Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Top 22 Stats
Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Pagina 1 di 6 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 51

  1. #1
    Bannato
    Data Registrazione
    Apr 2015
    Messaggi
    1,875

    Gazzetta: Berlusconi venderà il 35%

    Come riporta la Gazzetta dello Sport, a firma Pasotto e Pagliara, l'amore per la sua creatura ancora una volta ha preso il sopravvento. Secondo la rosea, il presidente per ora sarebbe alla ricerca soltanto di un socio di minoranza che gli consenta di costruire un grande Milan e la dichiarazione di qualche tempo fa ("sono pronto a cedere anche la maggioranza") è stata spazzata via. Ma non è un colpo di scena. Navigando tra gli archivi, riemergono i comunicati Fininvest che affermano proprio ciò. Ma soprattutto, riemerge l'esclusiva di Milan World, che mesi fa aveva proprio parlato di un ingresso morbido spalmato su tre anni (Esclusiva MW: il 75% del Milan in Cina. Ecco l’articolo integrale.).
    La rosea, tuttavia, non collega Richard Lee con il governo cinese. Infatti secondo la Gazzetta, Lee sarebbe stato a capo di una cordata cino-americana ormai uscita di scena. Nel frattempo l'offerta di Bee per il 60% rimane congelata. Dunque rimarrebbe il filo diretto con il presidente Xi e il governo di Pechino.
    Quest'ultimo, secondo la Gazzetta, sarebbe disponibile ad un ingresso morbido e Berlusconi, quindi, avrebbe deciso di cedere inizialmente un 35% a due condizioni: chi entra dovrà sborsare 200-250M per il calciomercato. E in secondo luogo, l'attuale management dovrà restare al suo posto (Barbara-Galliani). Quando il governo di Pechino troverà l'acquirente, Silvio resterà al comando, almeno inizialmente. E nella testa dell'ex premier sta nascendo un sogno: un mercato sontuoso da condividere con il nuovo socio, per permettere al Milan di tornare a trionfare già nella stagione 2015/2016. Guarda caso, la stagione in cui festeggerà i 30 anni alla guida del club.





    Come riportato dalla Gazzetto dello Sport, Silvio Berlusconi avrebbe deciso di vendere solamente una minoranza del Milan intorno al 35% con il patto di salire negli anni. Barbara e Galliani confermati anche con il nuovo proprietario, il quale nelle idee del presidente dovrà immettere un capitale tra i 200 e i 250 milioni per rafforzare la squadra.

  2. # ADS
    Adv
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Messaggi
    Many
     

  3. #2
    O Animal L'avatar di O Animal
    Data Registrazione
    Aug 2013
    Messaggi
    5,169
    Hahahahaha... Trovalo il pollo che ti regala 250 milioni per avere una minoranza di una società in Italia...

    Come minimo ci sarebbero chiari patti parasociali per una cessione futura delle quote ma qui mi sembra sempre più il teatro dell'assurdo...

  4. #3
    Citazione Originariamente Scritto da franck3211 Visualizza Messaggio
    Come riportato dalla Gazzetto dello Sport, Silvio Berlusconi avrebbe deciso di vendere solamente una minoranza del Milan intorno al 35% con il patto di salire negli anni. Barbara e Galliani confermati anche con il nuovo proprietario, il quale nelle idee del presidente dovrà immettere un capitale tra i 200 e i 250 milioni per rafforzare la squadra.
    Come riporta la Gazzetta dello Sport, a firma Pasotto e Pagliara, l'amore per la sua creatura ancora una volta ha preso il sopravvento. Secondo la rosea, il presidente per ora sarebbe alla ricerca soltanto di un socio di minoranza che gli consenta di costruire un grande Milan e la dichiarazione di qualche tempo fa ("sono pronto a cedere anche la maggioranza") è stata spazzata via. Ma non è un colpo di scena. Navigando tra gli archivi, riemergono i comunicati Fininvest che affermano proprio ciò. Ma soprattutto, riemerge l'esclusiva di Milan World, che mesi fa aveva proprio parlato di un ingresso morbido spalmato su tre anni (Esclusiva MW: il 75% del Milan in Cina. Ecco l’articolo integrale.).
    La rosea, tuttavia, non collega Richard Lee con il governo cinese. Infatti secondo la Gazzetta, Lee sarebbe stato a capo di una cordata cino-americana ormai uscita di scena. Nel frattempo l'offerta di Bee per il 60% rimane congelata. Dunque rimarrebbe il filo diretto con il presidente Xi e il governo di Pechino.
    Quest'ultimo, secondo la Gazzetta, sarebbe disponibile ad un ingresso morbido e Berlusconi, quindi, avrebbe deciso di cedere inizialmente un 35% a due condizioni: chi entra dovrà sborsare 200-250M per il calciomercato. E in secondo luogo, l'attuale management dovrà restare al suo posto (Barbara-Galliani). Quando il governo di Pechino troverà l'acquirente, Silvio resterà al comando, almeno inizialmente. E nella testa dell'ex premier sta nascendo un sogno: un mercato sontuoso da condividere con il nuovo socio, per permettere al Milan di tornare a trionfare già nella stagione 2015/2016. Guarda caso, la stagione in cui festeggerà i 30 anni alla guida del club.
    Ultima modifica di Il Re dell'Est; 17-05-2015 alle 09:33
    Con il Milan nel sangue, nella mente e nel cuore.

  5. #4
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    Come riporta la Gazzetta dello Sport, a firma Pasotto e Pagliara, l'amore per la sua creatura ancora una volta ha preso il sopravvento. Secondo la rosea, il presidente per ora sarebbe alla ricerca soltanto di un socio di minoranza che gli consenta di costruire un grande Milan e la dichiarazione di qualche tempo fa ("sono pronto a cedere anche la maggioranza") è stata spazzata via. Ma non è un colpo di scena. Navigando tra gli archivi, riemergono i comunicati Fininvest che affermano proprio ciò. Ma soprattutto, riemerge l'esclusiva di Milan World, che mesi fa aveva proprio parlato di un ingresso morbido spalmato su tre anni (Esclusiva MW: il 75% del Milan in Cina. Ecco l’articolo integrale.).
    Il Governo di Pechino, secondo la Gazzetta, sarebbe disponibile ad un ingresso morbido e Berlusconi, quindi, avrebbe deciso di cedere inizialmente un 35% a due condizioni: chi entra dovrà sborsare 200-250M per il calciomercato. E in secondo luogo, l'attuale management dovrà restare al suo posto (Barbara-Galliani). Quando il governo di Pechino troverà l'acquirente, Silvio resterà al comando, almeno inizialmente. E nella testa dell'ex premier sta nascendo un sogno: un mercato sontuoso da condividere con il nuovo socio, per permettere al Milan di tornare a trionfare già nella stagione 2015/2016. Guarda caso, l'anno in cui festeggerà i 30 anni alla guida del club.
    Va benissimo, tanto si firmerebbero patti vincolanti in cui dopo tot chi entra in minoranza passa in maggioranza. Siamo tornati all'idea iniziale, probabilmente mai abbandonata, e ciò rientrerebbe anche nel disegno egocentrico di un personaggio che vuole lasciare da vincente. Festeggiare qualcosa nella stagione in cui compie i 30 anni di presidenza sarebbe perfetto per lui, ma in estate servirebbero davvero i botti di capodanno. E dubito che Silvio voglia contribuirci di tasca propria.
    Ultima modifica di Il Re dell'Est; 17-05-2015 alle 09:23
    Con il Milan nel sangue, nella mente e nel cuore.

  6. #5
    Bannato
    Data Registrazione
    Apr 2015
    Messaggi
    1,875
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    Va benissimo, tanto si firmerebbero patti vincolanti in cui dopo tot chi entra in minoranza passa in maggioranza. Siamo tornati all'idea iniziale, probabilmente mai abbandonata, e ciò rientrerebbe anche nel disegno egocentrico di un personaggio che vuole lasciare da vincente. Festeggiare qualcosa nell'anno in cui compie i 30 anni di presidenza sarebbe perfetto per lui, ma in estate servirebbero davvero i botti di capodanno. E dubito che Silvio voglia contribuirci di tasca propria.
    Tra l'altro sarebbe l'idea più praticabile quella di non cedere tutto subito, diciamo la più realistica.

  7. #6

    Gazzetta: Berlusconi venderà il 35%

    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    Come riporta la Gazzetta dello Sport, a firma Pasotto e Pagliara, l'amore per la sua creatura ancora una volta ha preso il sopravvento. Secondo la rosea, il presidente per ora sarebbe alla ricerca soltanto di un socio di minoranza che gli consenta di costruire un grande Milan e la dichiarazione di qualche tempo fa ("sono pronto a cedere anche la maggioranza") è stata spazzata via. Ma non è un colpo di scena. Navigando tra gli archivi, riemergono i comunicati Fininvest che affermano proprio ciò. Ma soprattutto, riemerge l'esclusiva di Milan World, che mesi fa aveva proprio parlato di un ingresso morbido spalmato su tre anni (Esclusiva MW: il 75% del Milan in Cina. Ecco l’articolo integrale.).
    Il Governo di Pechino, secondo la Gazzetta, sarebbe disponibile ad un ingresso morbido e Berlusconi, quindi, avrebbe deciso di cedere inizialmente un 35% a due condizioni: chi entra dovrà sborsare 200-250M per il calciomercato. E in secondo luogo, l'attuale management dovrà restare al suo posto (Barbara-Galliani). Quando il governo di Pechino troverà l'acquirente, Silvio resterà al comando, almeno inizialmente. E nella testa dell'ex premier sta nascendo un sogno: un mercato sontuoso da condividere con il nuovo socio, per permettere al Milan di tornare a trionfare già nella stagione 2015/2016. Guarda caso, l'anno in cui festeggerà i 30 anni alla guida del club.
    Mi va tutto bene, tranne la permanenza di Galliani.
    Ma sono disposto a ingoiare il rospo: il tempo e la coerenza giocano a suo sfavore.
    Se SB ce la farà sarebbe un colpo magistrale.
    Come ho sempre affermato, l'Esclusiva MW: il 75% del Milan in Cina è e rimane la Bibbia della trattativa.

  8. #7
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    Come riporta la Gazzetta dello Sport, a firma Pasotto e Pagliara, l'amore per la sua creatura ancora una volta ha preso il sopravvento. Secondo la rosea, il presidente per ora sarebbe alla ricerca soltanto di un socio di minoranza che gli consenta di costruire un grande Milan e la dichiarazione di qualche tempo fa ("sono pronto a cedere anche la maggioranza") è stata spazzata via. Ma non è un colpo di scena. Navigando tra gli archivi, riemergono i comunicati Fininvest che affermano proprio ciò. Ma soprattutto, riemerge l'esclusiva di Milan World, che mesi fa aveva proprio parlato di un ingresso morbido spalmato su tre anni (Esclusiva MW: il 75% del Milan in Cina. Ecco l’articolo integrale.).
    La rosea, tuttavia, non collega Richard Lee con il governo cinese. Infatti secondo la Gazzetta, Lee sarebbe stato a capo di una cordata cino-americana ormai uscita di scena. Nel frattempo l'offerta di Bee per il 60% rimane congelata. Dunque rimarrebbe il filo diretto con il presidente Xi e il governo di Pechino.
    Quest'ultimo, secondo la Gazzetta, sarebbe disponibile ad un ingresso morbido e Berlusconi, quindi, avrebbe deciso di cedere inizialmente un 35% a due condizioni: chi entra dovrà sborsare 200-250M per il calciomercato. E in secondo luogo, l'attuale management dovrà restare al suo posto (Barbara-Galliani). Quando il governo di Pechino troverà l'acquirente, Silvio resterà al comando, almeno inizialmente. E nella testa dell'ex premier sta nascendo un sogno: un mercato sontuoso da condividere con il nuovo socio, per permettere al Milan di tornare a trionfare già nella stagione 2015/2016. Guarda caso, la stagione in cui festeggerà i 30 anni alla guida del club.
    Notizia aggiornata con i dettagli sulle cordate, in contrasto con quanto riportato da questo portale mesi fa.
    Con il Milan nel sangue, nella mente e nel cuore.

  9. #8
    Senior Member L'avatar di Djici
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Liège
    Messaggi
    10,990
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    Come riporta la Gazzetta dello Sport, a firma Pasotto e Pagliara, l'amore per la sua creatura ancora una volta ha preso il sopravvento. Secondo la rosea, il presidente per ora sarebbe alla ricerca soltanto di un socio di minoranza che gli consenta di costruire un grande Milan e la dichiarazione di qualche tempo fa ("sono pronto a cedere anche la maggioranza") è stata spazzata via. Ma non è un colpo di scena. Navigando tra gli archivi, riemergono i comunicati Fininvest che affermano proprio ciò. Ma soprattutto, riemerge l'esclusiva di Milan World, che mesi fa aveva proprio parlato di un ingresso morbido spalmato su tre anni (Esclusiva MW: il 75% del Milan in Cina. Ecco l’articolo integrale.).
    La rosea, tuttavia, non collega Richard Lee con il governo cinese. Infatti secondo la Gazzetta, Lee sarebbe stato a capo di una cordata cino-americana ormai uscita di scena. Nel frattempo l'offerta di Bee per il 60% rimane congelata. Dunque rimarrebbe il filo diretto con il presidente Xi e il governo di Pechino.
    Quest'ultimo, secondo la Gazzetta, sarebbe disponibile ad un ingresso morbido e Berlusconi, quindi, avrebbe deciso di cedere inizialmente un 35% a due condizioni: chi entra dovrà sborsare 200-250M per il calciomercato. E in secondo luogo, l'attuale management dovrà restare al suo posto (Barbara-Galliani). Quando il governo di Pechino troverà l'acquirente, Silvio resterà al comando, almeno inizialmente. E nella testa dell'ex premier sta nascendo un sogno: un mercato sontuoso da condividere con il nuovo socio, per permettere al Milan di tornare a trionfare già nella stagione 2015/2016. Guarda caso, la stagione in cui festeggerà i 30 anni alla guida del club.
    Se trova un pollo disposto a spendere tra i 200 e i 250 mln per rinforzare la squadra mi potrebbe anche andare bene ma sinceramente non ci credo.
    Uno spendo sui 300 mln per il 35% delle quote + 250 mln per il calciomercato... e Silvio dovrebbe comunque ripianare i quasi 100 mln di bucco creato da Galliani.

    Impossibile

  10. #9
    Citazione Originariamente Scritto da osvaldobusatti Visualizza Messaggio
    Mi va tutto bene, tranne la permanenza di Galliani.
    Ma sono disposto a ingoiare il rospo: il tempo e la coerenza giocano a suo sfavore.
    Se SB ce la farà sarebbe un colpo magistrale.
    Come ho sempre affermato, l'Esclusiva MW: il 75% del Milan in Cina è e rimane la Bibbia della trattativa.
    Ho aggiornato la notizia, secondo la Gazzetta Lee non c'entrerebbe nulla con il governo di Pechino. Ovviamente a noi risulta il contrario, viste le foto e la notizia di Next Magazine che abbiamo pubblicato. (nell'incontro di marzo ad Arcore erano presenti Lee, APECF, Silvio e Pink).
    Lee è stato soltanto l'intermediario iniziale, quindi è logico che adesso sia uscito di scena e lasci trattare direttamente i due interlocutori. Il fatto che fosse a capo di una cordata cino-americana sinceramente è la prima volta che lo leggo in giro. E neanche in Cina non si è mai parlato di ciò (altrimenti sarebbe uscito fuori).
    Ultima modifica di Il Re dell'Est; 17-05-2015 alle 09:49
    Con il Milan nel sangue, nella mente e nel cuore.

  11. #10
    Senior Member L'avatar di 7AlePato7
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Messaggi
    5,577
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    Come riporta la Gazzetta dello Sport, a firma Pasotto e Pagliara, l'amore per la sua creatura ancora una volta ha preso il sopravvento. Secondo la rosea, il presidente per ora sarebbe alla ricerca soltanto di un socio di minoranza che gli consenta di costruire un grande Milan e la dichiarazione di qualche tempo fa ("sono pronto a cedere anche la maggioranza") è stata spazzata via. Ma non è un colpo di scena. Navigando tra gli archivi, riemergono i comunicati Fininvest che affermano proprio ciò. Ma soprattutto, riemerge l'esclusiva di Milan World, che mesi fa aveva proprio parlato di un ingresso morbido spalmato su tre anni (Esclusiva MW: il 75% del Milan in Cina. Ecco l’articolo integrale.).
    La rosea, tuttavia, non collega Richard Lee con il governo cinese. Infatti secondo la Gazzetta, Lee sarebbe stato a capo di una cordata cino-americana ormai uscita di scena. Nel frattempo l'offerta di Bee per il 60% rimane congelata. Dunque rimarrebbe il filo diretto con il presidente Xi e il governo di Pechino.
    Quest'ultimo, secondo la Gazzetta, sarebbe disponibile ad un ingresso morbido e Berlusconi, quindi, avrebbe deciso di cedere inizialmente un 35% a due condizioni: chi entra dovrà sborsare 200-250M per il calciomercato. E in secondo luogo, l'attuale management dovrà restare al suo posto (Barbara-Galliani). Quando il governo di Pechino troverà l'acquirente, Silvio resterà al comando, almeno inizialmente. E nella testa dell'ex premier sta nascendo un sogno: un mercato sontuoso da condividere con il nuovo socio, per permettere al Milan di tornare a trionfare già nella stagione 2015/2016. Guarda caso, la stagione in cui festeggerà i 30 anni alla guida del club.
    Va bene la permanenza di Berlusconi come presidente onorario e anche di Barbara. Ma la testa di Galliani la voglio, altrimenti devono mandarlo a pulire i cessi di Milanello. Ma penso che un incapace del genere anche lì sarebbe in grado di fallire. È un accollo questo Galliani.
    [B]10 Giugno 2013[/B] ----> Galliani: "Carlitos non mi tradisce"

    [B]26 Giugno 2013[/B] ----> Tevez è un giocatore della Juventus

Pagina 1 di 6 123 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.