Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Top 22 Stats
Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 12

  1. #1
    Amministratore L'avatar di Admin
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    62,338

    Conferenza Brocchi e Montolivo pre Milan - Juve. 20 maggio 2016.

    Ecco le parole di Brocchi alla vigilia della finale di Coppa Italia tra il Milan e la JuveNon capita tutti i giorni di poter conquistare una coppa. Le parole del presidente e quello che abbiamo vissuto stamattina dal Papa fortificano la voglia di giocare una partita. Se in campo ci fossero 7-8 Brocchi batteremmo la Juve? (domanda di Pellegatti...) Non lo so. Sicuramente la Juve faticherebbe per batterci. La Juve ha tantissime qualità. Ha iniziato male ma poi grazie alla cattiveria agonistica è riuscita a ribaltare la situazione. E' la dimostrazione che se lotti puoi raggiungere dei traguardi. Vincere sarebbe un qualcosa di stupendo e di grande. Soprattutto per quei tifosi che hanno voglia di festeggiare e che in questi anni sono stati male. In caso di vittoria non bisogna dire che la stagione è positiva perchè delle negatività ci sono state. E bisogna lavorare per eliminarle. Io non mollo mai. Mantengo sempre la mia voglia e la mia incredibile determinazione. Questa settimana ho visto i giocatori con uno sguardo diverso. Ma non mi faccio più fregare da questo. Anche contro la Roma si erano allenati molto bene. Spero che venga fuori quello che hanno dentro. Questa è l'occasione giusta. Se ricorderò ai giocatori la finale di Manchester che ho vissuto? I giocatori devono pensare all'oggi. Per molti quella di domani sarà l'ultima occasione. Devono sfruttarla. In settimana non ci sono state discussioni riguardo il ritiro e nessuno si è opposto. Sono tutte balle. Per domani serve spirito e serve giocare da squadra. I giocatori si devono aiutare, la Juve lo fa sempre. Spirito e unione di gruppo. L'ultima volta che sono entrato in questo stadio era per la finale di Coppa Italia Lazio - Roma che non ho potuto giocare. Non vedo l'ora che sia domani sera per iniziare la partita. E' stato un periodo difficile pieno di difficoltà. Non siamo stati fortunati ma sapevamo che sarebbe stato difficile e niente era scontato. Per me è stata un'esperienza grandiosa. Ho imparato tanto. Le ironie e le cattiverie su di me? Io sono carichissimo di mio. A prescindere. Io vivo ancora le partite come se fossi un giocatore. Ma quella di domani non è la partita di Brocchi. E' la partita della squadra che deve dimostrare di essere all'altezza. Niang? Si è allenato con la squadra nelle ultime due settimane. La settimana scorsa non era pronto a giocare. Questa settimana ha continuato a giocare e l'area medica ha fatto un miracolo a metterlo a disposizione. Non si può pensare che giochi dal primo minuto. Può giocare a partita in corso. Donnarumma? Ha grande freddezza e serenità. Se vorrei vincere senza giocar bene? Ci sono momenti in cui il risultato è più importante. Domani dobbiamo cercare di portare a casa il trofeo per i tifosi, per la società e per i giocatori. Il mio futuro legato a domani? Si è letto dal primo giorno. Ora non è un problema. Io sarei felicissimo di poter continuare qui. Questo è normale. Ora non è importante Brocchi. Conta la squadra che deve giocarsi la finale di Coppa Italia. Se non dovessi essere io l'allenatore l'anno prossimo avrò comunque vissuto il sogno di allenare il Milan. Lo stress? Lo vivo come una motivazione in più. Da allenatore è diverso, lo stress arriva dall'ambiente esterno. Io sono tranquillo. Quando in settimana lavori al massimo poi sei sempre tranquillo. Ci è mancato un giocatore importante come Bonaventura, e senza di lui siamo stati obbligati a giocare con il 4-3-1-2. Ora possiamo cambiare. La vittoria è possibile? Tutto è possibile nella vita. Il presidente è un grande motivatore e ho chiesto ai giocatori di sentirlo con attenzione. Abate e Antonelli? Sono due assenza importantissime. Non abbiamo delle alternative. Ecco perchè la settimana scorsa ho provato Romagnoli terzino".


    Montolivo:"Io credo in questo gruppo. Domani è l'ultima occasione che abbiamo per dimostrarlo. La Juve parte favorita ma noi abbiamo delle armi che possono far male. In campionato le partite sono stato equilibrate. Non partiamo battuti, abbiamo voglia di battagliare. Noi siamo i primi a crederci. In questa settimana ci siamo allenati molto bene. Domani sono convinto che giocheremo con testa e concentrazione. Domani vedremo una squadra pronta e mi auguro che il nostro tifo sia caldo. Sarà la mia seconda finale. Siamo tutti molto vogliosi e concentrati. Nel nostro arco abbiamo diverse frecce che possono fargli male. Se è rimasto qualcosa del vecchio DNA del Milan? Quello di oggi è un Milan diverso. Dobbiamo ragionare solo sul presente di questa squadra. Per vincere domani serve una partita attenta, da squadra per poterli mettere in difficoltà. Se riusciamo a giocare corti credo che potremo far bene. Da come ci siamo allenati ce la possiamo giocare. Quella di domani è l'ultima chiamata per dimostrare che possiamo far parte di questa squadra. Dobbiamo far parlare il campo. La nostra arma più importante deve essere la squadra. Dobbiamo sacrificarci per il compagno, poi arrivano le qualità dei singoli".
    Segui MilanWorld su Facebook e Twitter per restare aggiornato su tutte le notizie!

    FB: https://www.facebook.com/MilanWorldForum

    Twitter: https://twitter.com/MilanWorldForum

  2. # ADS
    Adv
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Messaggi
    Many
     

  3. #2
    Senior Member L'avatar di sballotello
    Data Registrazione
    Aug 2015
    Messaggi
    5,155
    la coppia della vergogna

  4. #3
    Member L'avatar di Fedeshi
    Data Registrazione
    May 2014
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    1,459
    Citazione Originariamente Scritto da Admin Visualizza Messaggio
    Ecco le parole di Brocchi alla vigilia della finale di Coppa Italia tra il Milan e la JuveNon capita tutti i giorni di poter conquistare una coppa. Le parole del presidente e quello che abbiamo vissuto stamattina dal Papa fortificano la voglia di giocare una partita. Se in campo ci fossero 7-8 Brocchi batteremmo la Juve? (domanda di Pellegatti...) Non lo so. Sicuramente la Juve faticherebbe per batterci. La Juve ha tantissime qualità. Ha iniziato male ma poi grazie alla cattiveria agonistica è riuscita a ribaltare la situazione. E' la dimostrazione che se lotti puoi raggiungere dei traguardi. Vincere sarebbe un qualcosa di stupendo e di grande. Soprattutto per quei tifosi che hanno voglia di festeggiare e che in questi anni sono stati male. In caso di vittoria non bisogna dire che la stagione è positiva perchè delle negatività ci sono state. E bisogna lavorare per eliminarle. Io non mollo mai. Mantengo sempre la mia voglia e la mia incredibile determinazione. Questa settimana ho visto i giocatori con uno sguardo diverso. Ma non mi faccio più fregare da questo. Anche contro la Roma si erano allenati molto bene. Spero che venga fuori quello che hanno dentro. Questa è l'occasione giusta. Se ricorderò ai giocatori la finale di Manchester che ho vissuto? I giocatori devono pensare all'oggi. Per molti quella di domani sarà l'ultima occasione. Devono sfruttarla. In settimana non ci sono state discussioni riguardo il ritiro e nessuno si è opposto. Sono tutte balle. Per domani serve spirito e serve giocare da squadra. I giocatori si devono aiutare, la Juve lo fa sempre. Spirito e unione di gruppo. L'ultima volta che sono entrato in questo stadio era per la finale di Coppa Italia Lazio - Roma che non ho potuto giocare. Non vedo l'ora che sia domani sera per iniziare la partita. E' stato un periodo difficile pieno di difficoltà. Non siamo stati fortunati ma sapevamo che sarebbe stato difficile e niente era scontato. Per me è stata un'esperienza grandiosa. Ho imparato tanto. Le ironie e le cattiverie su di me? Io sono carichissimo di mio. A prescindere. Io vivo ancora le partite come se fossi un giocatore. Ma quella di domani non è la partita di Brocchi. E' la partita della squadra che deve dimostrare di essere all'altezza. Niang? Si è allenato con la squadra nelle ultime due settimane. La settimana scorsa non era pronto a giocare. Questa settimana ha continuato a giocare e l'area medica ha fatto un miracolo a metterlo a disposizione. Non si può pensare che giochi dal primo minuto. Può giocare a partita in corso. Donnarumma? Ha grande freddezza e serenità. Se vorrei vincere senza giocar bene? Ci sono momenti in cui il risultato è più importante. Domani dobbiamo cercare di portare a casa il trofeo per i tifosi, per la società e per i giocatori. Il mio futuro legato a domani? Si è letto dal primo giorno. Ora non è un problema. Io sarei felicissimo di poter continuare qui. Questo è normale. Ora non è importante Brocchi. Conta la squadra che deve giocarsi la finale di Coppa Italia. Se non dovessi essere io l'allenatore l'anno prossimo avrò comunque vissuto il sogno di allenare il Milan. Lo stress? Lo vivo come una motivazione in più. Da allenatore è diverso, lo stress arriva dall'ambiente esterno. Io sono tranquillo. Quando in settimana lavori al massimo poi sei sempre tranquillo. Ci è mancato un giocatore importante come Bonaventura, e senza di lui siamo stati obbligati a giocare con il 4-3-1-2. Ora possiamo cambiare. La vittoria è possibile? Tutto è possibile nella vita. Il presidente è un grande motivatore e ho chiesto ai giocatori di sentirlo con attenzione. Abate e Antonelli? Sono due assenza importantissime. Non abbiamo delle alternative. Ecco perchè la settimana scorsa ho provato Romagnoli terzino".


    Montolivo:"Io credo in questo gruppo. Domani è l'ultima occasione che abbiamo per dimostrarlo. La Juve parte favorita ma noi abbiamo delle armi che possono far male. In campionato le partite sono stato equilibrate. Non partiamo battuti, abbiamo voglia di battagliare. Noi siamo i primi a crederci. In questa settimana ci siamo allenati molto bene. Domani sono convinto che giocheremo con testa e concentrazione. Domani vedremo una squadra pronta e mi auguro che il nostro tifo sia caldo. Sarà la mia seconda finale. Siamo tutti molto vogliosi e concentrati. Nel nostro arco abbiamo diverse frecce che possono fargli male. Se è rimasto qualcosa del vecchio DNA del Milan? Quello di oggi è un Milan diverso. Dobbiamo ragionare solo sul presente di questa squadra. Per vincere domani serve una partita attenta, da squadra per poterli mettere in difficoltà. Se riusciamo a giocare corti credo che potremo far bene. Da come ci siamo allenati ce la possiamo giocare. Quella di domani è l'ultima chiamata per dimostrare che possiamo far parte di questa squadra. Dobbiamo far parlare il campo. La nostra arma più importante deve essere la squadra. Dobbiamo sacrificarci per il compagno, poi arrivano le qualità dei singoli".
    Da come parlano sembra che anche lo sappiano che se avviene la cessione nessuno è sicuro del posto.
    #comprateilmilan

    la squadra della città è come l'amore della mamma.. non l'hai scelta.. è sempre stata lì! La squadra del cuore invece è la donna della tua vita!

    MilanMeaLvx

  5. #4
    Amministratore L'avatar di Admin
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    62,338
    up
    Segui MilanWorld su Facebook e Twitter per restare aggiornato su tutte le notizie!

    FB: https://www.facebook.com/MilanWorldForum

    Twitter: https://twitter.com/MilanWorldForum

  6. #5
    Bannato
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    8,939
    Sperando che sia l'ultima partita per molti, a cominciare dall'immeritevole capitone.

  7. #6
    Senior Member L'avatar di Djici
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Liège
    Messaggi
    10,991
    Citazione Originariamente Scritto da Fedeshi Visualizza Messaggio
    Da come parlano sembra che anche lo sappiano che se avviene la cessione nessuno è sicuro del posto.
    Infatti pure a me sembra che hanno capito che le ferie sono finite... o si svegliano o faranno tribuna tutto l'anno con una nuova proprieta.
    Brocchi per brocchi

  8. #7
    Member L'avatar di TheZio
    Data Registrazione
    Apr 2015
    Località
    Udine
    Messaggi
    1,739
    Citazione Originariamente Scritto da Admin Visualizza Messaggio
    Ecco le parole di Brocchi alla vigilia della finale di Coppa Italia tra il Milan e la JuveNon capita tutti i giorni di poter conquistare una coppa. Le parole del presidente e quello che abbiamo vissuto stamattina dal Papa fortificano la voglia di giocare una partita. Se in campo ci fossero 7-8 Brocchi batteremmo la Juve? (domanda di Pellegatti...) Non lo so. Sicuramente la Juve faticherebbe per batterci. La Juve ha tantissime qualità. Ha iniziato male ma poi grazie alla cattiveria agonistica è riuscita a ribaltare la situazione. E' la dimostrazione che se lotti puoi raggiungere dei traguardi. Vincere sarebbe un qualcosa di stupendo e di grande. Soprattutto per quei tifosi che hanno voglia di festeggiare e che in questi anni sono stati male. In caso di vittoria non bisogna dire che la stagione è positiva perchè delle negatività ci sono state. E bisogna lavorare per eliminarle. Io non mollo mai. Mantengo sempre la mia voglia e la mia incredibile determinazione. Questa settimana ho visto i giocatori con uno sguardo diverso. Ma non mi faccio più fregare da questo. Anche contro la Roma si erano allenati molto bene. Spero che venga fuori quello che hanno dentro. Questa è l'occasione giusta. Se ricorderò ai giocatori la finale di Manchester che ho vissuto? I giocatori devono pensare all'oggi. Per molti quella di domani sarà l'ultima occasione. Devono sfruttarla. In settimana non ci sono state discussioni riguardo il ritiro e nessuno si è opposto. Sono tutte balle. Per domani serve spirito e serve giocare da squadra. I giocatori si devono aiutare, la Juve lo fa sempre. Spirito e unione di gruppo. L'ultima volta che sono entrato in questo stadio era per la finale di Coppa Italia Lazio - Roma che non ho potuto giocare. Non vedo l'ora che sia domani sera per iniziare la partita. E' stato un periodo difficile pieno di difficoltà. Non siamo stati fortunati ma sapevamo che sarebbe stato difficile e niente era scontato. Per me è stata un'esperienza grandiosa. Ho imparato tanto. Le ironie e le cattiverie su di me? Io sono carichissimo di mio. A prescindere. Io vivo ancora le partite come se fossi un giocatore. Ma quella di domani non è la partita di Brocchi. E' la partita della squadra che deve dimostrare di essere all'altezza. Niang? Si è allenato con la squadra nelle ultime due settimane. La settimana scorsa non era pronto a giocare. Questa settimana ha continuato a giocare e l'area medica ha fatto un miracolo a metterlo a disposizione. Non si può pensare che giochi dal primo minuto. Può giocare a partita in corso. Donnarumma? Ha grande freddezza e serenità. Se vorrei vincere senza giocar bene? Ci sono momenti in cui il risultato è più importante. Domani dobbiamo cercare di portare a casa il trofeo per i tifosi, per la società e per i giocatori. Il mio futuro legato a domani? Si è letto dal primo giorno. Ora non è un problema. Io sarei felicissimo di poter continuare qui. Questo è normale. Ora non è importante Brocchi. Conta la squadra che deve giocarsi la finale di Coppa Italia. Se non dovessi essere io l'allenatore l'anno prossimo avrò comunque vissuto il sogno di allenare il Milan. Lo stress? Lo vivo come una motivazione in più. Da allenatore è diverso, lo stress arriva dall'ambiente esterno. Io sono tranquillo. Quando in settimana lavori al massimo poi sei sempre tranquillo. Ci è mancato un giocatore importante come Bonaventura, e senza di lui siamo stati obbligati a giocare con il 4-3-1-2. Ora possiamo cambiare. La vittoria è possibile? Tutto è possibile nella vita. Il presidente è un grande motivatore e ho chiesto ai giocatori di sentirlo con attenzione. Abate e Antonelli? Sono due assenza importantissime. Non abbiamo delle alternative. Ecco perchè la settimana scorsa ho provato Romagnoli terzino".


    Montolivo:"Io credo in questo gruppo. Domani è l'ultima occasione che abbiamo per dimostrarlo. La Juve parte favorita ma noi abbiamo delle armi che possono far male. In campionato le partite sono stato equilibrate. Non partiamo battuti, abbiamo voglia di battagliare. Noi siamo i primi a crederci. In questa settimana ci siamo allenati molto bene. Domani sono convinto che giocheremo con testa e concentrazione. Domani vedremo una squadra pronta e mi auguro che il nostro tifo sia caldo. Sarà la mia seconda finale. Siamo tutti molto vogliosi e concentrati. Nel nostro arco abbiamo diverse frecce che possono fargli male. Se è rimasto qualcosa del vecchio DNA del Milan? Quello di oggi è un Milan diverso. Dobbiamo ragionare solo sul presente di questa squadra. Per vincere domani serve una partita attenta, da squadra per poterli mettere in difficoltà. Se riusciamo a giocare corti credo che potremo far bene. Da come ci siamo allenati ce la possiamo giocare. Quella di domani è l'ultima chiamata per dimostrare che possiamo far parte di questa squadra. Dobbiamo far parlare il campo. La nostra arma più importante deve essere la squadra. Dobbiamo sacrificarci per il compagno, poi arrivano le qualità dei singoli".
    Siamo oltre il degrado. Brocchi manco le giocava le finali

  9. #8
    Bannato
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    Milano
    Messaggi
    12,887
    Citazione Originariamente Scritto da Admin Visualizza Messaggio
    Ecco le parole di Brocchi alla vigilia della finale di Coppa Italia tra il Milan e la JuveNon capita tutti i giorni di poter conquistare una coppa. Le parole del presidente e quello che abbiamo vissuto stamattina dal Papa fortificano la voglia di giocare una partita. Se in campo ci fossero 7-8 Brocchi batteremmo la Juve? (domanda di Pellegatti...) Non lo so. Sicuramente la Juve faticherebbe per batterci. La Juve ha tantissime qualità. Ha iniziato male ma poi grazie alla cattiveria agonistica è riuscita a ribaltare la
    Beh, se è per questo i 7/8 brocchi in campo ci saranno, forse anche di più...


    Citazione Originariamente Scritto da Admin Visualizza Messaggio
    La nostra arma più importante deve essere la squadra. Dobbiamo sacrificarci per il compagno, poi arrivano le qualità dei singoli".
    Si ma poi quando? è finita la stagione e noi le stiamo ancora aspettando.

  10. #9
    alias Adamos8181(Fu) L'avatar di Sotiris
    Data Registrazione
    May 2015
    Località
    Modena
    Messaggi
    2,391
    Citazione Originariamente Scritto da Fedeshi Visualizza Messaggio
    Da come parlano sembra che anche lo sappiano che se avviene la cessione nessuno è sicuro del posto.
    condivido.
    "And it’s no, nay, never!
    No, nay, never, no more!
    Will I play the wild rover
    No, never, no more...."

  11. #10
    Senior Member L'avatar di diavoloINme
    Data Registrazione
    Apr 2016
    Messaggi
    7,868
    Io batto sempre lo stesso tasto : brocchi non parla da allenatore aziendalista ma punta il dito palesemente contro i giocatori. Roba che non faceva nemmeno sinisa. Non so cosa ci sia dietro ma dando per scontato che il suo pensiero sia quello del presidente, che in effetti ultimamente ha esternato qualche accusa verso i singoli, mi pare qualcosa di nuovo. Percepisco una spaccatura dentro la società. Non so se ci sarà la cessione ai cinesi(me lo auguro e tifo spudoratamente perchè avvenga) ma comincio a credere che galliani abbia finito il suo tempo. Fate caso come brocchi faccia riferimento da tempo all'atteggiamento dei calciatori, al carattere e in queste parole addirittura fa chiaramente capire come la rosa sia male assortita : carenza di scelte nel ruolo di terzini e esterni. Addirittura si prende la responsabilità di sottolineare che per molti di loro sarà l'ultima partita. Emana sentenze come colui che sa. E pure molto.

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.