Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Top 22 Stats
Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Pagina 1 di 7 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 64

  1. #1
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    12,837

    Crisi Milan: perché non se ne parla?

    7° posto in classifica. Con Atalanta e Cesena (due squadra in zona retrocessione) e il Verona, siamo la squadra che non vince da 5 turni (4 pareggi e una sconfitta, 4 punti su 15 disponibili). Il complessivo in campionato è di 4 vittorie, sei pareggi e due sconfitte. 18 punti su 36, la metà. Media di 1,5 punti a partita. Nell'ultimo mese abbiamo giocato più partite che punti fatti, con una media 0,8 punti a partita.

    Con una media 1,5 punti a partita si arriva a fine campionato con 57 punti, che l'anno scorso corrispondevano esattamente al 7° posto, ovvero fuori anche dall'EL.

    Eppure, se in passato altri allenatori erano già sulla graticola, ora niente. Inzaghi sembra saldo al suo posto e di crisi Milan sembra non parlarsene. Basti considerare il titolo della Gazzetta dopo il 2-2 della Samo, una cosa tipo "Il Milan si rialza". Ma com'è possibile?

  2. # ADS
    Adv
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Messaggi
    Many
     

  3. #2
    Renegade
    Ospite
    Non è ovvio? Semplicemente Inzaghi rappresenta il profilo perfetto di allenatore marionetta, aziendalista e Yes-Man. Altri allenatori, oltre a costare maggiormente, avrebbero una personalità propria che li porterebbe talvolta ad alienarsi dalle imposizioni della società rossonera. Dunque rimarrà ben saldo, forse pure più di Ferguson.

    Inoltre la maggior parte della stampa è formata da servi della gleba che seguono la voce che impone il padrone. E non è un discorso politico, filo-comunista, pseudo-fascista. E' semplicemente la realtà dei fatti. Come all'epoca era stato imposto di attaccare Seedorf nonostante i grandi risultati in campo, ora è stato imposto di non attaccare l'immagine di Pippo nonostante i pessimi risultati.

    La situazione rimarrà tale fino alla completa disfatta rossonera, un disfacimento che dovrebbe superare la nona posizione in classifica. Per quanto scarsi, ahimé, dubito accadrà.

    Pippo stesso, ieri, a Cielo, ha affermato che lui non guarda la classifica perché non conta, adducendo che l'unica cosa che conta è che la società sia felice.

    Più chiaro di così...

  4. #3
    Ale
    Ospite
    Citazione Originariamente Scritto da Louis Gara Visualizza Messaggio
    7° posto in classifica. Con Atalanta e Cesena (due squadra in zona retrocessione) e il Verona, siamo la squadra che non vince da 5 turni (4 pareggi e una sconfitta, 4 punti su 15 disponibili). Il complessivo in campionato è di 4 vittorie, sei pareggi e due sconfitte. 18 punti su 36, la metà. Media di 1,5 punti a partita. Nell'ultimo mese abbiamo giocato più partite che punti fatti, con una media 0,8 punti a partita.

    Con una media 1,5 punti a partita si arriva a fine campionato con 57 punti, che l'anno scorso corrispondevano esattamente al 7° posto, ovvero fuori anche dall'EL.

    Eppure, se in passato altri allenatori erano già sulla graticola, ora niente. Inzaghi sembra saldo al suo posto e di crisi Milan sembra non parlarsene. Basti considerare il titolo della Gazzetta dopo il 2-2 della Samo, una cosa tipo "Il Milan si rialza". Ma com'è possibile?
    perche la società è tornata a comportarsi da società: cioe' protegge l'allenatore, a tutti i livelli, anche quelli piu oscuri con i contatti con la stampa, dove nessuno osa mettere in discussione " l' allenatore" del Milan.

  5. #4
    Senior Member L'avatar di Splendidi Incisivi
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Napoli
    Messaggi
    30,773
    Citazione Originariamente Scritto da Renegade Visualizza Messaggio
    Non è ovvio? Semplicemente Inzaghi rappresenta il profilo perfetto di allenatore marionetta, aziendalista e Yes-Man. Altri allenatori, oltre a costare maggiormente, avrebbero una personalità propria che li porterebbe talvolta ad alienarsi dalle imposizioni della società rossonera. Dunque rimarrà ben saldo, forse pure più di Ferguson.

    Inoltre la maggior parte della stampa è formata da servi della gleba che seguono la voce che impone il padrone. E non è un discorso politico, filo-comunista, pseudo-fascista. E' semplicemente la realtà dei fatti. Come all'epoca era stato imposto di attaccare Seedorf nonostante i grandi risultati in campo, ora è stato imposto di non attaccare l'immagine di Pippo nonostante i pessimi risultati.

    La situazione rimarrà tale fino alla completa disfatta rossonera, un disfacimento che dovrebbe superare la nona posizione in classifica. Per quanto scarsi, ahimé, dubito accadrà.

    Pippo stesso, ieri, a Cielo, ha affermato che lui non guarda la classifica perché non conta, adducendo che l'unica cosa che conta è che la società sia felice.

    Più chiaro di così...
    Penso possa rappresentare seriamente un nuovo Ferguson, in negativo però. Roba che resterà sulla nostra panchina una decina di anni non vincendo assolutamente niente e collezionando soltanto posizioni tra il settimo e il quinto posto.
    Probabilmente quest'anno non andremo neanche in Europa e alla società sta bene così, pensate se Pippo, l'anno prossimo, anche soltanto per errore, centrasse l'Europa League, Galliani imporrebbe ai suoi servi i caroselli mediatici e via un altro anno sulla panchina, fino alla fine dei Berlusconi.
    Credo che con Pippo la società abbia fatto bingo, hanno trovato finalmente l'uomo che cercavano, con Leonardo gli capitò un bolscevico, con Allegri purtroppo i risultati sono stati troppo gravi per continuare a tenerlo in panca e con Seedorf gli è capitato un secondo bolscevico. Adesso mettendo a tacere la stampa tutto fila liscio come l'olio e questo Milan malato terminale sembra un atleta in salute.

  6. #5
    Renegade
    Ospite
    Citazione Originariamente Scritto da Splendidi Incisivi Visualizza Messaggio
    Penso possa rappresentare seriamente un nuovo Ferguson, in negativo però. Roba che resterà sulla nostra panchina una decina di anni non vincendo assolutamente niente e collezionando soltanto posizioni tra il settimo e il quinto posto.
    Probabilmente quest'anno non andremo neanche in Europa e alla società sta bene così, pensate se Pippo, l'anno prossimo, anche soltanto per errore, centrasse l'Europa League, Galliani imporrebbe ai suoi servi i caroselli mediatici e via un altro anno sulla panchina, fino alla fine dei Berlusconi.
    Credo che con Pippo la società abbia fatto bingo, hanno trovato finalmente l'uomo che cercavano, con Leonardo gli capitò un bolscevico, con Allegri purtroppo i risultati sono stati troppo gravi per continuare a tenerlo in panca e con Seedorf gli è capitato un secondo bolscevico. Adesso mettendo a tacere la stampa tutto fila liscio come l'olio e questo malato terminale sembra un atleta in salute.
    Povero Milan.
    E aggiungo che è già pronta la soluzione qualora Pippo dovesse fallire in modo tremendo, verso il nono-decimo posto e cose così che diverrebbero ingiustificabili. Verrebbe esonerato per costrizione ed al suo posto sarebbe inserito Brocchi, non a caso chiamato ad allenare la primavera. Brocchi vedrebbe la panchina del Milan con ancor più servilismo di Pippo stesso. Qualora poi fallisse anche Brocchi, si passerà a qualcun altro che sia un fac simile. E tutto si susseguirà in un circolo vizioso che non troverà fine fino a quando non vi sarà la fine dei Berlusconi stessa.

  7. #6
    Senior Member L'avatar di Roten1896
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Brisbane
    Messaggi
    18,277
    Citazione Originariamente Scritto da Louis Gara Visualizza Messaggio
    7° posto in classifica. Con Atalanta e Cesena (due squadra in zona retrocessione) e il Verona, siamo la squadra che non vince da 5 turni (4 pareggi e una sconfitta, 4 punti su 15 disponibili). Il complessivo in campionato è di 4 vittorie, sei pareggi e due sconfitte. 18 punti su 36, la metà. Media di 1,5 punti a partita. Nell'ultimo mese abbiamo giocato più partite che punti fatti, con una media 0,8 punti a partita.

    Con una media 1,5 punti a partita si arriva a fine campionato con 57 punti, che l'anno scorso corrispondevano esattamente al 7° posto, ovvero fuori anche dall'EL.

    Eppure, se in passato altri allenatori erano già sulla graticola, ora niente. Inzaghi sembra saldo al suo posto e di crisi Milan sembra non parlarsene. Basti considerare il titolo della Gazzetta dopo il 2-2 della Samo, una cosa tipo "Il Milan si rialza". Ma com'è possibile?
    La vera domanda è: perché i tifosi del Milan vorrebbero che si parlasse di crisi? mah...

  8. #7
    Senior Member L'avatar di Splendidi Incisivi
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Napoli
    Messaggi
    30,773
    Citazione Originariamente Scritto da Renegade Visualizza Messaggio
    E aggiungo che è già pronta la soluzione qualora Pippo dovesse fallire in modo tremendo, verso il nono-decimo posto e cose così che diverrebbero ingiustificabili. Verrebbe esonerato per costrizione ed al suo posto sarebbe inserito Brocchi, non a caso chiamato ad allenare la primavera. Brocchi vedrebbe la panchina del Milan con ancor più servilismo di Pippo stesso. Qualora poi fallisse anche Brocchi, si passerà a qualcun altro che sia un fac simile. E tutto si susseguirà in un circolo vizioso che non troverà fine fino a quando non vi sarà la fine dei Berlusconi stessa.
    Sono d'accordo, io ormai ho messo l'anima in pace, penso che da qui ad un'altra decina di anni non ci libereremo della famiglia Berlusconi, padre e figlia compresa e spero di non essermi tenuto anche troppo stretto...

  9. #8
    Bannato
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    Milano
    Messaggi
    12,887
    Trovo inutile attaccare Pippo, nonostante i suoi limiti,

    Primo si sapeva che doveva fare 1/2 anni di gavetta, poi possiamo eventualmente discutere la società se è il caso di fargliela fare o prendere un allenatore già esperto, io direi che in questo momento storico senza ambizioni ne obiettivi va bene anche lui.

    Secondo basta guardarsi in giro,
    2 allenatori ottimi per l'ambiente in cui allenano: Donadoni e Ventura, stanno facendo fatica, dopo che gli hanno smantellato le squadre,
    mentre l'impresentabile Allegri di colpo sembra diventato un guru della panchina.
    quello che voglio dire è che la rosa conta più degli allenatori

  10. #9
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    12,837
    Citazione Originariamente Scritto da Roten1896 Visualizza Messaggio
    La vera domanda è: perché i tifosi del Milan vorrebbero che si parlasse di crisi? mah...
    Perchè è quella la situazione. Bisogna dire le cose come stanno e i responsabili devono rispondere di quello che stanno facendo.
    E' ridicolo il fatto che sembra stia andando tutti bene...

  11. #10
    Renegade
    Ospite
    Citazione Originariamente Scritto da tifoso evorutto Visualizza Messaggio
    quello che voglio dire è che la rosa conta più degli allenatori
    Tant'è vero che la Juventus nel 2011 aveva in rosa gente come Estigarribia, Pepe, Matri, Quagliarella, Borriello, però è riuscita a vincere il campionato da imbattuta. L'allenatore conta più della rosa.

Pagina 1 di 7 123 ... UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.