Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Top 22 Stats
Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Pagina 15 di 15 PrimaPrima ... 5131415
Risultati da 141 a 149 di 149
  1. #141
    Senior Member L'avatar di willcoyote85
    Data Registrazione
    Oct 2018
    Messaggi
    8,550
    Citazione Originariamente Scritto da Lineker10 Visualizza Messaggio
    Conferenza patetica.

    Sul piano dei contenuti c'era da immaginarselo, alla fine che potevano dire... ma pure i toni mi sono parsi dimessi e funerei.

    Il punto più basso quando Pioli ha detto: il mio motto è vincere. Manco parlassimo di Mourinho o Guardiola... avrà vinto si è no un torneo di briscola.

    Per il resto a me è parso chiaro che sia stato Boban il responsabile di tutto, dalle sue parole si è capito che lui non avesse nessuna intenzione di proseguire con Giampaolo. Comunque nessuno convinto di Pioli, evidente. Della serie, l'importante è togliersi di mezzo Giampaolo poi chi viene viene al suo posto. C'era Pioli e abbiamo preso lui. Io ho avuto questa impressione.

    Unica cosa che mi è parsa interessante quando Gazidis ha detto che da oggi sarà più presente e coinvolto per spiegarci che modello ha in mente la proprietà e che piani ci sarebbero. Bah, sono curioso proprio di vedere. Aspettative basse ovviamente.
    non è un'impressione...

    comunque noto che pioli ti piace ahahahahahah. mi aspetto a breve una recensione di come gioca. così da farmi un'idea.
    #juveout

  2. #142
    Senior Member L'avatar di willcoyote85
    Data Registrazione
    Oct 2018
    Messaggi
    8,550
    Citazione Originariamente Scritto da Zosimo2410 Visualizza Messaggio
    Bisogna vedere anche se quelli che adesso sono in nazionale riescono a "fidelizzarsi" in 2 giorni...

    chi è rimasto a Milanello?
    guardacaso, suso ahahahahaha
    #juveout

  3. #143
    Member
    Data Registrazione
    Feb 2015
    Messaggi
    2,461
    Citazione Originariamente Scritto da willcoyote85 Visualizza Messaggio
    ma come cavolo si fa a paragonare pioli con ranieri? ranieri lo puoi paragonare a spalletti semmai...
    Credo, è una mia idea per lo meno, che il problema sia l'età di Ranieri che porta a vederlo in declino, un po' come accade con Ancelotti.
    Certo, posso sbagliare, ma il curriculum di Ranieri parla da solo e supera quello di Spalletti anche solo per il miracolo inglese che lo trasporta al livello di Sacchi a momenti... quindi immagino che gli altri stiano esprimendo una valutazione non in senso assoluto ma considerando i 68 anni del tecnico.

  4. #144
    Moderatore
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    25,145
    Citazione Originariamente Scritto da Admin Visualizza Messaggio
    La conferenza di presentazione di Stefano Pioli, nuovo allenatore del Milan. Di seguito, tutte le dichiarazioni

    Gazidis:"Buongiorno a tutti e benvenuti. Scusatemi se parlo in inglese sto lavorando per migliorare il mio italiano. Capisco molto ma non riesco ancora a parlare con la precisione che vorrei. Tra sei mesi sono sicuro che sarò capace. Per prima cosa vorrei ringraziare Giampaolo. E' un bravissimo mister avrà una grande carriera. Questa decisione è stata presa da tutti insieme. Capiamo la frustrazione dei nostri fan. Il Milan si è trovato in difficoltà pensano che non riusciremo a riprenderci ma stiamo intraprendendo un viaggio. Noi amiamo la nostra squadra. Abbiamo eredidato un club che abbiamo dovuto salvare dalla bancarotta e dalla possibile Serie D come il Parma. Abbiamo affrontare difficoltà che ci hanno portato all'esclusione dalle coppe. E' una strada difficile. Faremo ancora errori ma voglio assicurarvi che noi siamo determinati . Vogliamo che il Milan torni al top. Faremo degli errori ma li correggeremo. Siamo ambiziosi e vogliamo investire in uno stadio da 1,2 mld per competere nello stage mondiale. E' un sentiero difficile ma troveremo il modo di farcela. Abbiamo migliorato la squadra con ulteriori investimenti in estate. Siamo uno dei primi sei investitori al mondo. I tifosi capiranno la qualità dei nuovi acquisti. Al momento 4 punti ci separano dalla posizione di prim'ordine. C'è tempo per correggere la corsa. Abbiamo preso un mister esperto che può far migliorare i nostri giocatori".

    Boban:"Il cambio di allenatore è una sconfitta per tutti ma abbiamo preso una decisione che riteniamo giusta, come quella presa in estate. Faccio un in bocca al lupo a Stefano. La contestazione? Dispiace. Io ho fatto partite in cui facevo schifo poi segnavo e tutti applaudivamo. Se poi ci sarà un muro, allora si uscirà con dignità. Siamo gli inizi e crediamo di poter fare tante cose per il Milan. I tifosi hanno il diritto di far presente il loro discontento. Spalletti? Validissimo allenatore ma la nostra scelta è Stefano Pioli. Sappiamo che non siamo la miglior squadra in Italia ma sicuramente meglio di quella che si è vista fino ad ora. E pensiamo che Pioli possa far renderla meglio. Abbiamo preso in considerazione anche Garcia e Blanc? Abbiamo preso in considerazione gli allenatori liberi. Ma i due nominati non sono stati trattati. Siamo andati decisi su Pioli, che conosce il calcio italiano. Ho detto che noi vorremmo vincere ma Elliott ha una visione diversa? Parole che sono state potenziate. Costruttive ma anche normali. Chi è calciatore resta sempre competitivo. Certo che voglio vincere, altrimenti come la vivi? Elliott pensa a tempi un pò più lunghi ma è normale. Non è loro o noi. I nostri tempi sono più da sportivi, ma non si può fare tutto subito. C'è il FPF. Deluso dai tifosi? No, mi hanno dato tanto e spero che mi ridaranno altrettanto al più presto. Quale scelta di mercato avrei cambiato? Con Paolo e Ricjy siamo tutto il giorno a vedere le possibilità. Qualche giocatore di esperienza ci verrebbe molto utile come detto. Siamo quelli che siamo, siamo convinti che possiamo fare meglio a prescindere dall'esperienza".

    Pioli:"Mi preparo con grande entusiasmo con grande passione. Con la convinzione di poter fare un ottimo lavoro. Il Milan ha ottime potenzialità. La società ha dimostrato di credere in me. I tifosi hanno diritto di critica. Per me è uno stimolo ulteriore. Dovrò cominciare a lavorare sulla testa, sulal disposizione in campo. Sulle idee che vogliono trasmettere alla squadra. Cercherò di sfruttare ogni istante per preparare la partita col Lecce. Giampaolo? Ottimo allenatore ma ha idee diverse dalle mie. Dovrò essere bravo a far arrivare queste mie idee alla squadra. Sono sicuro che partiamo da un buon livello. So di un gruppo professionale anche a livello morale. Marco ha lavorato bene e trovo cultura del lavoro. Vorrei far giocare alla squadra un calcio che loro sentono positivo. Se sono nel Milan hanno le qualità per essere qui. Devo dargli la forza per mettere in campo le loro qualità. Idee, intensità e spregiudicatezza i miei tre principi. I social? Ognuno è libero di esprimere la propria opinione. Ma preferisco chi dice le cose guardandoti negli occhi. Io interista? Ero bambino. giudici dovranno essere si quello che farò non su quello che sono stato da bambino. Siamo il Milan lotteremo per raggiungere i migliori risultati. Abbiamo un passato glorioso e dobbiamo avere un presente all'altezza delle nostre possibilità. Ci sono difficoltà ma vanno superate per diventare una squadra unita e coesa. Io normalizzatore? Mi sento un insegnante. Migliorare singolarmente i giocatori per far crescere il collettivo. Dobbiamo fare un ottimo lavoro, ci sono condizioni, strutture, ambiente, appoggio della società. Dobbiamo fare di tutto per riconquistare i nostri tifosi, passionali ed esigenti. Dobbiamo essere all'altezza. Su cosa mi sento di dover intervenire rapidamente? Ho visto tutte le partite del Milan. Mi interessa vedere i giocatori, entrare nelle loro teste. Che diano il massimo. Sono molto esigente con me stesso e con i giocatori. Non sopporto la superficialità. Abbiamo un campionato davanti ancora. Subentro a 31 partite dalla fine. C'è tanto spazio per fare bene. Il tempo deve essere il nostro alleato. Possiamo arrivare ancora quarti? Noi dobbiamo lottare per cercare di andare in champions. Ci sono qualità tecniche e fisiche importanti per fare un calcio propositivo ed efficace. Dovremo lottare contro squadre forti e ben preparate con organici importanti. Dobbiamo avere coraggio, consapevoli delle difficoltà che dobbiamo superare. So che tipo di interpretazione voglio dare io. Quando un giocatore va in campo e si trova bene coi principi, poi siamo pronto a dare tutto. Come evitare il brutto alla prima difficoltà, come accaduto all'Inter' Non si possono comparare le situazioni. Cambiano gli interpreti e l'ambiente. Devo conoscere il prima possibile i giocatori per poter fare un ottimo lavoro. Come si fa a far tornare a segnare Piatek? E' un bomber. Spesse volte l'attaccante è condizionato dal lavoro della squadra. Più avremo giocatori in area e più ci saranno occasioni per far gol. Paquetà? E'una mezzala di qualità e quantità. Mi piace spostare le posizione dei giocatori durante la partita. A volte starà a centrocampo a volte tra le linee. Mi piacciono centrocampisti di qualità, di inserimento, che possono concludere. Leao? Ha un potenziale importante di altissimo livello. Non sono in grado di dire se sarà un punto fermo. Deve dare il massimo tutti i giorni. Io sceglierò i migliori? Suso? E' un giocatore di qualità che bisogna mettere in condizione di affrontare l'uno contro uno. Per il Milan la giusta miscela sarà giocare di qualità con intensità. Giocare un calcio propositivo molto passa dalla fase difensiva. Voglio interpretarla come se fosse una fase d'attacco: essere aggressivi e portare via il pallone all'avversario il prima possibile. Modulo? I numeri interessano a voi. A me interessano i principi di gioco. Abbiamo determinate caratteristiche che intendo sfruttare. In questi giorni guarderò più il Lecce delle vecchie partite del Milan. Siamo il Milan giochiamo la prossima a SAn Siro. Ci vuole solo grande determinazione. Dobbiamo fare una grande partita e vincere la prima gara. Il mio slogan? Vincere. Testa alta, testa bassa... bisogna vincere. Che mister sono caratterialmente? Esigente ma curo molto i rapporti individuali. Io voglio che i miei giocatori diano il massimo. Abbiamo potenzialità per fare un bel lavoro. No agli egoismi si al lavoro di squadra. In passato in certi frangenti ho mollato la presa. Ora non lo rifarò più.".

    Maldini:"Dispiace per l'esonero di Marco. E' una scelta ponderata, condivisa. Era una scelta giusta quella di Giampaolo. Poi ci siamo resi conto che la cosa non funzionava. Decisione difficile che ci fa capire che noi vogliamo essere protagonisti in questa stagione. Non possiamo considerarla persa. Abbiamo scelto un allenatore di esperienza, che ha avuto esperienza con grandi squadre. La contestazione? Siamo tranquilli abbiamo fatto scelte ponderate in linea con le direttive della società. Sappiamo che non dobbiamo vincere la Champions. La nostra presenza è una garanzia. Non siamo qui ad aspettare dieci anni per vincere qualcosa. La faccia ce la mettiamo. Abbiamo preso in mano la nostr vita a 16 anni. La viviamo in modo sereno. I giocatori bloccati non sono frutto solo di un modulo. Alcuni giocatori possono essere bloccati anche dall'ambiente stesso. Io ho difeso Giampaolo? L'ho difeso fino a quando abbiamo deciso di cambiarlo. Abbiamo un campionato davanti e possiamo cambiare le sorti di questa stagione"

    Massara:"Cosa non ha funzionato con Giampaolo? Marco ha messo tutto se stesso. E noi con lui. Ci siamo interrogati sulle cose che non hanno funzionato. Abbiamo ritenuto che ci fossero margini per poter migliorare e che potessero essere sviluppati da Pioli".
    Vergognoso Gazidis che dopo un anno non riesce nemmeno a fare un monologo con un foglio davanti in italiano. Dimostra la sua totale poca voglia nell'imparare l'italiano in una società italiana.

    Maldini e Boban stanno nel pianeta dei draghi, sembrano davvero che siano convinti della loro scelta...contenti loro.

    Massara si conferma il nuovo Rocco Maiorino. Il DS più inutile del mondo.

  5. #145
    Member
    Data Registrazione
    Feb 2015
    Messaggi
    2,461
    Citazione Originariamente Scritto da Tifo'o Visualizza Messaggio
    Vergognoso Gazidis che dopo un anno non riesce nemmeno a fare un monologo con un foglio davanti in italiano. Dimostra la sua totale poca voglia nell'imparare l'italiano in una società italiana.

    Maldini e Boban stanno nel pianeta dei draghi, sembrano davvero che siano convinti della loro scelta...contenti loro.

    Massara si conferma il nuovo Rocco Maiorino. Il DS più inutile del mondo.
    Ti dico, a me che non parli italiano mi frega poco, trovo che abbia ben altri problemi da affrontare. Quello che non mi piace è che il suo intervento è totalmente inutile. Da un pezzo ci si aspetta che si presenti davanti alle telecamere a chiarire la linea societaria una volta per tutte, poi può farlo anche in francese o mandarino. Voglio sapere quali sono i fondi che abbiamo a disposizione e come intendono usarli. I suoi commenti su Giampaolo e Pioli li trovo alla stregua di quelli che potrebbe dare mio nonno al bar.

  6. #146
    Bannato
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    10,922
    Citazione Originariamente Scritto da diavoloINme Visualizza Messaggio
    Dai , come pioli ce ne stanno quanti ne vuoi di allenatori.
    Io non ce l'ho con pioli in se ma con ciò che rappresenta questa scelta : siamo passati dalla gestione pane e salame di gattuso alla ricerca del grande gioco e ora alla gestione aziendale di pioli.
    Siccome in genere la scelta dell'allenatore dipende dalla qualità e dalla considerazione che si ha della rosa : ma per maldini e boban questa rosa si allena o si gestisce??
    Perchè ancora non l'ho capito.
    A mio parere però stanno commettendo un grave errore : la personalità, il carisma, la grinta, la forza mentale.
    L'allenatore del milan senza queste qualità non dura.
    E Ranieri tutte queste doti le possiede, oltre a una grande umanità.
    Pioli è un perdente che non appena le cose vanno male si deprime e affossa un ambiente.
    Esattamente ciò che a noi NON SERVIVA.
    Possibile. Ma ha anche aspetti che mi piacciono e sinceramente di base mi da qualche speranza in piú di Ranieri (ma forse con Ranieri in sella avrei detto il contrario). Quello che é certo é che tiferó tutto il possibile perché il 95% del Forum contrario all’arrivo ha anche io ho votato no) si sbagli e riesca a sbloccare questa squadra.

  7. #147
    Bannato
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    10,922
    Citazione Originariamente Scritto da willcoyote85 Visualizza Messaggio
    ma come cavolo si fa a paragonare pioli con ranieri? ranieri lo puoi paragonare a spalletti semmai...
    In senso assoluto hai ragione, ma Ranieri a 68 anni e Pioli adesso per me pari sono

  8. #148
    Bannato
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    10,922
    Citazione Originariamente Scritto da willcoyote85 Visualizza Messaggio
    guardacaso, suso ahahahahaha


    Maledetto CT spagnolo

  9. #149
    Senior Member L'avatar di 7AlePato7
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Messaggi
    9,289
    Citazione Originariamente Scritto da Admin Visualizza Messaggio
    La conferenza di presentazione di Stefano Pioli, nuovo allenatore del Milan. Di seguito, tutte le dichiarazioni

    Gazidis:"Buongiorno a tutti e benvenuti. Scusatemi se parlo in inglese sto lavorando per migliorare il mio italiano. Capisco molto ma non riesco ancora a parlare con la precisione che vorrei. Tra sei mesi sono sicuro che sarò capace. Per prima cosa vorrei ringraziare Giampaolo. E' un bravissimo mister avrà una grande carriera. Questa decisione è stata presa da tutti insieme. Capiamo la frustrazione dei nostri fan. Il Milan si è trovato in difficoltà pensano che non riusciremo a riprenderci ma stiamo intraprendendo un viaggio. Noi amiamo la nostra squadra. Abbiamo eredidato un club che abbiamo dovuto salvare dalla bancarotta e dalla possibile Serie D come il Parma. Abbiamo affrontare difficoltà che ci hanno portato all'esclusione dalle coppe. E' una strada difficile. Faremo ancora errori ma voglio assicurarvi che noi siamo determinati . Vogliamo che il Milan torni al top. Faremo degli errori ma li correggeremo. Siamo ambiziosi e vogliamo investire in uno stadio da 1,2 mld per competere nello stage mondiale. E' un sentiero difficile ma troveremo il modo di farcela. Abbiamo migliorato la squadra con ulteriori investimenti in estate. Siamo uno dei primi sei investitori al mondo. I tifosi capiranno la qualità dei nuovi acquisti. Al momento 4 punti ci separano dalla posizione di prim'ordine. C'è tempo per correggere la corsa. Abbiamo preso un mister esperto che può far migliorare i nostri giocatori".

    Boban:"Il cambio di allenatore è una sconfitta per tutti ma abbiamo preso una decisione che riteniamo giusta, come quella presa in estate. Faccio un in bocca al lupo a Stefano. La contestazione? Dispiace. Io ho fatto partite in cui facevo schifo poi segnavo e tutti applaudivamo. Se poi ci sarà un muro, allora si uscirà con dignità. Siamo gli inizi e crediamo di poter fare tante cose per il Milan. I tifosi hanno il diritto di far presente il loro discontento. Spalletti? Validissimo allenatore ma la nostra scelta è Stefano Pioli. Sappiamo che non siamo la miglior squadra in Italia ma sicuramente meglio di quella che si è vista fino ad ora. E pensiamo che Pioli possa far renderla meglio. Abbiamo preso in considerazione anche Garcia e Blanc? Abbiamo preso in considerazione gli allenatori liberi. Ma i due nominati non sono stati trattati. Siamo andati decisi su Pioli, che conosce il calcio italiano. Ho detto che noi vorremmo vincere ma Elliott ha una visione diversa? Parole che sono state potenziate. Costruttive ma anche normali. Chi è calciatore resta sempre competitivo. Certo che voglio vincere, altrimenti come la vivi? Elliott pensa a tempi un pò più lunghi ma è normale. Non è loro o noi. I nostri tempi sono più da sportivi, ma non si può fare tutto subito. C'è il FPF. Deluso dai tifosi? No, mi hanno dato tanto e spero che mi ridaranno altrettanto al più presto. Quale scelta di mercato avrei cambiato? Con Paolo e Ricjy siamo tutto il giorno a vedere le possibilità. Qualche giocatore di esperienza ci verrebbe molto utile come detto. Siamo quelli che siamo, siamo convinti che possiamo fare meglio a prescindere dall'esperienza".

    Pioli:"Mi preparo con grande entusiasmo con grande passione. Con la convinzione di poter fare un ottimo lavoro. Il Milan ha ottime potenzialità. La società ha dimostrato di credere in me. I tifosi hanno diritto di critica. Per me è uno stimolo ulteriore. Dovrò cominciare a lavorare sulla testa, sulal disposizione in campo. Sulle idee che vogliono trasmettere alla squadra. Cercherò di sfruttare ogni istante per preparare la partita col Lecce. Giampaolo? Ottimo allenatore ma ha idee diverse dalle mie. Dovrò essere bravo a far arrivare queste mie idee alla squadra. Sono sicuro che partiamo da un buon livello. So di un gruppo professionale anche a livello morale. Marco ha lavorato bene e trovo cultura del lavoro. Vorrei far giocare alla squadra un calcio che loro sentono positivo. Se sono nel Milan hanno le qualità per essere qui. Devo dargli la forza per mettere in campo le loro qualità. Idee, intensità e spregiudicatezza i miei tre principi. I social? Ognuno è libero di esprimere la propria opinione. Ma preferisco chi dice le cose guardandoti negli occhi. Io interista? Ero bambino. giudici dovranno essere si quello che farò non su quello che sono stato da bambino. Siamo il Milan lotteremo per raggiungere i migliori risultati. Abbiamo un passato glorioso e dobbiamo avere un presente all'altezza delle nostre possibilità. Ci sono difficoltà ma vanno superate per diventare una squadra unita e coesa. Io normalizzatore? Mi sento un insegnante. Migliorare singolarmente i giocatori per far crescere il collettivo. Dobbiamo fare un ottimo lavoro, ci sono condizioni, strutture, ambiente, appoggio della società. Dobbiamo fare di tutto per riconquistare i nostri tifosi, passionali ed esigenti. Dobbiamo essere all'altezza. Su cosa mi sento di dover intervenire rapidamente? Ho visto tutte le partite del Milan. Mi interessa vedere i giocatori, entrare nelle loro teste. Che diano il massimo. Sono molto esigente con me stesso e con i giocatori. Non sopporto la superficialità. Abbiamo un campionato davanti ancora. Subentro a 31 partite dalla fine. C'è tanto spazio per fare bene. Il tempo deve essere il nostro alleato. Possiamo arrivare ancora quarti? Noi dobbiamo lottare per cercare di andare in champions. Ci sono qualità tecniche e fisiche importanti per fare un calcio propositivo ed efficace. Dovremo lottare contro squadre forti e ben preparate con organici importanti. Dobbiamo avere coraggio, consapevoli delle difficoltà che dobbiamo superare. So che tipo di interpretazione voglio dare io. Quando un giocatore va in campo e si trova bene coi principi, poi siamo pronto a dare tutto. Come evitare il brutto alla prima difficoltà, come accaduto all'Inter' Non si possono comparare le situazioni. Cambiano gli interpreti e l'ambiente. Devo conoscere il prima possibile i giocatori per poter fare un ottimo lavoro. Come si fa a far tornare a segnare Piatek? E' un bomber. Spesse volte l'attaccante è condizionato dal lavoro della squadra. Più avremo giocatori in area e più ci saranno occasioni per far gol. Paquetà? E'una mezzala di qualità e quantità. Mi piace spostare le posizione dei giocatori durante la partita. A volte starà a centrocampo a volte tra le linee. Mi piacciono centrocampisti di qualità, di inserimento, che possono concludere. Leao? Ha un potenziale importante di altissimo livello. Non sono in grado di dire se sarà un punto fermo. Deve dare il massimo tutti i giorni. Io sceglierò i migliori? Suso? E' un giocatore di qualità che bisogna mettere in condizione di affrontare l'uno contro uno. Per il Milan la giusta miscela sarà giocare di qualità con intensità. Giocare un calcio propositivo molto passa dalla fase difensiva. Voglio interpretarla come se fosse una fase d'attacco: essere aggressivi e portare via il pallone all'avversario il prima possibile. Modulo? I numeri interessano a voi. A me interessano i principi di gioco. Abbiamo determinate caratteristiche che intendo sfruttare. In questi giorni guarderò più il Lecce delle vecchie partite del Milan. Siamo il Milan giochiamo la prossima a SAn Siro. Ci vuole solo grande determinazione. Dobbiamo fare una grande partita e vincere la prima gara. Il mio slogan? Vincere. Testa alta, testa bassa... bisogna vincere. Che mister sono caratterialmente? Esigente ma curo molto i rapporti individuali. Io voglio che i miei giocatori diano il massimo. Abbiamo potenzialità per fare un bel lavoro. No agli egoismi si al lavoro di squadra. In passato in certi frangenti ho mollato la presa. Ora non lo rifarò più.".

    Maldini:"Dispiace per l'esonero di Marco. E' una scelta ponderata, condivisa. Era una scelta giusta quella di Giampaolo. Poi ci siamo resi conto che la cosa non funzionava. Decisione difficile che ci fa capire che noi vogliamo essere protagonisti in questa stagione. Non possiamo considerarla persa. Abbiamo scelto un allenatore di esperienza, che ha avuto esperienza con grandi squadre. La contestazione? Siamo tranquilli abbiamo fatto scelte ponderate in linea con le direttive della società. Sappiamo che non dobbiamo vincere la Champions. La nostra presenza è una garanzia. Non siamo qui ad aspettare dieci anni per vincere qualcosa. La faccia ce la mettiamo. Abbiamo preso in mano la nostr vita a 16 anni. La viviamo in modo sereno. I giocatori bloccati non sono frutto solo di un modulo. Alcuni giocatori possono essere bloccati anche dall'ambiente stesso. Io ho difeso Giampaolo? L'ho difeso fino a quando abbiamo deciso di cambiarlo. Abbiamo un campionato davanti e possiamo cambiare le sorti di questa stagione"

    Massara:"Cosa non ha funzionato con Giampaolo? Marco ha messo tutto se stesso. E noi con lui. Ci siamo interrogati sulle cose che non hanno funzionato. Abbiamo ritenuto che ci fossero margini per poter migliorare e che potessero essere sviluppati da Pioli".
    Conferenza stampa imbarazzante, solite frasi retoriche. A me sembrano un gruppo di dilettanti allo sbaraglio che stanno operando scelte senza né capo né coda. Hanno nominato Giampaolo, senza convinzione, come allenatore ed è stato un totale disastro. Ora con altrettanta mancanza di fiducia scelgono Pioli, ennesimo ripiego e scelta sconclusionata. Nessuno lo dice, ma trattasi di traghettatore in realtà. Stagione già buttata al vento, l'ennesima.
    [B]10 Giugno 2013[/B] ----> Galliani: "Carlitos non mi tradisce"

    [B]26 Giugno 2013[/B] ----> Tevez è un giocatore della Juventus

Pagina 15 di 15 PrimaPrima ... 5131415

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.



P. Iva 03003620600