Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Top 22 Stats
Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Pagina 4 di 4 PrimaPrima ... 234
Risultati da 31 a 36 di 36

Discussione: È morto Pino Daniele

  1. #31
    Senior Member L'avatar di Blu71
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Italia
    Messaggi
    16,001
    La salma di Pino Daniele, come comunicato dal tg5, dopo i funerali a Roma di domani, sarà trasferita a Napoli per rendere possibili il saluto dei napoletani.

  2. # ADS
    Adv
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Località
    Advertising world
    Messaggi
    Many
     

  3. #32
    Member L'avatar di de sica
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    SMPE
    Messaggi
    4,648
    I grandi se ne vanno sempre prima.. per me Pino resta uno dei migliori musicisti italiani di sempre, oltre che egregio cantante.
    R.I.P
    [SIGPIC][IMG=sdfsdfsdfsdfsdf]http://img7.imageshack.us/img7/1672/sdfsdfsdfsdfsdf.png[/IMG][/SIGPIC]

  4. #33
    Senior Member L'avatar di Blu71
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Italia
    Messaggi
    16,001
    A Napoli in Piazza Plebiscito in più di 50.000 per Pino Daniele.

  5. #34
    Citazione Originariamente Scritto da Renegade Visualizza Messaggio
    Concordo. Come Cantante più che altro aveva un timbro molto particolare e raro che risultava piacevole, ma nulla di più. Come Chitarrista, invece, era pazzesco. Comunque persona simpatica, anche se non cantante del mio genere.

    Riposa in Pace.

    Mi chiedo comunque cosa stia succedendo. Muore il fratello di De Sica, muore Mango, muore Pino Daniele. Tutti a poca distanza l'uno dall'altro e tutti nel mondo della musica. Neanche con Morrison, Hendrix e altri mi sovvengono casi simili.
    Credo che nel caso di Pino si tenda a sopravvalutare il lato chitarristico, a scapito di altre componenti del suo talento anche più importanti. Intendiamoci, Pino era un chitarrista eccellente, di grande sensibilità e gusto, pur non essendo un virtuoso. Ma era prima di tutto un autore sublime, un grande coordinatore di talenti, un musicista a tutto tondo. Ovviamente quando parlo in questi termini non mi riferisco al Pino sciatto e pallida ombra di se stesso post-infarto, ma alla fase che va da Terra Mia a Bella 'mbriana (77-83), che è quella che lo consegna alla storia della musica italiana e non solo (pur essendo comunque rimasto quantomeno dignitoso fino al 92). Ascoltando quei solchi, non si può non rimanere impressionati dalla qualità della scrittura, sofisticata e a tratti anche complessa nelle progressioni armoniche più "jazzate", ma senza mai perdere in orecchiabilità. Così come non può lasciare indifferenti l'originalità e la novità della proposta musicale, nella sua fusione di elementi disparatissimi, dalla tradizione melodica napoletana, al blues, al jazz, al funky, alla fusion. Da questo punto di vista nessuno come lui è stato capace di inglobare con tale credibilità elementi allogeni rispetto alla tradizione italiana. Ma quello che colpisce con assoluta immediatezza è la perfezione formale e stilistica, l'estrema cura per i dettagli negli arrangiamenti e nella produzione del suono, assolutamente inusitata in un panorama italiano dominato quasi totalmente da artisti con scarso riguardo rispetto a tali componenti. Ascoltando un dico come Vai mo', se non ci fosse Pino a declamare versi in dialetto napoletano, si potrebbe tranquillamente pensare che sia stato registrato dagli Steely Dan o da un gruppo fusion americano, invece era un pugno di (talentuosissimi) ragazzi napoletani. Non suonano come dischi "italiani", è raro trovare una tale attenzione per l'aspetto formale in Italia. Sotto questo profilo sono sempre stato convinto ci sia più MUSICA (quella "suonata", quella fatta da gente che sa cosa distingue una croma da una biscroma e una tonica da una dominante) in dischi come Nero a metà e Vai mo', che in gran parte del resto della musica leggera italiana del periodo. Ascoltare un brano come Viento e terra per capire cosa intendo: un pezzo raffinatissimo, scritto, arrangiato, registrato e suonato divinamente da un ensemble in stato di grazia. Ovviamente, non per me che lo intendo perfettamente, ma per molti, può risultare ostico l'uso del dialetto, ma sono fermamente convinto che pezzi come Yes I know my way in italiano suonerebbero di melma, il dialetto si adattava perfettamente al tipo di proposta musicale di Pino. Quanto poi al timbro vocale, benché Pino non abbia mai avuto un timbro particolarmente bello ed eufonico, c'è da dire che negli anni d'oro non aveva ancora quella vocina che molti trovano odiosa ed irritante, e che presumibilmente gli è venuta in seguito ai problemi di salute, ma una voca un attimino più calda e sanguigna. Basta ascoltare l'incisione originale di Je so pazzo per rendersene conto.

  6. #35
    Senior Member L'avatar di Blu71
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Italia
    Messaggi
    16,001
    La Procura di Roma ha aperto un fascicolo contro ignoti per la morte di Pino Daniele. L'ipotesi di reato è omicidio colposo. Disposta l'autopsia.

  7. #36
    Senior Member L'avatar di Blu71
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Italia
    Messaggi
    16,001
    In onda su Canale5 un omaggio a Pino Daniele.

Pagina 4 di 4 PrimaPrima ... 234

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.