Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Top 22 Stats
Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Pagina 5 di 5 PrimaPrima ... 345
Risultati da 41 a 42 di 42

  1. #41
    Junior Member L'avatar di Ruud
    Data Registrazione
    Aug 2014
    Messaggi
    141
    Ci sono due opposti estremismi, sia quello italofilo che quello esterofilo. Se devo pesare i due estremismi mi pare che in Italia si esageri di più con il secondo ad essere sincero. Mi ricorda il film "L'allenatore del pallone" dove anche solo l'idea di prendere un giocatore brasiliano (il mitico Aristoteles) sembrava garanzia di successo. Detto questo il vero grande problema è che i vivai italiani sono scaduti parecchio, sfornano giocatori abbastanza modesti e con poche qualità tecniche e pochissimi sono subito pronti a giocare ad alti livelli. Detto questo ci sono un sacco di pipponi stranieri che negli anni sono stati comprati senza alcun criterio per il solo fatto che sono stranieri, impedendo agli italiani del settore giovanile di crescere nel modo corretto. E' un sistema sbagliato all'origine, le giovanili non possono essere usate solo per le plusvalenze.

  2. # ADS
    Adv
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Messaggi
    Many
     

  3. #42
    Citazione Originariamente Scritto da Renegade Visualizza Messaggio
    Hai ragionissima. D'accordo al 100%. L'unico caso in cui si può puntare su un italiano è se non ci sono risorse e devi avere un cesso in rosa. A quel punto meglio un cesso italiano che straniero.


    Tra l'altro è proprio per gli italiani che abbiamo in rosa se abbiamo collezionato ottavo e decimo posto. Senza contare che il famoso progettino italiano è basato solo su cessi. La nazionalità non conta nulla. Ciò che conta è il valore di un calciatore. Se è forte, che sia cinese, belga o indiano poco importa.

    Che poi... si vuole puntare sugli italiani? Bene, di italiani forti e future promesse ce ne sono a bizzeffe: Verratti, Sirigu, Darmian, Florenzi, Marchisio, Rugani, Romagnoli, Berardi, Cataldi, Zappacosta, Gabbiadini, Candreva ecc.

    Ma no... Invece no. Qui si puntano i cessi del Genoa o del Cagliari.
    Nei videogame non conta e puoi fare il mix che ti pare, ma la realtà è diversa.
    Anche l' Inter del triplete non era sta accozzaglia di gente presa a caso, non era una babele: si parlava italiano nello spogliatoio. Lo zoccolo duro era quello argentino di razza caucasica, cioè discendenti di italiani e spagnoli.
    Alla fine ci sono pochi italiani bravi anche perchè ci son troppi stranieri, Spagna e Germania sono forti perchè nei loro campionati tutte le squadre hanno una base autoctona, mentre ormai se compri giocatori in Serie A devi comprare degli stranieri, magari si dovrebbe guardare all Serie B.

Pagina 5 di 5 PrimaPrima ... 345

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.