Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Top 22 Stats
Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Risultati da 1 a 7 di 7

  1. #1
    Junior Member L'avatar di Basileuon
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Messaggi
    254

    Diluzione quote come funziona

    Allora quando una società cerca nuovi capitali, soprattutto per le aziende quotate in borsa, mette una certa parte del 100% delle quote della società in vendita ad un prezzo x. Tutti coloro che prima detenevano delle quote della società vedono la loro parte diluirsi in rapporto con la quantità di quote messe sul mercato, quindi non è l'azionista che decidere se e quante quote mettere, ma tutti lo fanno in egual misura.
    Questo si fa quando una società ha bisogno di liquidità e ne è a corto nonostante il valore immateriale sia magari molto elevato come nel caso del Milan. Inoltre quando una società effettua un'operazione di fundraising è vero che gli azionisti perdono una parte delle loro quote, ma è anche vero che se la quotazione dei titoli è andata bene sul mercato la società avrà incrementato il suo valore e le quote quindi salgono insieme. Per fare un esempio concreto: chi aveva il 10% di Google 10 anni fa queste avevano un valore di, facciamo, 100k dollari, oggi dopo tantissime diluzioni di azioni questa stessa persona magari si trova "solo" l'1% di Google, ma in mano ha qualcosa che vale un miliardo o giù di li.
    Spero di essere stato chiaro... nel caso sono a disposizione!


    Ho scritto questo post perchè so che molti non si chiedevano come funzionasse

  2. # ADS
    Adv
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Messaggi
    Many
     

  3. #2
    Senior Member L'avatar di Jino
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Veneto
    Messaggi
    38,313
    Molto interessante, sarà contento il signor Gatti ad esempio

  4. #3
    Senior Member L'avatar di Djici
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Liège
    Messaggi
    10,987
    Citazione Originariamente Scritto da Basileuon Visualizza Messaggio
    Allora quando una società cerca nuovi capitali, soprattutto per le aziende quotate in borsa, mette una certa parte del 100% delle quote della società in vendita ad un prezzo x. Tutti coloro che prima detenevano delle quote della società vedono la loro parte diluirsi in rapporto con la quantità di quote messe sul mercato, quindi non è l'azionista che decidere se e quante quote mettere, ma tutti lo fanno in egual misura.
    Questo si fa quando una società ha bisogno di liquidità e ne è a corto nonostante il valore immateriale sia magari molto elevato come nel caso del Milan. Inoltre quando una società effettua un'operazione di fundraising è vero che gli azionisti perdono una parte delle loro quote, ma è anche vero che se la quotazione dei titoli è andata bene sul mercato la società avrà incrementato il suo valore e le quote quindi salgono insieme. Per fare un esempio concreto: chi aveva il 10% di Google 10 anni fa queste avevano un valore di, facciamo, 100k dollari, oggi dopo tantissime diluzioni di azioni questa stessa persona magari si trova "solo" l'1% di Google, ma in mano ha qualcosa che vale un miliardo o giù di li.
    Spero di essere stato chiaro... nel caso sono a disposizione!


    Ho scritto questo post perchè so che molti non si chiedevano come funzionasse
    OK.

    Parto subito dicendo che di economia ne capisco ben poco.
    Mi puoi spiegare quali sono le differenze tra un azionariato popolare (come si era parlato qualche giorno fa con la cordata Lee) e essere quotati in borsa.

    E nel caso ci sia una quotazione in borsa, chi e che decide se li azionisti devono mettere soldi per comprare giocatori (aumento di capitale ?)... insomma non e che se le previsioni sono brutte li azionisti si sbrigano di cedere le quote cosi non devono "ripianare" le perdite create da Galliani

  5. #4
    Junior Member L'avatar di Basileuon
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Messaggi
    254
    Citazione Originariamente Scritto da Djici Visualizza Messaggio
    OK.

    Parto subito dicendo che di economia ne capisco ben poco.
    Mi puoi spiegare quali sono le differenze tra un azionariato popolare (come si era parlato qualche giorno fa con la cordata Lee) e essere quotati in borsa.

    E nel caso ci sia una quotazione in borsa, chi e che decide se li azionisti devono mettere soldi per comprare giocatori (aumento di capitale ?)... insomma non e che se le previsioni sono brutte li azionisti si sbrigano di cedere le quote cosi non devono "ripianare" le perdite create da Galliani
    L'azionariato popolare o anche crowdfunding si può fare anche senza quotare in borsa la società, il meccanismo è il medesimo. In tutti e due i casi ne il popolo ne i grandi azionisti hanno potere decisionale sulle scelte societarie tranne per il fatto che durante le assemblee degli azionisti viene scelto il consiglio di amministrazione e tutte le cariche di AD, DS, DT etc
    Il problema della borsa sta proprio qua: se agli azionisti non va bene come viene gestita la società può decidere di vendere parte del suo pacchetto azionario in autonomia, ma se lo fa ad un prezzo più basso rispetto a quello che ha pagato il valore della società intera cala e altri azionisti sono portati a vendere per paura di vedere calare il valore nominale delle quote.

  6. #5
    Senior Member L'avatar di Djici
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Liège
    Messaggi
    10,987
    Citazione Originariamente Scritto da Basileuon Visualizza Messaggio
    Il problema della borsa sta proprio qua: se agli azionisti non va bene come viene gestita la società può decidere di vendere parte del suo pacchetto azionario in autonomia, ma se lo fa ad un prezzo più basso rispetto a quello che ha pagato il valore della società intera cala e altri azionisti sono portati a vendere per paura di vedere calare il valore nominale delle quote.
    E sto Bee crede di fare soldi mettendo la societa in borsa e lasciando Galliani al suo posto ?
    Quando arrivera il primo bilancio con una perdita di 40 milioni le azioni le regalerano... e forse non troverano nemmeno chi accetta di prenderle gratis

  7. #6
    Junior Member L'avatar di Basileuon
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Messaggi
    254
    Citazione Originariamente Scritto da Djici Visualizza Messaggio
    E sto Bee crede di fare soldi mettendo la societa in borsa e lasciando Galliani al suo posto ?
    Quando arrivera il primo bilancio con una perdita di 40 milioni le azioni le regalerano... e forse non troverano nemmeno chi accetta di prenderle gratis
    Beh ovviamente verranno ripianati i debiti e si solidificherà prima la rosa della squadra... fate conto che il Dortmund da quando si è quotata in borsa ha guadagnato il 200% del suo valore!

  8. #7
    Senior Member L'avatar di Djici
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Liège
    Messaggi
    10,987
    Citazione Originariamente Scritto da Basileuon Visualizza Messaggio
    Beh ovviamente verranno ripianati i debiti e si solidificherà prima la rosa della squadra... fate conto che il Dortmund da quando si è quotata in borsa ha guadagnato il 200% del suo valore!
    OK, quindi la quotazione in borsa si fara solo l'anno prossimo... una volta che ci sara una rosa vera.
    Qualcuno sa come sono andate le altre squadre quotate in borsa ?

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.