Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 15
  1. #1

    Il grasso animale fa bene

    E' stata ormai smontata definitivamente l'idea che il grasso animale faccia male.
    Per chi era molto sospettoso ( per non dire un ossessionato complottista) tutta sta storia del contenuto di grassi, specialmente animali, puzzava di fregatura lontanto un chilometro.

    Il lardo di maiale per esempio è uno degli alimenti migliori che possiamo assumere.
    Ovviamente, come tutti gli alimenti, va assunto con misura.
    Tutti gli alimenti vanno assunti con misura, per esempio un alimento a cui nessun dietologo pone limiti è il pomodoro... ebbene troppo pomodoro causa calcoli ai reni. A Milano negli anni 60 c'era tipo una congrega di pomodoristi, ogni dì si abbuffavano allegramente di pomodori e correvano allegri per le strade proferendone lodi; dopo qualche anno han tutti avuto i calcoli, che non sono una cosa tanto simpatica.
    Il maiale non fa male quindi... ed è una bella notizia veramente. D'altronde è stato alla base dell'alimentazione europea da secoli se non millenni. Tanto per citare una delle sue proprietà è fonte di vitamina B12.
    Ovviamente sappiamo che il sale fa molto male se assunto in eccesso, quindi gli insaccati sono stati demonizzati; ma se fate un conto del fabbisogno giornaliero di sale, e intendete assumerlo solo con il salame, vedrete che potete mangiarne un bel pò di fette; salame tutti i giorni non è un problema se non assumete sale da altri cibi. Quindi anche i salumi sono sdoganati: è solo una questione di misura.
    Il grasso del prosciutto... beh quanti di noi da piccoli schifavamo il 'bianco' del crudo? Io pure. Certo, i gusti da bambini e da ragazzi sono particolari. Poi una volta cresciuti (per i nati negli anni 60 e 70) ecco che la medicina ci ha dato ragione: ahh vedi che il grasso, il bianco, del prosciutto fa male? Facevo bene a buttarlo... Facepalm... oggi sappiamo che era la parte migliore; come è sempre stato d'altronde. Mio zio di Modena mi guardava orrificato quando scartavo il grasso... manco lo davo al cane e mi incaxxavo se lui di nascosto glielo dava.
    Anche lo strutto non fa male, anzi è meglio dell'olio di oliva per certe ricette.
    L'olio extra vergine di oliva poi è un vero e proprio medicinale... eppure quando facevo palestra nel 1987 il mio allenatore consigliava pasta in bianco solo con un filo d'olio; insalata ma solo con un filo d'olio. Cavoli ma poi ti rimane fame e l'organismo quando hai fame innesca dei processi che non sono affatto salutari, va in stato di emergenza.
    D'altro canto ricordo i libri sulle diete dei bodybuilders professionisti: 2 polli arrosto al giorno + 1 litro di latte intero + altro che non ricordo... certo ha delle controindicazioni, ci vuole fegato.

    Alla fine la regola d'oro è mangia ciò che ti senti di mangiare - anche se funziona con persone con un pò di sale in zucca.
    Tra l'altro è il segreto di una delle ultime diete 'scoperte', che prevede, concede, pure l'assunzione di qualsiasi cibo anche tossico in minima parte: pure junk-food a merenda, una bibita gassata, un "bicchierino" o due: perchè così il metabolismo si autoregola e non ti verrà più una fame malsana.
    Mentre tutte le diete troppo specifiche creano squilibri dannosi, sono adatte solo a certe persone con problemi, oppure da seguire temporaneamente: non hanno validità universale e nel tempo.

    Stupisce che le diete per gli atleti vietino carne di maiale o cibi elaborati, quindi. Il motivo della loro (parziale, direi) efficacia sta nella già salute ferrea dell'atleta, il suo stile di vita salutistico, a cui si aggiunge la facile digeribilità di queste diete.
    Ma per esempio fino agli anni 80, i calciatori inglesi bevevano birra e mangiavano arrosti e stinchi a pranzo e non mi pare che non corressero...

  2. #2
    Senior Member L'avatar di diavoloINme
    Data Registrazione
    Apr 2016
    Messaggi
    18,825
    Citazione Originariamente Scritto da FiglioDelDioOdino Visualizza Messaggio
    E' stata ormai smontata definitivamente l'idea che il grasso animale faccia male.
    Per chi era molto sospettoso ( per non dire un ossessionato complottista) tutta sta storia del contenuto di grassi, specialmente animali, puzzava di fregatura lontanto un chilometro.

    Il lardo di maiale per esempio è uno degli alimenti migliori che possiamo assumere.
    Ovviamente, come tutti gli alimenti, va assunto con misura.
    Tutti gli alimenti vanno assunti con misura, per esempio un alimento a cui nessun dietologo pone limiti è il pomodoro... ebbene troppo pomodoro causa calcoli ai reni. A Milano negli anni 60 c'era tipo una congrega di pomodoristi, ogni dì si abbuffavano allegramente di pomodori e correvano allegri per le strade proferendone lodi; dopo qualche anno han tutti avuto i calcoli, che non sono una cosa tanto simpatica.
    Il maiale non fa male quindi... ed è una bella notizia veramente. D'altronde è stato alla base dell'alimentazione europea da secoli se non millenni. Tanto per citare una delle sue proprietà è fonte di vitamina B12.
    Ovviamente sappiamo che il sale fa molto male se assunto in eccesso, quindi gli insaccati sono stati demonizzati; ma se fate un conto del fabbisogno giornaliero di sale, e intendete assumerlo solo con il salame, vedrete che potete mangiarne un bel pò di fette; salame tutti i giorni non è un problema se non assumete sale da altri cibi. Quindi anche i salumi sono sdoganati: è solo una questione di misura.
    Il grasso del prosciutto... beh quanti di noi da piccoli schifavamo il 'bianco' del crudo? Io pure. Certo, i gusti da bambini e da ragazzi sono particolari. Poi una volta cresciuti (per i nati negli anni 60 e 70) ecco che la medicina ci ha dato ragione: ahh vedi che il grasso, il bianco, del prosciutto fa male? Facevo bene a buttarlo... Facepalm... oggi sappiamo che era la parte migliore; come è sempre stato d'altronde. Mio zio di Modena mi guardava orrificato quando scartavo il grasso... manco lo davo al cane e mi incaxxavo se lui di nascosto glielo dava.
    Anche lo strutto non fa male, anzi è meglio dell'olio di oliva per certe ricette.
    L'olio extra vergine di oliva poi è un vero e proprio medicinale... eppure quando facevo palestra nel 1987 il mio allenatore consigliava pasta in bianco solo con un filo d'olio; insalata ma solo con un filo d'olio. Cavoli ma poi ti rimane fame e l'organismo quando hai fame innesca dei processi che non sono affatto salutari, va in stato di emergenza.
    D'altro canto ricordo i libri sulle diete dei bodybuilders professionisti: 2 polli arrosto al giorno + 1 litro di latte intero + altro che non ricordo... certo ha delle controindicazioni, ci vuole fegato.

    Alla fine la regola d'oro è mangia ciò che ti senti di mangiare - anche se funziona con persone con un pò di sale in zucca.
    Tra l'altro è il segreto di una delle ultime diete 'scoperte', che prevede, concede, pure l'assunzione di qualsiasi cibo anche tossico in minima parte: pure junk-food a merenda, una bibita gassata, un "bicchierino" o due: perchè così il metabolismo si autoregola e non ti verrà più una fame malsana.
    Mentre tutte le diete troppo specifiche creano squilibri dannosi, sono adatte solo a certe persone con problemi, oppure da seguire temporaneamente: non hanno validità universale e nel tempo.

    Stupisce che le diete per gli atleti vietino carne di maiale o cibi elaborati, quindi. Il motivo della loro (parziale, direi) efficacia sta nella già salute ferrea dell'atleta, il suo stile di vita salutistico, a cui si aggiunge la facile digeribilità di queste diete.
    Ma per esempio fino agli anni 80, i calciatori inglesi bevevano birra e mangiavano arrosti e stinchi a pranzo e non mi pare che non corressero...
    E' la dose che fa il veleno. -Paracelso-
    I got guns in my head and they won’t go....

  3. #3
    Senior Member L'avatar di 7AlePato7
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Messaggi
    9,384
    Sgarrare di tanto in tanto, anche quotidianamente ci sta. Dipende dalla frequenza degli sgarri e dalle quantità. La dieta di cui parli è probabilmente la dieta flessibile che prevede l’assunzione per un 10-15% delle calorie giornaliere di cibi non proprio salutari.
    Il problema del junk food nell’atleta, quando assunto in dosi eccessive, si traduce nella difficoltà di recupero da un allenamento all’altro, che innesca un circolo vizioso che impedisce il miglioramento delle performance. Perché i cibi trasformati, come salame e prosciutto, oltre a contenere quantità di sale non proprio salutari, sono tendenzialmente privi di micronutrienti importantissimi per il recupero della condizione atletica.
    Sui grassi e sulle quantità da assumere dipende dal nostro corpo, dal tipo di attività che svolgiamo, dal tipo di dieta.
    Ci sono diete, come quella a zona, in cui si alza il contenuto di grassi, abbassando quello dei carboidrati. Mentre altre diete, come quella mediterranea, prevedono di alzare la quantità di carboidrati a discapito dei grassi.
    In linea generale una persona che vuole restare in buono stato di forma deve assumere sia grassi che carboidrati, evitando di esagerare con entrambi all’interno dello stesso pasto. Uno dei capisaldi di chi fa sport sa che a pranzo o a cena, quindi quando le calorie all’interno dello stesso pasto sono oltre le 600, è meglio evitare di assumere contemporaneamente grassi e carboidrati. 10-15 grammi di grassi buoni sono più che sufficienti a pranzo...
    Mangiando spesso ma poco è una delle strategie per mantenere alto il metabolismo, facendo entrare il corpo in un stato di riserva.
    [B]10 Giugno 2013[/B] ----> Galliani: "Carlitos non mi tradisce"

    [B]26 Giugno 2013[/B] ----> Tevez è un giocatore della Juventus

  4. #4
    Senior Member L'avatar di 7vinte
    Data Registrazione
    Aug 2017
    Località
    Altamura
    Messaggi
    8,633
    A me nelle fettine e nelle costate non piace il grasso
    Testa alta e giocare a calcio!

  5. #5
    Member L'avatar di James45
    Data Registrazione
    Jul 2017
    Località
    Milan
    Messaggi
    1,189
    Citazione Originariamente Scritto da FiglioDelDioOdino Visualizza Messaggio
    E' stata ormai smontata definitivamente l'idea che il grasso animale faccia male.
    Per chi era molto sospettoso ( per non dire un ossessionato complottista) tutta sta storia del contenuto di grassi, specialmente animali, puzzava di fregatura lontanto un chilometro.

    Il lardo di maiale per esempio è uno degli alimenti migliori che possiamo assumere.
    Ovviamente, come tutti gli alimenti, va assunto con misura.
    Tutti gli alimenti vanno assunti con misura, per esempio un alimento a cui nessun dietologo pone limiti è il pomodoro... ebbene troppo pomodoro causa calcoli ai reni. A Milano negli anni 60 c'era tipo una congrega di pomodoristi, ogni dì si abbuffavano allegramente di pomodori e correvano allegri per le strade proferendone lodi; dopo qualche anno han tutti avuto i calcoli, che non sono una cosa tanto simpatica.
    Il maiale non fa male quindi... ed è una bella notizia veramente. D'altronde è stato alla base dell'alimentazione europea da secoli se non millenni. Tanto per citare una delle sue proprietà è fonte di vitamina B12.
    Ovviamente sappiamo che il sale fa molto male se assunto in eccesso, quindi gli insaccati sono stati demonizzati; ma se fate un conto del fabbisogno giornaliero di sale, e intendete assumerlo solo con il salame, vedrete che potete mangiarne un bel pò di fette; salame tutti i giorni non è un problema se non assumete sale da altri cibi. Quindi anche i salumi sono sdoganati: è solo una questione di misura.
    Il grasso del prosciutto... beh quanti di noi da piccoli schifavamo il 'bianco' del crudo? Io pure. Certo, i gusti da bambini e da ragazzi sono particolari. Poi una volta cresciuti (per i nati negli anni 60 e 70) ecco che la medicina ci ha dato ragione: ahh vedi che il grasso, il bianco, del prosciutto fa male? Facevo bene a buttarlo... Facepalm... oggi sappiamo che era la parte migliore; come è sempre stato d'altronde. Mio zio di Modena mi guardava orrificato quando scartavo il grasso... manco lo davo al cane e mi incaxxavo se lui di nascosto glielo dava.
    Anche lo strutto non fa male, anzi è meglio dell'olio di oliva per certe ricette.
    L'olio extra vergine di oliva poi è un vero e proprio medicinale... eppure quando facevo palestra nel 1987 il mio allenatore consigliava pasta in bianco solo con un filo d'olio; insalata ma solo con un filo d'olio. Cavoli ma poi ti rimane fame e l'organismo quando hai fame innesca dei processi che non sono affatto salutari, va in stato di emergenza.
    D'altro canto ricordo i libri sulle diete dei bodybuilders professionisti: 2 polli arrosto al giorno + 1 litro di latte intero + altro che non ricordo... certo ha delle controindicazioni, ci vuole fegato.

    Alla fine la regola d'oro è mangia ciò che ti senti di mangiare - anche se funziona con persone con un pò di sale in zucca.
    Tra l'altro è il segreto di una delle ultime diete 'scoperte', che prevede, concede, pure l'assunzione di qualsiasi cibo anche tossico in minima parte: pure junk-food a merenda, una bibita gassata, un "bicchierino" o due: perchè così il metabolismo si autoregola e non ti verrà più una fame malsana.
    Mentre tutte le diete troppo specifiche creano squilibri dannosi, sono adatte solo a certe persone con problemi, oppure da seguire temporaneamente: non hanno validità universale e nel tempo.

    Stupisce che le diete per gli atleti vietino carne di maiale o cibi elaborati, quindi. Il motivo della loro (parziale, direi) efficacia sta nella già salute ferrea dell'atleta, il suo stile di vita salutistico, a cui si aggiunge la facile digeribilità di queste diete.
    Ma per esempio fino agli anni 80, i calciatori inglesi bevevano birra e mangiavano arrosti e stinchi a pranzo e non mi pare che non corressero...
    A leggerti mi hai fatto venire una fame.... lardo di colonnata.... salame felino o varzi... prosciutto... coppa... slurp...

  6. #6
    Non è un mistero che il "carburante" migliore per il nostro corpo siano i grassi, specialmente quelli animali. Ancora oggi ci sono alcune popolazioni la cui dieta è composta principalmente da grassi e proteine animali e hanno una salute molto superiore all'occidentale medio. L'abnorme quantità di carboidrati che mangiamo oggi è conseguenza della nostra trasformazione da cacciatori/raccoglitori ad agricoltori, avvenuta circa 10000 anni fa, probabilmente una delle svolte più decisive della storia dell'umanità- in positivo per lo sviluppo di civiltà sempre più complesse, in negativo per la povertà nutrizionale della nostra dieta negli ultimi millenni.

  7. #7
    La fonte quale sarebbe?
    Che faccia addirittura bene mi sembra eccessivo

  8. #8
    Senior Member L'avatar di bmb
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    6,842
    Citazione Originariamente Scritto da FiglioDelDioOdino Visualizza Messaggio
    E' stata ormai smontata definitivamente l'idea che il grasso animale faccia male.
    Per chi era molto sospettoso ( per non dire un ossessionato complottista) tutta sta storia del contenuto di grassi, specialmente animali, puzzava di fregatura lontanto un chilometro.

    Il lardo di maiale per esempio è uno degli alimenti migliori che possiamo assumere.
    Ovviamente, come tutti gli alimenti, va assunto con misura.
    Tutti gli alimenti vanno assunti con misura, per esempio un alimento a cui nessun dietologo pone limiti è il pomodoro... ebbene troppo pomodoro causa calcoli ai reni. A Milano negli anni 60 c'era tipo una congrega di pomodoristi, ogni dì si abbuffavano allegramente di pomodori e correvano allegri per le strade proferendone lodi; dopo qualche anno han tutti avuto i calcoli, che non sono una cosa tanto simpatica.
    Il maiale non fa male quindi... ed è una bella notizia veramente. D'altronde è stato alla base dell'alimentazione europea da secoli se non millenni. Tanto per citare una delle sue proprietà è fonte di vitamina B12.
    Ovviamente sappiamo che il sale fa molto male se assunto in eccesso, quindi gli insaccati sono stati demonizzati; ma se fate un conto del fabbisogno giornaliero di sale, e intendete assumerlo solo con il salame, vedrete che potete mangiarne un bel pò di fette; salame tutti i giorni non è un problema se non assumete sale da altri cibi. Quindi anche i salumi sono sdoganati: è solo una questione di misura.
    Il grasso del prosciutto... beh quanti di noi da piccoli schifavamo il 'bianco' del crudo? Io pure. Certo, i gusti da bambini e da ragazzi sono particolari. Poi una volta cresciuti (per i nati negli anni 60 e 70) ecco che la medicina ci ha dato ragione: ahh vedi che il grasso, il bianco, del prosciutto fa male? Facevo bene a buttarlo... Facepalm... oggi sappiamo che era la parte migliore; come è sempre stato d'altronde. Mio zio di Modena mi guardava orrificato quando scartavo il grasso... manco lo davo al cane e mi incaxxavo se lui di nascosto glielo dava.
    Anche lo strutto non fa male, anzi è meglio dell'olio di oliva per certe ricette.
    L'olio extra vergine di oliva poi è un vero e proprio medicinale... eppure quando facevo palestra nel 1987 il mio allenatore consigliava pasta in bianco solo con un filo d'olio; insalata ma solo con un filo d'olio. Cavoli ma poi ti rimane fame e l'organismo quando hai fame innesca dei processi che non sono affatto salutari, va in stato di emergenza.
    D'altro canto ricordo i libri sulle diete dei bodybuilders professionisti: 2 polli arrosto al giorno + 1 litro di latte intero + altro che non ricordo... certo ha delle controindicazioni, ci vuole fegato.

    Alla fine la regola d'oro è mangia ciò che ti senti di mangiare - anche se funziona con persone con un pò di sale in zucca.
    Tra l'altro è il segreto di una delle ultime diete 'scoperte', che prevede, concede, pure l'assunzione di qualsiasi cibo anche tossico in minima parte: pure junk-food a merenda, una bibita gassata, un "bicchierino" o due: perchè così il metabolismo si autoregola e non ti verrà più una fame malsana.
    Mentre tutte le diete troppo specifiche creano squilibri dannosi, sono adatte solo a certe persone con problemi, oppure da seguire temporaneamente: non hanno validità universale e nel tempo.

    Stupisce che le diete per gli atleti vietino carne di maiale o cibi elaborati, quindi. Il motivo della loro (parziale, direi) efficacia sta nella già salute ferrea dell'atleta, il suo stile di vita salutistico, a cui si aggiunge la facile digeribilità di queste diete.
    Ma per esempio fino agli anni 80, i calciatori inglesi bevevano birra e mangiavano arrosti e stinchi a pranzo e non mi pare che non corressero...
    Noi nutrizionisti lo diciamo da anni.

  9. #9
    Citazione Originariamente Scritto da FiglioDelDioOdino Visualizza Messaggio
    E' stata ormai smontata definitivamente l'idea che il grasso animale faccia male.
    Per chi era molto sospettoso ( per non dire un ossessionato complottista) tutta sta storia del contenuto di grassi, specialmente animali, puzzava di fregatura lontanto un chilometro.

    Il lardo di maiale per esempio è uno degli alimenti migliori che possiamo assumere.
    Ovviamente, come tutti gli alimenti, va assunto con misura.
    Tutti gli alimenti vanno assunti con misura, per esempio un alimento a cui nessun dietologo pone limiti è il pomodoro... ebbene troppo pomodoro causa calcoli ai reni. A Milano negli anni 60 c'era tipo una congrega di pomodoristi, ogni dì si abbuffavano allegramente di pomodori e correvano allegri per le strade proferendone lodi; dopo qualche anno han tutti avuto i calcoli, che non sono una cosa tanto simpatica.
    Il maiale non fa male quindi... ed è una bella notizia veramente. D'altronde è stato alla base dell'alimentazione europea da secoli se non millenni. Tanto per citare una delle sue proprietà è fonte di vitamina B12.
    Ovviamente sappiamo che il sale fa molto male se assunto in eccesso, quindi gli insaccati sono stati demonizzati; ma se fate un conto del fabbisogno giornaliero di sale, e intendete assumerlo solo con il salame, vedrete che potete mangiarne un bel pò di fette; salame tutti i giorni non è un problema se non assumete sale da altri cibi. Quindi anche i salumi sono sdoganati: è solo una questione di misura.
    Il grasso del prosciutto... beh quanti di noi da piccoli schifavamo il 'bianco' del crudo? Io pure. Certo, i gusti da bambini e da ragazzi sono particolari. Poi una volta cresciuti (per i nati negli anni 60 e 70) ecco che la medicina ci ha dato ragione: ahh vedi che il grasso, il bianco, del prosciutto fa male? Facevo bene a buttarlo... Facepalm... oggi sappiamo che era la parte migliore; come è sempre stato d'altronde. Mio zio di Modena mi guardava orrificato quando scartavo il grasso... manco lo davo al cane e mi incaxxavo se lui di nascosto glielo dava.
    Anche lo strutto non fa male, anzi è meglio dell'olio di oliva per certe ricette.
    L'olio extra vergine di oliva poi è un vero e proprio medicinale... eppure quando facevo palestra nel 1987 il mio allenatore consigliava pasta in bianco solo con un filo d'olio; insalata ma solo con un filo d'olio. Cavoli ma poi ti rimane fame e l'organismo quando hai fame innesca dei processi che non sono affatto salutari, va in stato di emergenza.
    D'altro canto ricordo i libri sulle diete dei bodybuilders professionisti: 2 polli arrosto al giorno + 1 litro di latte intero + altro che non ricordo... certo ha delle controindicazioni, ci vuole fegato.

    Alla fine la regola d'oro è mangia ciò che ti senti di mangiare - anche se funziona con persone con un pò di sale in zucca.
    Tra l'altro è il segreto di una delle ultime diete 'scoperte', che prevede, concede, pure l'assunzione di qualsiasi cibo anche tossico in minima parte: pure junk-food a merenda, una bibita gassata, un "bicchierino" o due: perchè così il metabolismo si autoregola e non ti verrà più una fame malsana.
    Mentre tutte le diete troppo specifiche creano squilibri dannosi, sono adatte solo a certe persone con problemi, oppure da seguire temporaneamente: non hanno validità universale e nel tempo.

    Stupisce che le diete per gli atleti vietino carne di maiale o cibi elaborati, quindi. Il motivo della loro (parziale, direi) efficacia sta nella già salute ferrea dell'atleta, il suo stile di vita salutistico, a cui si aggiunge la facile digeribilità di queste diete.
    Ma per esempio fino agli anni 80, i calciatori inglesi bevevano birra e mangiavano arrosti e stinchi a pranzo e non mi pare che non corressero...
    Io son d'accordo con la tua filosofia di vita, ma la fonte?

  10. #10
    Citazione Originariamente Scritto da 7vinte Visualizza Messaggio
    A me nelle fettine e nelle costate non piace il grasso
    Ma anche a me non piace in molti casi, non bisogna sforzarsi ma buttare il cibo è un sacrilegio per me quindi faccio spese oculate.
    Se prima la pelle del pollo la buttavo, ora la voglio croccante abbrustolita, facendone tutt'un boccone con la carne, così non è necessario nemmeno il condimento. Per il resto, almeno, se so che c'è del grasso non mi viene un senso di colpa e un'idea di malsanità: quel che mangiamo va assunto come in un rituale, è un connubio cosmico. Il cibo viene così 'purificato' dallo spirito e perde le sue qualità nefaste.


    Per chi chiede le fonti, sarebbero troppe; non mi son svegliato dall'oggi al domani grazie ad un link.
    Bmb è un nutrizionista e potete chiedere a lui...

    Uno degli ultimi personaggi che ho trovato è il mitico Panzironi ^^

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.



P. Iva 03003620600