Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Pagina 4 di 5 PrimaPrima ... 2345 UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 44
  1. #31
    Member
    Data Registrazione
    Apr 2019
    Messaggi
    1,470
    Ha capito perfettamente quello che vogliamo (la parte che allude a Sacchi) .
    Fino a pochi mesi fa pensavo che sarebbe bastato un vero allenatore per battagliare per il maledetto posto champions (con l'aggiunta di aluni giocatori fondamentali potremmo andare anche oltre il 4 posto), adesso direi che l'abbiamo. Buona fortuna mister

  2. #32
    Member L'avatar di James45
    Data Registrazione
    Jul 2017
    Località
    Milan
    Messaggi
    1,189
    Citazione Originariamente Scritto da Ema2000 Visualizza Messaggio
    Montella ha fallito, ma con lui non mi sono mai vergognato com'è capitato con Inzaghi, Mihalovic e Gattuso,

    ha detto le parole che devo sentire da un allenatore del Milan, poi il campo sarà buon giudice.
    Io invece mi sono vergognato con Montella e non con Mihalovic, ma conta poco

    Conta invece il voler tornare a un'idea di gioco che latita da troppo tempo, interpreti permettendo

  3. #33
    Citazione Originariamente Scritto da James45 Visualizza Messaggio
    Io invece mi sono vergognato con Montella e non con Mihalovic, ma conta poco

    Conta invece il voler tornare a un'idea di gioco che latita da troppo tempo, interpreti permettendo
    Infatti, strano che nessuno capisca che Michailovič e in parte seedorf hanno avuto un idea di calcio diverso,infatti con un approccio più diretta alla porta hanno avuto buoni risultati,cosa che ne Inzaghi ne brocchi ne Montella ne (aime) Gattuso hanno avuto non si può giocare bene se ci devi mettere 6000 passagini per arrivare in porta

    Sotto questo punto di vista Giampaolo sembra diverso...la palla viaggia con pochi tocchi e quasi sempre in verticale verso la porta avversaria

  4. #34
    Senior Member L'avatar di Lineker10
    Data Registrazione
    Jun 2017
    Messaggi
    10,199
    Citazione Originariamente Scritto da Jino Visualizza Messaggio
    E aggiungo, con uno come Giampaolo non ci potranno essere vie di mezzo che per esempio ci sono state con Gattuso. Questo o riapre un nuovo ciclo importante della storia del Milano oppure a novembre siamo a metà classifica e viene esonerato.
    Se non gli attrezziamo la squadra con coerenza sarà l'ennesimo capro espiatorio nel giro di poche settimane.

  5. #35
    Mi sto convincendo che sia una buona scelta questa, ma non si può esulare dal discorso che per fare un bel calcio servono calciatori di un certo livello.
    La Samp a tratti ha fatto un calcio bellissimo, che noi ci siamo sognati, ma poi dove è arrivata in classifica?
    giampaolo ha raggiunto piazzamenti da metà classifica perchè non è mai riuscito a dare continuità per tutta la stagione alle sue squadre.
    Qui bisogna capire di chi è la colpa, normale amministrazione? nel senso che è la normalità che le squadre medie abbiano picchi per poi crollare, mentre è eccezione (tipo leicester) che facciano stagioni eccezionali che le portano in zona champions o addirittura a vincere il campionato.
    Credo che in molti saranno pronti a sputare fuoco sul suo sguardo un po' così, sulle sue parole, sulla sua convinzione di proporre calcio se i risultati non arriveranno.
    In quel caso farà la fine di ogni altro allenatore, insulti vattene non ti vogliamo più etc etc.
    Però mi pare che sulla carta , a sentire anche le lodi fatte da anni da Sacchi e dall'ambiente dei mister che gli ha sempre riconosciuto di essere un top level, insomma sulla carta stavolta possiamo essere sereni.
    Ma senza i calciatori giusti per il suo gioco, senza una seconda punta forte capace di svariare e fare gioco ottimamente anche fuori area, siamo *******.
    E' imprescindibile cercare un giocatore del genere, da quello dipende la nostra stagione.
    Non mi intendo abbastanza di calcio mondiale per poter dire chi andare a prendere, Cutrone assolutamente no perchè nel dialogo coi compagni e nel gioco spalle alla porta è estremamente scarso al momento (al momento sottolineo, ha l'età per migliorare), Suso no perchè non ha il passo, non puoi imbastire una ripartenza veloce dando palla a Suso perchè sappiamo giù come va a finire.
    Poi i terzini devono avere carattere, questo deve essere l'anno dell'esplosione di Calabria sennò addios.
    E Conti deve tornare ad essere un calciatore.
    RR per me andrebbe ceduto finchè ha mercato.

  6. #36
    Casciavit L'avatar di hsl
    Data Registrazione
    Jun 2018
    Località
    Milan
    Messaggi
    151
    Mi fa effetto leggere delle dichiarazioni senza leggere in ogni riga di bava alla bocca, veleno, legnate sui denti e toccare con mano. Che dire. Benvenuto mister, mi auguro che tu possa lavorare al meglio e che riesca a raggiungere tutto quello che ti sei prefissato. Dopotutto le tue future fortune saranno anche le nostre.

    Forza Milan!
    "In un certo senso, forse, sono immortale."

  7. #37
    Citazione Originariamente Scritto da Admin Visualizza Messaggio
    Marco Giampaolo a MTV. Ecco le dichiarazioni riportate direttamente dal club rossonero:"Ho lavorato sodo, mi sono impegnato tanto per ottenere questa chance. Il Milan è il Club più titolato in
    Europa e uno dei più importanti. Per me è una grandissima opportunità, sono felice e motivato. Il percorso è stato lungo, sarà ancora lungo perché non c’è mai fine, non si finisce mai di costruire idee, progetti e cose; però, per il momento, sono contento di iniziare in questo grande Club e sono molto motivato. Devo dire che sono già riposato, non vedo l’ora di ricominciare! Boban e Maldini? Sono stato colpito dalla loro serietà, dalla loro competenza e passione. Maldini e Boban trasmettono il significato di Milan, di cosa significa giocare nel Milan, allenarlo o far parte di questo Club. Sono persone di livello e di spessore. Poi, una delle cose che gli ho detto è che ci conosceremo lavorando insieme perché adesso, magari, possiamo raccontarci di tutto ma le esperienze maturate giorno dopo giorno sul campo di
    lavoro poi affinano le interazioni tra gli uomini; la loro storia, però, racconta molto, così come la loro passione che è stata contagiosa. Il Milan? All’inizio ci perdevo spesso contro il Milan, ultimamente abbiamo ottenuto qualche vittoria, probabilmente perché allenavo squadre più competitive. Giocare a San Siro è sempre un’emozione particolare; da avversario per me ha significato questo e non a caso è la Scala del calcio, lo considero lo stadio più affascinante d’Italia se rimaniamo nell’ambito nazionale. Giocare a San Siro è sempre una grande emozione. Che campionato sarà? Negli ultimi anni è stato sempre più competitivo. Quest’anno col ritorno di Sarri e di Conte e comunque con tanti bravi allenatori in serie A, credo che sarà un campionato ancor più competitivo rispetto allo scorso. C’è stata un’inversione di tendenza, un cambio di mentalità da parte di tante squadre. Anche le piccole hanno l’ambizione di andarsela a giocare a San Siro tanto per stare in tema e quindi le differenze,
    alcune volte, sono sottili; gli equilibri sono spostati da piccole cose, alcuni particolari che possono fare la differenza. Lo ritengo un campionato impegnativo. Come sarà il Milan di Giampaolo? La storia del Milan racconta di un club e di una squadra che ha sempre ricercato la bellezza, l’estetica oltre che il risultato. O meglio, raggiungere il risultato attraverso la bellezza del gioco perché il Milan ha cultura di gioco. Il Club rossonero ha vinto titoli proponendo calcio, adesso non ho la presunzione di paragonarmi a quel Milan ma quello deve essere l’obiettivo. La mission, la visione deve essere quella di giocare un calcio appetibile e affascinante e poi, attraverso quel calcio, arrivare a vincere le partite. In quanto a cultura, penso di essere in un Club dove c’è conoscenza di cosa significhi giocare a calcio, perché è stato abituato in questo modo. Milanello? Sono ansioso anche di entrare dentro Milanello, ho sempre sentito parlare benissimo delle strutture, dell’organizzazione, della possibilità di lavorare bene e quindi probabilmente anticiperò di qualche giorno la data del raduno per prendere conoscenza con l’ambiente rossonero il prima possibile”.
    Speriamo bene. Certo è che se non gli diamo una squadra decente sarà l'ennesimo parafulmine di una stagione disastrosa.
    Il rosso e il nero,due colori comuni,una passione unica!
    #WeAreACMilan

    "Ricordiamoglielo al mondo chi eravamo e che potremmo ritornare!" (Tiziano Ferro ai milanisti)

    #Vivalesocietànormali

    "Digo lo que pienso,tómame como soy. No intentes amarrarme, ni dominarme, yo soy quien elige como equivocarme."
    (Shakira)

  8. #38
    Senior Member L'avatar di Super_Lollo
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    31,230
    Citazione Originariamente Scritto da Admin Visualizza Messaggio
    Marco Giampaolo a MTV. Ecco le dichiarazioni riportate direttamente dal club rossonero:"Ho lavorato sodo, mi sono impegnato tanto per ottenere questa chance. Il Milan è il Club più titolato in
    Europa e uno dei più importanti. Per me è una grandissima opportunità, sono felice e motivato. Il percorso è stato lungo, sarà ancora lungo perché non c’è mai fine, non si finisce mai di costruire idee, progetti e cose; però, per il momento, sono contento di iniziare in questo grande Club e sono molto motivato. Devo dire che sono già riposato, non vedo l’ora di ricominciare! Boban e Maldini? Sono stato colpito dalla loro serietà, dalla loro competenza e passione. Maldini e Boban trasmettono il significato di Milan, di cosa significa giocare nel Milan, allenarlo o far parte di questo Club. Sono persone di livello e di spessore. Poi, una delle cose che gli ho detto è che ci conosceremo lavorando insieme perché adesso, magari, possiamo raccontarci di tutto ma le esperienze maturate giorno dopo giorno sul campo di
    lavoro poi affinano le interazioni tra gli uomini; la loro storia, però, racconta molto, così come la loro passione che è stata contagiosa. Il Milan? All’inizio ci perdevo spesso contro il Milan, ultimamente abbiamo ottenuto qualche vittoria, probabilmente perché allenavo squadre più competitive. Giocare a San Siro è sempre un’emozione particolare; da avversario per me ha significato questo e non a caso è la Scala del calcio, lo considero lo stadio più affascinante d’Italia se rimaniamo nell’ambito nazionale. Giocare a San Siro è sempre una grande emozione. Che campionato sarà? Negli ultimi anni è stato sempre più competitivo. Quest’anno col ritorno di Sarri e di Conte e comunque con tanti bravi allenatori in serie A, credo che sarà un campionato ancor più competitivo rispetto allo scorso. C’è stata un’inversione di tendenza, un cambio di mentalità da parte di tante squadre. Anche le piccole hanno l’ambizione di andarsela a giocare a San Siro tanto per stare in tema e quindi le differenze,
    alcune volte, sono sottili; gli equilibri sono spostati da piccole cose, alcuni particolari che possono fare la differenza. Lo ritengo un campionato impegnativo. Come sarà il Milan di Giampaolo? La storia del Milan racconta di un club e di una squadra che ha sempre ricercato la bellezza, l’estetica oltre che il risultato. O meglio, raggiungere il risultato attraverso la bellezza del gioco perché il Milan ha cultura di gioco. Il Club rossonero ha vinto titoli proponendo calcio, adesso non ho la presunzione di paragonarmi a quel Milan ma quello deve essere l’obiettivo. La mission, la visione deve essere quella di giocare un calcio appetibile e affascinante e poi, attraverso quel calcio, arrivare a vincere le partite. In quanto a cultura, penso di essere in un Club dove c’è conoscenza di cosa significhi giocare a calcio, perché è stato abituato in questo modo. Milanello? Sono ansioso anche di entrare dentro Milanello, ho sempre sentito parlare benissimo delle strutture, dell’organizzazione, della possibilità di lavorare bene e quindi probabilmente anticiperò di qualche giorno la data del raduno per prendere conoscenza con l’ambiente rossonero il prima possibile”.
    Veleno ? Ne abbiamo ?
    Gattuso : " il giorno che arrivò Kaka a Milanello ci guardammo tutti in faccia chiedendoci chi fosse quello sfigato con gli occhialini ,due ore dopo iniziammo la partitella. Primo pallone toccato da Kaka mi salta come nulla fosse arriva davanti a Nesta si sposta la palla e spara un missile all incrocio dei pali. Che ci crediate o meno in quel momento capii che avremmo rivinto la Champions guidati da quello sfigato con gli occhialini "

  9. #39
    Senior Member L'avatar di pazzomania
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Località
    Bergamo
    Messaggi
    10,883
    Citazione Originariamente Scritto da Lineker10 Visualizza Messaggio
    Se non gli attrezziamo la squadra con coerenza sarà l'ennesimo capro espiatorio nel giro di poche settimane.
    Ho già i pop-corn pronti per i commenti infatti
    pazzomania non è assolutamente un omaggio a quel paracarro Pazzini :)

  10. #40
    Senior Member L'avatar di Jino
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Veneto
    Messaggi
    44,787
    Citazione Originariamente Scritto da Lineker10 Visualizza Messaggio
    Se non gli attrezziamo la squadra con coerenza sarà l'ennesimo capro espiatorio nel giro di poche settimane.
    Ormai ho perso il conto da quante stagioni il Milan ha una rosa allestita male, ne carne ne pesce, buchi tattici spaventosi. Hai ragione, se non gli prendono 3-4 elementi chiave per il 4-3-1-2 che non abbiamo in rosa è il preludio all'ennesimo capro espiatorio.

Pagina 4 di 5 PrimaPrima ... 2345 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.



P. Iva 03003620600