suma bacchetta Seedorf. Queste le sue parole a Milan Channel: "Quando si effettua una intervista non concordata, ci sono diversi aspetti ai quali non si pensa subito. Ad esempio, la mancanza dei marchi degli sponsor dietro alla persona intervistata (Seedorf). Aziende che ovviamente pagano e investono molto nel Milan e che devono e vogliono essere presenti quando c'è un' intervista mediaticamente importante. Qualcuno può dire: chissenefrega. Ma non è cosi’. Se ieri tutto fosse stato concordato, gli sponsor avrebbero ricevuto beneficio e visibilità. Questo e' solo uno degli aspetti, ma non l'unico.
    Al Milan c'è una parola d'ordine che dovrebbe essere ripetuta spesso dall’allenatore della primavera fino a quello della prima squadra: il Milan e' il simbolo che porti sul petto, non il nome dietro alla maglia. Il Milan e' un collettivo, un gruppo. Non sono ammessi in alcun modo personalismi e azioni personali.
    Ciò che è accaduto ieri, nonostante le buone intenzioni di Seedorf volte a compattare tutto l’ambiente, seppur non sia niente di grave come detto oggi da Galliani, non è certo il massimo."
    Con il Milan nel sangue, nella mente e nel cuore.

  2. # ADS
    Adv
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Messaggi
    Many
     

  3. #52
    Senior Member L'avatar di Jino
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Veneto
    Messaggi
    38,327
    A livello societario ha ragione, non fa una grinza.

  4. #53
    Senior Member L'avatar di hiei87
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Massa
    Messaggi
    5,476
    Invece Galliani non agisce mai per motivi personali. Un dirigente che rema contro la propria squadra arrivando a fare smorfie di disappunto ai gol segnati l'avevo visto soltanto ne "l'allenatore nel pallone"...

  5. #54
    Senior Member L'avatar di Dumbaghi
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    20,692
    L'intervista non è concordata semplicemente perchè con queste parole mette spalle al muro la società, che non può più inventarsi scuse, Clarence secondo me si è dimostrato molto intelligente prima che coraggioso.

    Se avesse chiesto il permesso non gliel'avrebbero mai dato.

    Citazione Originariamente Scritto da Splendidi Incisivi Visualizza Messaggio
    La seconda parte c'ha due palle sotto così. Non attacca mai la società, neanche un riferimento, perché Seedorf sa che i panni sporchi si lavano in casa, invece se la prende con la stampa che getta fango anziché elogiare il nostro buon momento. Grande Clarence, mangiali, quando l'avrebbe fatta un'intervista così Allegria.
    Allegri non è Seedorf nella storia del Milan, lui sarebbe davvero stato licenziato per giusta causa.


    Clarence e Carletto prima di lui possono/potevano permettersi di parlare, altri no


    E' questo che non perdonerò mai Ancelotti, doveva iniziare a lamentarsi nel 2005.
    @Dumbaghi nomi reali. No soprannomi!
    Ultima modifica di Tifo'o; 28-04-2014 alle 20:19

  6. #55
    Senior Member L'avatar di Butcher
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    5,899
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    Anche Mauro Suma bacchetta Seedorf. Queste le sue parole a Milan Channel: "Quando si effettua una intervista non concordata, ci sono diversi aspetti ai quali non si pensa subito. Ad esempio, la mancanza dei marchi degli sponsor dietro alla persona intervistata (Seedorf). Aziende che ovviamente pagano e investono molto nel Milan e che devono e vogliono essere presenti quando c'è un' intervista mediaticamente importante. Qualcuno può dire: chissenefrega. Ma non è cosi’. Se ieri tutto fosse stato concordato, gli sponsor avrebbero ricevuto beneficio e visibilità. Questo e' solo uno degli aspetti, ma non l'unico.
    Al Milan c'è una parola d'ordine che dovrebbe essere ripetuta spesso dall’allenatore della primavera fino a quello della prima squadra: il Milan e' il simbolo che porti sul petto, non il nome dietro alla maglia. Il Milan e' un collettivo, un gruppo. Non sono ammessi in alcun modo personalismi e azioni personali.
    Ciò che è accaduto ieri, nonostante le buone intenzioni di Seedorf volte a compattare tutto l’ambiente, seppur non sia niente di grave come detto oggi da Galliani, non è certo il massimo."

    Sulla prima parte ha ragione e ne avrebbe anche sulla seconda, se non fosse per il fatto che il primo a farne una questione di personalismi sia proprio Mr. Galliani.

  7. #56
    Senior Member L'avatar di iceman.
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    10,299
    Citazione Originariamente Scritto da Dumbaghi Visualizza Messaggio
    L'intervista non è concordata semplicemente perchè con queste parole mette spalle al muro la società, che non può più inventarsi scuse, Clarence secondo me si è dimostrato molto intelligente prima che coraggioso.

    Se avesse chiesto il permesso non gliel'avrebbero mai dato.


    Allegri non è Seedorf nella storia del Milan, lui sarebbe davvero stato licenziato per giusta causa.


    Clarence e Carletto prima di lui possono/potevano permettersi di parlare, altri no


    E' questo che non perdonerò mai al Mortazza, doveva iniziare a lamentarsi nel 2005.
    Nel 2005 onestamente da cambiare non c'era nulla, avevamo (insieme alla Juve,forse) la squadra più forte del mondo.

  8. #57
    Senior Member
    Data Registrazione
    Apr 2014
    Messaggi
    10,236
    Citazione Originariamente Scritto da Dumbaghi Visualizza Messaggio
    L'intervista non è concordata semplicemente perchè con queste parole mette spalle al muro la società, che non può più inventarsi scuse, Clarence secondo me si è dimostrato molto intelligente prima che coraggioso.

    Se avesse chiesto il permesso non gliel'avrebbero mai dato.



    Allegri non è Seedorf nella storia del Milan, lui sarebbe davvero stato licenziato per giusta causa.


    Clarence e Carletto prima di lui possono/potevano permettersi di parlare, altri no


    E' questo che non perdonerò mai al Mortazza, doveva iniziare a lamentarsi nel 2005.

    Seedorf è un dipendente del Milan. E il dipendente deve seguire le direttive aziendali.
    Seedorf questi atteggiamenti li aveva da giocatore (e glieli passavano, benchè di malavoglia) e li ha mantenuti da allenatore (e questa volta, non glieli fanno passare.).


    Seedorf si attira le simpatie perchè in posizione divergenti da Galliani, che ha poca stima da parte dei tifosi, ma il disprezzare Galliani non significa dare automaticamente ragione a Seedorf.
    Seedorf ha fatto una serie di cose che nessun allenatore serio farebbe. I risultati sul campo, nel bene e nel male, non hanno nulla a che vedere col suo prossimo alllontanamento.

  9. #58
    Moderatore L'avatar di Andreas89
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    21,974
    Citazione Originariamente Scritto da iceman. Visualizza Messaggio
    Nel 2005 onestamente da cambiare non c'era nulla, avevamo (insieme alla Juve,forse) la squadra più forte del mondo.
    Eravamo superiori ai gobbi. Senza se e senza ma.

  10. #59
    Bannato
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Messaggi
    2,435
    Citazione Originariamente Scritto da Aron Visualizza Messaggio
    Seedorf è un dipendente del Milan. E il dipendente deve seguire le direttive aziendali.
    Seedorf questi atteggiamenti li aveva da giocatore (e glieli passavano, benchè di malavoglia) e li ha mantenuti da allenatore (e questa volta, non glieli fanno passare.).


    Seedorf si attira le simpatie perchè in posizione divergenti da Galliani, che ha poca stima da parte dei tifosi, ma il disprezzare Galliani non significa dare automaticamente ragione a Seedorf.
    Seedorf ha fatto una serie di cose che nessun allenatore serio farebbe. I risultati sul campo, nel bene e nel male, non hanno nulla a che vedere col suo prossimo alllontanamento.
    E cosa avrebbe fatto Seedorf, di grazia, per arrivare a questo?
    No perchè o sei dentro Milanello oppure sono tutte tue supposizioni eh.

  11. #60
    Senior Member L'avatar di Splendidi Incisivi
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Napoli
    Messaggi
    30,781
    Citazione Originariamente Scritto da Dumbaghi Visualizza Messaggio
    L'intervista non è concordata semplicemente perchè con queste parole mette spalle al muro la società, che non può più inventarsi scuse, Clarence secondo me si è dimostrato molto intelligente prima che coraggioso.

    Se avesse chiesto il permesso non gliel'avrebbero mai dato.



    Allegri non è Seedorf nella storia del Milan, lui sarebbe davvero stato licenziato per giusta causa.


    Clarence e Carletto prima di lui possono/potevano permettersi di parlare, altri no


    E' questo che non perdonerò mai Ancelotti, doveva iniziare a lamentarsi nel 2005.
    @Dumbaghi nomi reali. No soprannomi!
    Appunto, perciò sottolineo l'importanza di avere certi uomini nel proprio club, sia facenti parte della storia del club, sia facenti parte della storia del calcio. Un Allegri che importanza può darsi?

Pagina 6 di 10 PrimaPrima ... 45678 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.