Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Top 22 Stats
Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 31

  1. #21
    Senior Member L'avatar di Blu71
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Italia
    Messaggi
    16,001
    Demagogia e populismo allo stato puro.

  2. # ADS
    Adv
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Località
    Advertising world
    Messaggi
    Many
     

  3. #22
    Junior Member L'avatar di franko1986
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Salerno
    Messaggi
    155
    Il vero problema è il debito.

    Il debito e la crescita, che in occidente ha raggiunto (qualche anno fa) un ritmo insostenibile, portandoci a spendere più risorse di quanto la nostra economia sia in grado di produrre.

    Euro o non euro, se non abbattiamo il debito e se non iniziamo ad utilizzare le risorse necessarie e non in eccesso rispetto alle nostre capacità di produzione questa crisi non passerà mai.
    Sempre Viva

  4. #23
    Morto che parla
    Ospite
    Citazione Originariamente Scritto da Prinz Visualizza Messaggio
    Beh, i classici non andrebbero mai accantonati in nessun caso ed in nessun campo, ma semplicemente riaggiornati per come la vedo io. Io non sono un sostenitore dell'uscita autonoma ex abrupto dall'euro. Qualcosa però la si deve fare, prima che la situazione imploda da sola. Comunque dal 95 al 2007 il debito è calato del 20%. Il contesto sarà pure diverso, ma è chiaro che per giudicare la validità di determinati assunti mi baso anche sull'esperienza e perciò se mi dicono che vi è relazione di proporzionalità diretta tra svalutazione ed inflazione e poi vedo che nel 92 a fronte di una svalutazione l'inflazione è addirittura calata, qualche dubbio mi sorge.
    @Super_Lollo Non so se ti riferisci a me, ma io riconosco a Zenkerius una competenza di gran lunga superiore in materia, non fosse altro perché lui è del campo e io sono un umile giurista. Non ho paura di confrontarmi, perché non ho nemmeno paura di cambiare idea o ammettere di aver detto una boiata, laddove venissi puntualmente smentito...anzi, preferisco dialogare con chi ne sa di più, proprio per mettere alla prova le mie convinzioni, che non sono atto di fede. E comunque anch'io penso che i 5S siano dei gran caxxari
    La Peppa, "umile giurista". Una mosca bianca . Scherzi a parte, è un punto di vista che trovo validissimo.
    Non ho capito @Super_Lollo . Oltretutto, @Solo e io la pensiamo diversamente su alcune cose, ma visto che l'economia non è una scienza esatta, ho solo piacere a confrontarmi con qualcuno che la pensa non come me, ma che mi argomenta per bene tutti i suoi ragionamenti.

    - - - Aggiornato - - -

    Citazione Originariamente Scritto da franko1986 Visualizza Messaggio
    Il vero problema è il debito.

    Il debito e la crescita, che in occidente ha raggiunto (qualche anno fa) un ritmo insostenibile, portandoci a spendere più risorse di quanto la nostra economia sia in grado di produrre.


    Euro o non euro, se non abbattiamo il debito e se non iniziamo ad utilizzare le risorse necessarie e non in eccesso rispetto alle nostre capacità di produzione questa crisi non passerà mai.
    So true.

  5. #24
    Morto che parla
    Ospite
    Citazione Originariamente Scritto da Solo Visualizza Messaggio
    Ma qui si parte dal presupposto che trenta secondi dopo l'uscita la lira svaluta del 5000000000000000000000%, ma non è così.

    E con chi ce la giochiamo? Portogallo? Grecia? Non hanno minimamente un'industria al nostro livello. Intanto recuperiamo competitività nei confronti dei tedeschi, che sono il nostro concorrente principale sui mercati esteri.

    Per me possono anche uscire quelli del nord dall'euro, così evitiamo il collasso del cambio per i paesi del sud più deboli e gestiamo il processo con più calma.

    Ah, è adesso i bilanci non sono truccati invece... Infatti non sappiamo neanche i debiti nei confronti delle imprese...
    La Cina è un'opportunità, sei tu il primo a dirlo, e in ogni caso competere con la Cina con un cambio sopravvalutato non mi sembra d'aiuto.

    Che poi non capisco l'astio verso l'uscita, tanto è questione di QUANDO, non SE. E più aspettiamo peggio sarà.
    E' chiaro che parliamo di tassi di svalutazione ignoti, qui nessuno ha la sfera di cristallo.
    Io parlo soprattutto di realtà come Francia, Austria, volendo anche Spagna e Belgio, ma in generale tutto quello che non è Germania. Se la svalutazione fosse alta, non è così incredibile pensare di perdere terreno nei confronti di realtà ad oggi molto inferiori. Alla fine è tutta questione di cifre.
    Ma comunque, pure io sono per "l'uscita". E' solo questione di modalità.

    Riguardo alla Cina sai come la penso. Ad oggi, il problema per me non è valutario. Anche con una moneta debolissima costa troppo poco il lavoro da loro.

  6. #25
    Bannato
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Messaggi
    2,247
    Comunque su una cosa sono tutti daccordo, sia chi vuole uscire dall'euro sia chi ci vuole rimanere; il referendum è un idea poco intelligente

  7. #26
    Bannato
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    927
    Citazione Originariamente Scritto da franko1986 Visualizza Messaggio
    Il vero problema è il debito.

    Il debito e la crescita, che in occidente ha raggiunto (qualche anno fa) un ritmo insostenibile, portandoci a spendere più risorse di quanto la nostra economia sia in grado di produrre.

    Euro o non euro, se non abbattiamo il debito e se non iniziamo ad utilizzare le risorse necessarie e non in eccesso rispetto alle nostre capacità di produzione questa crisi non passerà mai.
    L'aumento esponenziale del livello di indebitamento privato è favorito anche dall'euro

  8. #27
    Member L'avatar di Solo
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    1,729
    Citazione Originariamente Scritto da Morto che parla Visualizza Messaggio
    E' chiaro che parliamo di tassi di svalutazione ignoti, qui nessuno ha la sfera di cristallo.
    Io parlo soprattutto di realtà come Francia, Austria, volendo anche Spagna e Belgio, ma in generale tutto quello che non è Germania. Se la svalutazione fosse alta, non è così incredibile pensare di perdere terreno nei confronti di realtà ad oggi molto inferiori. Alla fine è tutta questione di cifre.
    Ma comunque, pure io sono per "l'uscita". E' solo questione di modalità.

    Riguardo alla Cina sai come la penso. Ad oggi, il problema per me non è valutario. Anche con una moneta debolissima costa troppo poco il lavoro da loro.
    Ma non è vero che la svalutazione sarebbe ignota. Ci pensa il mercato a farla la svalutazione. Teoria della parità del potere d'acquisto: quant'è il gap d'inflazione che abbiamo accumulato con l'euro rispetto al nostro partner commerciale che è la Germania? Quella è la svalutazione.


  9. #28
    Citazione Originariamente Scritto da jaws Visualizza Messaggio
    Comunque su una cosa sono tutti daccordo, sia chi vuole uscire dall'euro sia chi ci vuole rimanere; il referendum è un idea poco intelligente
    e incostituzionale.

  10. #29
    Morto che parla
    Ospite
    Citazione Originariamente Scritto da Solo Visualizza Messaggio
    Ma non è vero che la svalutazione sarebbe ignota. Ci pensa il mercato a farla la svalutazione. Teoria della parità del potere d'acquisto: quant'è il gap d'inflazione che abbiamo accumulato con l'euro rispetto al nostro partner commerciale che è la Germania? Quella è la svalutazione.

    Scusa secondo te (lo dico da ignorante in questo caso specifico) non ci sono componenti legate ad agenzie di rating, aspettative, componenti (nel breve) psicologiche dei mercati ed altro, in gioco?
    Non ho capito poi perchè il gap lo conti solo sulla germania.
    Sono proprio domande per capire. Di macro ne mastico fino ad un certo punto.

  11. #30
    Member L'avatar di Solo
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    1,729
    Citazione Originariamente Scritto da Morto che parla Visualizza Messaggio
    Scusa secondo te (lo dico da ignorante in questo caso specifico) non ci sono componenti legate ad agenzie di rating, aspettative, componenti (nel breve) psicologiche dei mercati ed altro, in gioco?
    Non ho capito poi perchè il gap lo conti solo sulla germania.
    Sono proprio domande per capire. Di macro ne mastico fino ad un certo punto.
    Ci sarà sicuramente panico, panico che va governato, ma nel momento in cui l'economia riparte il panico svanirà velocemente. In ogni caso nessuna banca centrale straniera lascerebbe mai sprofondare il nostro cambio, non converrebbe a nessuno, quella parte di industria che ci resta farebbe faville all'estero.

    La svalutazione la calcoli così perché è il sistema che usano i mercati ("In Which Exchange Rate Models Do Forecasters Trust?" WP del FMI).

    Bagnai, Sapir,

    Altomonte
    Partendo dai dati Ocse armonizzati tra paesi, nel periodo 2000-2008, l'Italia registra un tasso medio di crescita annuo del Clup del 2,5%, la Francia dell'1,9% e la Germania dello 0,02 per cento. Non sorprende dunque, dato il cambio nominale fisso, che l'Italia perda in dieci anni circa 20 punti di "competitività" rispetto alla Germania, e circa 6 punti rispetto alla Francia.
    La svalutazione al massimo arriverà 30%, perché i fondamentali sono quelli.

Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.