Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Top 22 Stats
Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 21

Discussione: Gullit e Rijkaard

  1. #1
    Senior Member L'avatar di Fabry_cekko
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Roma
    Messaggi
    21,791

    Gullit e Rijkaard

    Apro questo Topic perchè come sapete sono un giovincello e purtroppo non li ho mai visti giocare (solo qualche partita vecchia, alcuni video su di loro come i dvd sui 50 anni del pallone d'oro, alcuni filmati su Youtube ecc.ecc.), volevo sapere che razza di giocatori erano, che mentalità avevano, se se la facevano sotto nelle partite importanti (credo di no visto che proprio quì un utente aveva detto che Gullit prima della finale del 89 contro lo Steaua era andato dentro lo spogliatoio avversario guardandoli negli occhi), e come venivano considerati in Europa.
    Da quello che ho visto entrambi sembravano avere una marcia in più rispetto agli avversari (fisicamente erano mostruosi), tecnicamente anche.

    Altra domanda...ora vedete qualcuno tra i centrocampisti di oggi su quel livello?
    https://mmacornerblog.wordpress.com

  2. # ADS
    Adv
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Località
    Advertising world
    Messaggi
    Many
     

  3. #2
    2515
    Ospite
    Avevano gli attributi cubici ed erano delle macchine da guerra.
    Gullit sapeva interpretare qualsiasi ruolo a parte il portiere, sapeva giocare in difesa, a centrocampo e in attacco con efficacia simile in ogni ruolo, era il calcio totale. Per non parlare delle sue fucilate di testa, una volta su calcio d'angolo colpì a rete di testa. Il portiere parò il tiro spedendo la palla in angolo e Gullit gli fece un applauso. L'angolo seguente Gullit colpisce di nuovo e fa gol. Aveva uno strapotere fisico mostruoso, atleticamente un treno.

    Rijkaard era un centrocampista tecnico e fisico, il prototipo del centrocampista che al giorno d'oggi sfonda più facile e più facilmente riesce ad imporsi e a durare in ogni campionato di alto livello. Anche lui un'espressione del calcio totale, seppur non votato all'attacco come Gullit era votato in ogni ruolo.

    Sia Gullit che Rijkaard se non erro partirono dal ruolo di difensori, gradualmente hanno poi avanzato la propria posizione senza mai dimenticare ogni fondamento dei vari ruoli giocati, anzi continuando ad applicarli in ogni fase, sia in difesa che in attacco.

    Gullit era un giocatore "caldo", potente, aggressivo in campo, una furia. Era il partner ideale di Van Basten, suo opposto. Era come guardare insieme una tigre ed un cigno, lo strapotere fisico e l'entusiasmo di uno e l'eleganza e la freddezza dell'altro.

  4. #3
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Messaggi
    274
    gullit e stato uno dei miei primi idoli era di una potenza unica e possedeva anche una gran tecnica . a mio parere ad oggi l unico giocatore che sia piu o meno paragonabile e cristiano ronaldo . il portoghese segna di piu ma ruud era piu ecclettico poteva giocare in ogni ruolo . reijkaard un mostro del centrocampo qualita e quantita grande potenza fisica e anche piedi buoni per mettere assist per i compagni devastante quando si inseriva negli spazi basta guardare il goal nella finale di vienna contro il benfica . l unico giocatore che a tratti lo ricorda ma ancora per raggiungere il suo precedessore ne deve fare di strada e strottman .

  5. #4
    Junior Member L'avatar di zico
    Data Registrazione
    Oct 2013
    Messaggi
    192
    L'anno che arrivo' al milan dal psv giocava da centrale di centrocampo tanto che pensai che con l'acquisto di ancelotti avevamo un centrocampo completo, poi in amichevole a cesena ha giocato da ala e punta e mi ricordo che in quella trasferta ( allora le partite non venivano trasmesse) rimasi impressionato dalle doti fisiche abbinate alla tecnica. Ma la cosa piu' importante era la costanza e la concentrazione nel riscaldamento pre-partita, sembrava una macchina da guerra.. Un giocatore mostruoso che al milan non ha dato tutto causa i problemi fisici ed il brutto rapporto con capello.

  6. #5
    Senior Member L'avatar di Jino
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Veneto
    Messaggi
    38,303
    Ho cominciato a tifare Milan per Ruud... un animale, strapotere fisico abbinato alla tecnica, ma sopratutto aveva una mentalità impressionante.

  7. #6
    Senior Member L'avatar di Fabry_cekko
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Roma
    Messaggi
    21,791
    in Europa erano i migliori a centrocampo?
    https://mmacornerblog.wordpress.com

  8. #7
    Senior Member L'avatar di Splendidi Incisivi
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Napoli
    Messaggi
    30,745
    Citazione Originariamente Scritto da Jino Visualizza Messaggio
    Ho cominciato a tifare Milan per Ruud... un animale, strapotere fisico abbinato alla tecnica, ma sopratutto aveva una mentalità impressionante.
    E chi è? Ibra?

  9. #8
    Senior Member L'avatar di The Ripper
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    13,653
    Gullit: punta mostruosa. Adesso si dice che i giocatori offensivi sono i primi a dover aiutare in difesa: bene, Gullit lo faceva già 30 anni fa. E' il prototipo dell'attaccante moderno. Veloce, fisicamente impressionante, tecnica sopraffina, colpo di testa e potenza. Mentalità da leader, vincente nato, Campione assoluto. Non ricordo in quale partita, strappò il pallone dalle mani di Mannari perché voleva tirare un rigore: gli disse che era un pischello. Vera anche la storia che prese Capello dalla giacca, lo sollevò da terra e lo sbattè vicino al muro. Era l'idolo della folla, grazie anche al suo look. Giocatore IMMENSO. Semplicemente riusciva a fare anche reparto da solo. Van Basten era immenso come finalizzatore e aveva un'eleganza unica, ma Gullit sapeva fare tutto. Un treno. Difficile fare un paragone: assolutamente no Ibrahimovic....forse più Cristiano Ronaldo.

    Rijkaard lo ricordo meno, ma era un centrocampista favoloso, gran tecnica, gran tiro. Centrocampista tuttofare che correva come un dannato. L'ho amato meno di altri ma solo perché all'epoca stravedevo per altri giocatori (Gullit, MVB, Massaro, Baresi, Donadoni, Maldini) e perché io giocavo in attacco. Ma Rijkaard sì che aveva "la magia nei piedi" (cit.). Se devo fare un paragone direi un Vidal o un Pogba ma più elegante, anche se meno presente in zona gol rispetto al cileno. E quando segnava faceva gol pesanti. Strootman a volte lo ricorda, ma ne deva fare di strada.....

    entrambi erano macchina da guerra.

    in Europa erano i migliori a centrocampo?
    Gullit è un giocatore troppo offensivo per essere considerato centrocampista. Ma comunque sì, davvero complicato trovare di meglio in quei ruoli. Anche perché erano giocatori, come ti ho detto, che hanno anticipato i tempi (Gullit su tutti), per cui avevano caratteristiche che nessun altro aveva.

  10. #9
    Senior Member L'avatar di runner
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    7,206
    che dire io ho Gullit nel cuore!!

    oggi non ho tempo magari più avanti ti posso raccontare qualcosa.....che spettacolo di giocatori, entrambi!!

  11. #10
    Senior Member L'avatar di Fabry_cekko
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Roma
    Messaggi
    21,791
    Citazione Originariamente Scritto da The Ripper Visualizza Messaggio
    Gullit: punta mostruosa. Adesso si dice che i giocatori offensivi sono i primi a dover aiutare in difesa: bene, Gullit lo faceva già 30 anni fa. E' il prototipo dell'attaccante moderno. Veloce, fisicamente impressionante, tecnica sopraffina, colpo di testa e potenza. Mentalità da leader, vincente nato, Campione assoluto. Non ricordo in quale partita, strappò il pallone dalle mani di Mannari perché voleva tirare un rigore: gli disse che era un pischello. Vera anche la storia che prese Capello dalla giacca, lo sollevò da terra e lo sbattè vicino al muro. Era l'idolo della folla, grazie anche al suo look. Giocatore IMMENSO. Semplicemente riusciva a fare anche reparto da solo. Van Basten era immenso come finalizzatore e aveva un'eleganza unica, ma Gullit sapeva fare tutto. Un treno. Difficile fare un paragone: assolutamente no Ibrahimovic....forse più Cristiano Ronaldo.

    Rijkaard lo ricordo meno, ma era un centrocampista favoloso, gran tecnica, gran tiro. Centrocampista tuttofare che correva come un dannato. L'ho amato meno di altri ma solo perché all'epoca stravedevo per altri giocatori (Gullit, MVB, Massaro, Baresi, Donadoni, Maldini) e perché io giocavo in attacco. Ma Rijkaard sì che aveva "la magia nei piedi" (cit.). Se devo fare un paragone direi un Vidal più elegante, anche se meno presente in zona gol. E quando segnava faceva gol pesanti.

    entrambi erano macchina da guerra.


    Gullit è un giocatore troppo offensivo per essere considerato centrocampista. Ma comunque sì, davvero complicato trovare di meglio in quei ruoli. Anche perché erano giocatori, come ti ho detto, che hanno anticipato i tempi (Gullit su tutti), per cui avevano caratteristiche che nessun altro aveva.
    ha preso per la giacca Don Fabio??????

    in quegli anni non c'era pure Matthaus che poteva fargli concorrenza?
    https://mmacornerblog.wordpress.com

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.