Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Top 22 Stats
Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Pagina 3 di 7 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 65

  1. #21
    Bannato
    Data Registrazione
    Apr 2015
    Messaggi
    1,875
    Nonostante tutto, a me sembra impossibile che Bee sia andato via da Milano senza nessuno impegno anche solo morale di concludere la trattativa.

  2. # ADS
    Adv
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Messaggi
    Many
     

  3. #22
    Junior Member L'avatar di Jack14
    Data Registrazione
    Apr 2015
    Messaggi
    542
    Citazione Originariamente Scritto da Black Visualizza Messaggio

    bè se i cinesi sono ancora in corsa, sono contento, perchè è il progetto migliore. Sono contento anche se Bee si prenderà la maggioranza gradualmente.
    La cosa peggiore sarebbe se Silvio mantiene la maggioranza, perchè non ne posso proprio più!

    In realtà gli ultimi giorni con tutte le notizie che uscivano ci avevano un pò illuso. Ma se torniamo indietro di qualche settimana, si era sempre parlato di una cessione graduale, ed è anche normale che sia così. Purtroppo dovremo sopportare ancora per qualche tempo i proclami Berlusconiani. Spero almeno che da quest'estate cominciamo a vedere un mercato che ci possa riportare a lottare per il vertice almeno in Italia.
    Qua bisogna avere pazienza, prima di Luglio non si saprà nulla.
    La mia paura è proprio che alla fine venda una piccola quota di minoranza o addirittura si arrivi a un nulla di fatto..

  4. #23
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    La Gazzetta dello Sport ci svela i dettagli sulla dama rossonera e la sua giornata milanese. La rosea non sa nemmeno chi sia, la chiama Mrs X, e racconta le sue tappe: alle ore 12 è arrivata a San Siro per visitare l'impianto, poi alle 12.30 visita di Casa Milan e infine alle ore 14.15 sarebbe andata direttamente ad Arcore da Berlusconi. Quest'ultima sarebbe una emissaria della cordata cinese che da mesi si contrappone a Bee. I giochi sarebbero ancora apertissimi, con i cinesi ancora in piena corsa. Addirittura secondo la rosea, Silvio avrebbe chiamato la dama non appena Bee ha messo piede sull'aereo per tornare in Thailandia e il primo calendario prevedeva anche una visita di milanello. Licia Ronzulli starebbe fungendo da mediatrice anche in questo caso. Silvio inoltre ha cancellato tutti gli impegni politici dalla sua agenda, segno che vuole dedicarsi completamente a risolvere la questione rossonera.
    La dama orientale, in ogni caso, è una emissaria della cordata di Lee ma è sbagliato identificare Lee con i cinesi. A differenza di Bee, questa cordata sarebbe rappresentata da 3 super manager di pari livello, con competenze distinte: settore commerciale, settore immobiliare, settore sportivo. E Mr Lee sarebbe uno di questi 3 super manager che rappresentano gli interessi di Pechino. La sua reazione al trambusto creato da Bee è stato un semplice "no comment". Tuttavia, la Gazzetta specifica che Berlusconi non vuole in alcun modo lasciare da perdente: soltanto quando la squadra sarà tornata grande in Italia e in europa, ed avrà lo stadio di proprietà, considererà conclusa la sua opera. Ecco perché chiunque sarà il partner dovrà accontentarsi di una scalata graduale: Silvio vuole raccogliere gli ultimi meriti e le ultime lodi. Da Fininvest, inoltre, risulta irritazione per la parola esclusiva pronunciata da Bee. Infatti non esisterebbe alcuna esclusiva. E la smentita fatta da Silvio appena ieri, sarebbe giusto pro forma. Insomma la partita è tutt'altro che chiusa.

    La Gazzetta dello Sport, inoltre, in un articolo a parte cerca di svelare i nomi che si celano dietro le "3 teste" orientali che stanno trattando l'acquisto del Milan. I famigerati 3 super manager. Il muro eretto è molto solido ma due di questi colossi sarebbero il gruppo Wanda e Mr Zong, la cui partecipazione nella cordata viene confermata dalle fonti della Gazzetta. Ma non finisce qui. Perché negli ultimi giorni questa cordata ha avuto altre adesioni da parte di nuovi imprenditori. Quindi tale gruppo viene considerato in crescita nel numero degli imprenditori e anche nelle garanzie economiche che può offrire a Silvio. Merito anche dell'alleanza tra costoro e il governo di Pechino: infatti nessun investimento nazionale passa senza il placet del governo centrale. E da Pechino addirittura spingono affinché l'altra squadra italiana già diventata cinese, il Pavia, diventi in futuro la base dell'academy rossonera (una sorta di squadra B dove coltivare i propri talenti nel professionismo).
    Questa cordata è stata informata dell'offerta di Bee e ora Silvio aspetta la controproposta. E pare che siano disposti a superare l'offerta di 500M di Bee, così come valutare un ingresso inizialmente in minoranza. A Silvio intanto sale l'appetito.

    Quotate
    Con il Milan nel sangue, nella mente e nel cuore.

  5. #24
    Member L'avatar di The P
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    4,634
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    La Gazzetta dello Sport ci svela i dettagli sulla dama rossonera e la sua giornata milanese. La rosea non sa nemmeno chi sia, la chiama Mrs X, e racconta le sue tappe: alle ore 12 è arrivata a San Siro per visitare l'impianto, poi alle 12.30 visita di Casa Milan e infine alle ore 14.15 sarebbe andata direttamente ad Arcore da Berlusconi. Quest'ultima sarebbe una emissaria della cordata cinese che da mesi si contrappone a Bee. I giochi sarebbero ancora apertissimi, con i cinesi ancora in piena corsa. Addirittura secondo la rosea, Silvio avrebbe chiamato la dama non appena Bee ha messo piede sull'aereo per tornare in Thailandia e il primo calendario prevedeva anche una visita di milanello. Licia Ronzulli starebbe fungendo da mediatrice anche in questo caso. Silvio inoltre ha cancellato tutti gli impegni politici dalla sua agenda, segno che vuole dedicarsi completamente a risolvere la questione rossonera.
    La dama orientale, in ogni caso, è una emissaria della cordata di Lee ma è sbagliato identificare Lee con i cinesi. A differenza di Bee, questa cordata sarebbe rappresentata da 3 super manager di pari livello, con competenze distinte: settore commerciale, settore immobiliare, settore sportivo. E Mr Lee sarebbe uno di questi 3 super manager che rappresentano gli interessi di Pechino. La sua reazione al trambusto creato da Bee è stato un semplice "no comment". Tuttavia, la Gazzetta specifica che Berlusconi non vuole in alcun modo lasciare da perdente: soltanto quando la squadra sarà tornata grande in Italia e in europa, ed avrà lo stadio di proprietà, considererà conclusa la sua opera. Ecco perché chiunque sarà il partner dovrà accontentarsi di una scalata graduale: Silvio vuole raccogliere gli ultimi meriti e le ultime lodi. Da Fininvest, inoltre, risulta irritazione per la parola esclusiva pronunciata da Bee. Infatti non esisterebbe alcuna esclusiva. E la smentita fatta da Silvio appena ieri, sarebbe giusto pro forma. Insomma la partita è tutt'altro che chiusa.

    La Gazzetta dello Sport, inoltre, in un articolo a parte cerca di svelare i nomi che si celano dietro le "3 teste" orientali che stanno trattando l'acquisto del Milan. I famigerati 3 super manager. Il muro eretto è molto solido ma due di questi colossi sarebbero il gruppo Wanda e Mr Zong, la cui partecipazione nella cordata viene confermata dalle fonti della Gazzetta. Ma non finisce qui. Perché negli ultimi giorni questa cordata ha avuto altre adesioni da parte di nuovi imprenditori. Quindi tale gruppo viene considerato in crescita nel numero degli imprenditori e anche nelle garanzie economiche che può offrire a Silvio. Merito anche dell'alleanza tra costoro e il governo di Pechino: infatti nessun investimento nazionale passa senza il placet del governo centrale. E da Pechino addirittura spingono affinché l'altra squadra italiana già diventata cinese, il Pavia, diventi in futuro la base dell'academy rossonera (una sorta di squadra B dove coltivare i propri talenti nel professionismo).
    Questa cordata è stata informata dell'offerta di Bee e ora Silvio aspetta la controproposta. E pare che siano disposti a superare l'offerta di 500M di Bee, così come valutare un ingresso inizialmente in minoranza. A Silvio intanto sale l'appetito.

    La Repubblica ritiene che l'incontro di ieri possa essere finalizzato alla realizzazione del progetto stadio.

    Lo scenario a questo punto potrebbe essere Berlusconi ancora a capo della maggioranza che affida il progetto stadio a una cordata e il progetto "squadra" all'altra. Chissà che passa nella mente di quel folle.

  6. #25
    Bannato
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Lucca
    Messaggi
    5,942
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    La Gazzetta dello Sport ci svela i dettagli sulla dama rossonera e la sua giornata milanese. La rosea non sa nemmeno chi sia, la chiama Mrs X, e racconta le sue tappe: alle ore 12 è arrivata a San Siro per visitare l'impianto, poi alle 12.30 visita di Casa Milan e infine alle ore 14.15 sarebbe andata direttamente ad Arcore da Berlusconi. Quest'ultima sarebbe una emissaria della cordata cinese che da mesi si contrappone a Bee. I giochi sarebbero ancora apertissimi, con i cinesi ancora in piena corsa. Addirittura secondo la rosea, Silvio avrebbe chiamato la dama non appena Bee ha messo piede sull'aereo per tornare in Thailandia e il primo calendario prevedeva anche una visita di milanello. Licia Ronzulli starebbe fungendo da mediatrice anche in questo caso. Silvio inoltre ha cancellato tutti gli impegni politici dalla sua agenda, segno che vuole dedicarsi completamente a risolvere la questione rossonera.
    La dama orientale, in ogni caso, è una emissaria della cordata di Lee ma è sbagliato identificare Lee con i cinesi. A differenza di Bee, questa cordata sarebbe rappresentata da 3 super manager di pari livello, con competenze distinte: settore commerciale, settore immobiliare, settore sportivo. E Mr Lee sarebbe uno di questi 3 super manager che rappresentano gli interessi di Pechino. La sua reazione al trambusto creato da Bee è stato un semplice "no comment". Tuttavia, la Gazzetta specifica che Berlusconi non vuole in alcun modo lasciare da perdente: soltanto quando la squadra sarà tornata grande in Italia e in europa, ed avrà lo stadio di proprietà, considererà conclusa la sua opera. Ecco perché chiunque sarà il partner dovrà accontentarsi di una scalata graduale: Silvio vuole raccogliere gli ultimi meriti e le ultime lodi. Da Fininvest, inoltre, risulta irritazione per la parola esclusiva pronunciata da Bee. Infatti non esisterebbe alcuna esclusiva. E la smentita fatta da Silvio appena ieri, sarebbe giusto pro forma. Insomma la partita è tutt'altro che chiusa.

    La Gazzetta dello Sport, inoltre, in un articolo a parte cerca di svelare i nomi che si celano dietro le "3 teste" orientali che stanno trattando l'acquisto del Milan. I famigerati 3 super manager. Il muro eretto è molto solido ma due di questi colossi sarebbero il gruppo Wanda e Mr Zong, la cui partecipazione nella cordata viene confermata dalle fonti della Gazzetta. Ma non finisce qui. Perché negli ultimi giorni questa cordata ha avuto altre adesioni da parte di nuovi imprenditori. Quindi tale gruppo viene considerato in crescita nel numero degli imprenditori e anche nelle garanzie economiche che può offrire a Silvio. Merito anche dell'alleanza tra costoro e il governo di Pechino: infatti nessun investimento nazionale passa senza il placet del governo centrale. E da Pechino addirittura spingono affinché l'altra squadra italiana già diventata cinese, il Pavia, diventi in futuro la base dell'academy rossonera (una sorta di squadra B dove coltivare i propri talenti nel professionismo).
    Questa cordata è stata informata dell'offerta di Bee e ora Silvio aspetta la controproposta. E pare che siano disposti a superare l'offerta di 500M di Bee, così come valutare un ingresso inizialmente in minoranza. A Silvio intanto sale l'appetito.

    Wow, sembra un film di spionaggio! Mandano la donzella per non destare sospetti: gli affari sono roba da maschi, le donne fanno le segretarie. E invece è un'emissaria con gli attributi!

    Nell'eventualità che i nuovi investitori, minoranza nella forma ma non nei fatti, ci portino di nuovo a vincere, chi darebbe i meriti a Berlusconi seppur ancora formalmente padrone?

  7. #26
    Senior Member L'avatar di Dumbaghi
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    20,608
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    La Gazzetta dello Sport ci svela i dettagli sulla dama rossonera e la sua giornata milanese. La rosea non sa nemmeno chi sia, la chiama Mrs X, e racconta le sue tappe: alle ore 12 è arrivata a San Siro per visitare l'impianto, poi alle 12.30 visita di Casa Milan e infine alle ore 14.15 sarebbe andata direttamente ad Arcore da Berlusconi. Quest'ultima sarebbe una emissaria della cordata cinese che da mesi si contrappone a Bee. I giochi sarebbero ancora apertissimi, con i cinesi ancora in piena corsa. Addirittura secondo la rosea, Silvio avrebbe chiamato la dama non appena Bee ha messo piede sull'aereo per tornare in Thailandia e il primo calendario prevedeva anche una visita di milanello. Licia Ronzulli starebbe fungendo da mediatrice anche in questo caso. Silvio inoltre ha cancellato tutti gli impegni politici dalla sua agenda, segno che vuole dedicarsi completamente a risolvere la questione rossonera.
    La dama orientale, in ogni caso, è una emissaria della cordata di Lee ma è sbagliato identificare Lee con i cinesi. A differenza di Bee, questa cordata sarebbe rappresentata da 3 super manager di pari livello, con competenze distinte: settore commerciale, settore immobiliare, settore sportivo. E Mr Lee sarebbe uno di questi 3 super manager che rappresentano gli interessi di Pechino. La sua reazione al trambusto creato da Bee è stato un semplice "no comment". Tuttavia, la Gazzetta specifica che Berlusconi non vuole in alcun modo lasciare da perdente: soltanto quando la squadra sarà tornata grande in Italia e in europa, ed avrà lo stadio di proprietà, considererà conclusa la sua opera. Ecco perché chiunque sarà il partner dovrà accontentarsi di una scalata graduale: Silvio vuole raccogliere gli ultimi meriti e le ultime lodi. Da Fininvest, inoltre, risulta irritazione per la parola esclusiva pronunciata da Bee. Infatti non esisterebbe alcuna esclusiva. E la smentita fatta da Silvio appena ieri, sarebbe giusto pro forma. Insomma la partita è tutt'altro che chiusa.

    La Gazzetta dello Sport, inoltre, in un articolo a parte cerca di svelare i nomi che si celano dietro le "3 teste" orientali che stanno trattando l'acquisto del Milan. I famigerati 3 super manager. Il muro eretto è molto solido ma due di questi colossi sarebbero il gruppo Wanda e Mr Zong, la cui partecipazione nella cordata viene confermata dalle fonti della Gazzetta. Ma non finisce qui. Perché negli ultimi giorni questa cordata ha avuto altre adesioni da parte di nuovi imprenditori. Quindi tale gruppo viene considerato in crescita nel numero degli imprenditori e anche nelle garanzie economiche che può offrire a Silvio. Merito anche dell'alleanza tra costoro e il governo di Pechino: infatti nessun investimento nazionale passa senza il placet del governo centrale. E da Pechino addirittura spingono affinché l'altra squadra italiana già diventata cinese, il Pavia, diventi in futuro la base dell'academy rossonera (una sorta di squadra B dove coltivare i propri talenti nel professionismo).
    Questa cordata è stata informata dell'offerta di Bee e ora Silvio aspetta la controproposta. E pare che siano disposti a superare l'offerta di 500M di Bee, così come valutare un ingresso inizialmente in minoranza. A Silvio intanto sale l'appetito.

    La parte sul Pavia pare pura romanzata giornalistica ma se fosse vero sarebbe fantastico.

  8. #27
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    La Gazzetta dello Sport ci svela i dettagli sulla dama rossonera e la sua giornata milanese. La rosea non sa nemmeno chi sia, la chiama Mrs X, e racconta le sue tappe: alle ore 12 è arrivata a San Siro per visitare l'impianto, poi alle 12.30 visita di Casa Milan e infine alle ore 14.15 sarebbe andata direttamente ad Arcore da Berlusconi. Quest'ultima sarebbe una emissaria della cordata cinese che da mesi si contrappone a Bee. I giochi sarebbero ancora apertissimi, con i cinesi ancora in piena corsa. Addirittura secondo la rosea, Silvio avrebbe chiamato la dama non appena Bee ha messo piede sull'aereo per tornare in Thailandia e il primo calendario prevedeva anche una visita di milanello. Licia Ronzulli starebbe fungendo da mediatrice anche in questo caso. Silvio inoltre ha cancellato tutti gli impegni politici dalla sua agenda, segno che vuole dedicarsi completamente a risolvere la questione rossonera.
    La dama orientale, in ogni caso, è una emissaria della cordata di Lee ma è sbagliato identificare Lee con i cinesi. A differenza di Bee, questa cordata sarebbe rappresentata da 3 super manager di pari livello, con competenze distinte: settore commerciale, settore immobiliare, settore sportivo. E Mr Lee sarebbe uno di questi 3 super manager che rappresentano gli interessi di Pechino. La sua reazione al trambusto creato da Bee è stato un semplice "no comment". Tuttavia, la Gazzetta specifica che Berlusconi non vuole in alcun modo lasciare da perdente: soltanto quando la squadra sarà tornata grande in Italia e in europa, ed avrà lo stadio di proprietà, considererà conclusa la sua opera. Ecco perché chiunque sarà il partner dovrà accontentarsi di una scalata graduale: Silvio vuole raccogliere gli ultimi meriti e le ultime lodi. Da Fininvest, inoltre, risulta irritazione per la parola esclusiva pronunciata da Bee. Infatti non esisterebbe alcuna esclusiva. E la smentita fatta da Silvio appena ieri, sarebbe giusto pro forma. Insomma la partita è tutt'altro che chiusa.

    La Gazzetta dello Sport, inoltre, in un articolo a parte cerca di svelare i nomi che si celano dietro le "3 teste" orientali che stanno trattando l'acquisto del Milan. I famigerati 3 super manager. Il muro eretto è molto solido ma due di questi colossi sarebbero il gruppo Wanda e Mr Zong, la cui partecipazione nella cordata viene confermata dalle fonti della Gazzetta. Ma non finisce qui. Perché negli ultimi giorni questa cordata ha avuto altre adesioni da parte di nuovi imprenditori. Quindi tale gruppo viene considerato in crescita nel numero degli imprenditori e anche nelle garanzie economiche che può offrire a Silvio. Merito anche dell'alleanza tra costoro e il governo di Pechino: infatti nessun investimento nazionale passa senza il placet del governo centrale. E da Pechino addirittura spingono affinché l'altra squadra italiana già diventata cinese, il Pavia, diventi in futuro la base dell'academy rossonera (una sorta di squadra B dove coltivare i propri talenti nel professionismo).
    Questa cordata è stata informata dell'offerta di Bee e ora Silvio aspetta la controproposta. E pare che siano disposti a superare l'offerta di 500M di Bee, così come valutare un ingresso inizialmente in minoranza. A Silvio intanto sale l'appetito.

    Sono di Pavia tra un pò mi viene voglia di chiedere al presidente se sa qualcosa ahahahah

  9. #28
    Senior Member L'avatar di Toby rosso nero
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    11,707
    Citazione Originariamente Scritto da Admin Visualizza Messaggio
    Aggiornamento:




    La Gazzetta dello Sport ci svela i dettagli sulla dama rossonera e la sua giornata milanese. La rosea non sa nemmeno chi sia, la chiama Mrs X, e racconta le sue tappe: alle ore 12 è arrivata a San Siro per visitare l'impianto, poi alle 12.30 visita di Casa Milan e infine alle ore 14.15 sarebbe andata direttamente ad Arcore da Berlusconi. Quest'ultima sarebbe una emissaria della cordata cinese che da mesi si contrappone a Bee. I giochi sarebbero ancora apertissimi, con i cinesi ancora in piena corsa. Addirittura secondo la rosea, Silvio avrebbe chiamato la dama non appena Bee ha messo piede sull'aereo per tornare in Thailandia e il primo calendario prevedeva anche una visita di milanello. Licia Ronzulli starebbe fungendo da mediatrice anche in questo caso. Silvio inoltre ha cancellato tutti gli impegni politici dalla sua agenda, segno che vuole dedicarsi completamente a risolvere la questione rossonera.
    La dama orientale, in ogni caso, è una emissaria della cordata di Lee ma è sbagliato identificare Lee con i cinesi. A differenza di Bee, questa cordata sarebbe rappresentata da 3 super manager di pari livello, con competenze distinte: settore commerciale, settore immobiliare, settore sportivo. E Mr Lee sarebbe uno di questi 3 super manager che rappresentano gli interessi di Pechino. La sua reazione al trambusto creato da Bee è stato un semplice "no comment". Tuttavia, la Gazzetta specifica che Berlusconi non vuole in alcun modo lasciare da perdente: soltanto quando la squadra sarà tornata grande in Italia e in europa, ed avrà lo stadio di proprietà, considererà conclusa la sua opera. Ecco perché chiunque sarà il partner dovrà accontentarsi di una scalata graduale: Silvio vuole raccogliere gli ultimi meriti e le ultime lodi. Da Fininvest, inoltre, risulta irritazione per la parola esclusiva pronunciata da Bee. Infatti non esisterebbe alcuna esclusiva. E la smentita fatta da Silvio appena ieri, sarebbe giusto pro forma. Insomma la partita è tutt'altro che chiusa.

    La Gazzetta dello Sport, inoltre, in un articolo a parte cerca di svelare i nomi che si celano dietro le "3 teste" orientali che stanno trattando l'acquisto del Milan. I famigerati 3 super manager. Il muro eretto è molto solido ma due di questi colossi sarebbero il gruppo Wanda e Mr Zong, la cui partecipazione nella cordata viene confermata dalle fonti della Gazzetta. Ma non finisce qui. Perché negli ultimi giorni questa cordata ha avuto altre adesioni da parte di nuovi imprenditori. Quindi tale gruppo viene considerato in crescita nel numero degli imprenditori e anche nelle garanzie economiche che può offrire a Silvio. Merito anche dell'alleanza tra costoro e il governo di Pechino: infatti nessun investimento nazionale passa senza il placet del governo centrale. E da Pechino addirittura spingono affinché l'altra squadra italiana già diventata cinese, il Pavia, diventi in futuro la base dell'academy rossonera (una sorta di squadra B dove coltivare i propri talenti nel professionismo).
    Questa cordata è stata informata dell'offerta di Bee e ora Silvio aspetta la controproposta. E pare che siano disposti a superare l'offerta di 500M di Bee, così come valutare un ingresso inizialmente in minoranza. A Silvio intanto sale l'appetito.











    La Gazzetta dello Sport, nonostante le smentite di ieri, rilancia con forza: la possibile cessione del Milan ai cinesi è una pista tutt'altro che chiusa. Ecco, di seguito, il titolo della rosea:

    "Milan, il mistero della dama cinese. Colpo di scena nella trattativa. Berlusconi ha incontrato due volte una manager orientale rappresentate della cordata cinese che fa capo a Mister Lee. In vendita ci sarebbe solo una quota di minoranza. E Mr Bee aspetta...


    Nelle prossime ore tutti i dettagli





    Prendo atto delle notizie ma ribadisco, non è più il tempo di giochetti.
    Se è vero mi aspetto l'ufficialità di questa trattativa entro oggi/massimo domani, la riservatezza e la segretezza erano fondamentali per la trattativa ma adesso è il momento di essere sinceri e mostrare il programma. La guerra mediatica per accapparrarsi l'esclusiva migliore mi sta abbastanza stancando..

  10. #29
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    La Gazzetta dello Sport ci svela i dettagli sulla dama rossonera e la sua giornata milanese. La rosea non sa nemmeno chi sia, la chiama Mrs X, e racconta le sue tappe: alle ore 12 è arrivata a San Siro per visitare l'impianto, poi alle 12.30 visita di Casa Milan e infine alle ore 14.15 sarebbe andata direttamente ad Arcore da Berlusconi. Quest'ultima sarebbe una emissaria della cordata cinese che da mesi si contrappone a Bee. I giochi sarebbero ancora apertissimi, con i cinesi ancora in piena corsa. Addirittura secondo la rosea, Silvio avrebbe chiamato la dama non appena Bee ha messo piede sull'aereo per tornare in Thailandia e il primo calendario prevedeva anche una visita di milanello. Licia Ronzulli starebbe fungendo da mediatrice anche in questo caso. Silvio inoltre ha cancellato tutti gli impegni politici dalla sua agenda, segno che vuole dedicarsi completamente a risolvere la questione rossonera.
    La dama orientale, in ogni caso, è una emissaria della cordata di Lee ma è sbagliato identificare Lee con i cinesi. A differenza di Bee, questa cordata sarebbe rappresentata da 3 super manager di pari livello, con competenze distinte: settore commerciale, settore immobiliare, settore sportivo. E Mr Lee sarebbe uno di questi 3 super manager che rappresentano gli interessi di Pechino. La sua reazione al trambusto creato da Bee è stato un semplice "no comment". Tuttavia, la Gazzetta specifica che Berlusconi non vuole in alcun modo lasciare da perdente: soltanto quando la squadra sarà tornata grande in Italia e in europa, ed avrà lo stadio di proprietà, considererà conclusa la sua opera. Ecco perché chiunque sarà il partner dovrà accontentarsi di una scalata graduale: Silvio vuole raccogliere gli ultimi meriti e le ultime lodi. Da Fininvest, inoltre, risulta irritazione per la parola esclusiva pronunciata da Bee. Infatti non esisterebbe alcuna esclusiva. E la smentita fatta da Silvio appena ieri, sarebbe giusto pro forma. Insomma la partita è tutt'altro che chiusa.

    La Gazzetta dello Sport, inoltre, in un articolo a parte cerca di svelare i nomi che si celano dietro le "3 teste" orientali che stanno trattando l'acquisto del Milan. I famigerati 3 super manager. Il muro eretto è molto solido ma due di questi colossi sarebbero il gruppo Wanda e Mr Zong, la cui partecipazione nella cordata viene confermata dalle fonti della Gazzetta. Ma non finisce qui. Perché negli ultimi giorni questa cordata ha avuto altre adesioni da parte di nuovi imprenditori. Quindi tale gruppo viene considerato in crescita nel numero degli imprenditori e anche nelle garanzie economiche che può offrire a Silvio. Merito anche dell'alleanza tra costoro e il governo di Pechino: infatti nessun investimento nazionale passa senza il placet del governo centrale. E da Pechino addirittura spingono affinché l'altra squadra italiana già diventata cinese, il Pavia, diventi in futuro la base dell'academy rossonera (una sorta di squadra B dove coltivare i propri talenti nel professionismo).
    Questa cordata è stata informata dell'offerta di Bee e ora Silvio aspetta la controproposta. E pare che siano disposti a superare l'offerta di 500M di Bee, così come valutare un ingresso inizialmente in minoranza. A Silvio intanto sale l'appetito.

    mha, devo essere sincero? Mi sembra un articolo tutto troppo romanzato.

  11. #30
    Member L'avatar di ralf
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Località
    Milano
    Messaggi
    2,936
    Citazione Originariamente Scritto da Admin Visualizza Messaggio
    Aggiornamento:




    La Gazzetta dello Sport ci svela i dettagli sulla dama rossonera e la sua giornata milanese. La rosea non sa nemmeno chi sia, la chiama Mrs X, e racconta le sue tappe: alle ore 12 è arrivata a San Siro per visitare l'impianto, poi alle 12.30 visita di Casa Milan e infine alle ore 14.15 sarebbe andata direttamente ad Arcore da Berlusconi. Quest'ultima sarebbe una emissaria della cordata cinese che da mesi si contrappone a Bee. I giochi sarebbero ancora apertissimi, con i cinesi ancora in piena corsa. Addirittura secondo la rosea, Silvio avrebbe chiamato la dama non appena Bee ha messo piede sull'aereo per tornare in Thailandia e il primo calendario prevedeva anche una visita di milanello. Licia Ronzulli starebbe fungendo da mediatrice anche in questo caso. Silvio inoltre ha cancellato tutti gli impegni politici dalla sua agenda, segno che vuole dedicarsi completamente a risolvere la questione rossonera.
    La dama orientale, in ogni caso, è una emissaria della cordata di Lee ma è sbagliato identificare Lee con i cinesi. A differenza di Bee, questa cordata sarebbe rappresentata da 3 super manager di pari livello, con competenze distinte: settore commerciale, settore immobiliare, settore sportivo. E Mr Lee sarebbe uno di questi 3 super manager che rappresentano gli interessi di Pechino. La sua reazione al trambusto creato da Bee è stato un semplice "no comment". Tuttavia, la Gazzetta specifica che Berlusconi non vuole in alcun modo lasciare da perdente: soltanto quando la squadra sarà tornata grande in Italia e in europa, ed avrà lo stadio di proprietà, considererà conclusa la sua opera. Ecco perché chiunque sarà il partner dovrà accontentarsi di una scalata graduale: Silvio vuole raccogliere gli ultimi meriti e le ultime lodi. Da Fininvest, inoltre, risulta irritazione per la parola esclusiva pronunciata da Bee. Infatti non esisterebbe alcuna esclusiva. E la smentita fatta da Silvio appena ieri, sarebbe giusto pro forma. Insomma la partita è tutt'altro che chiusa.

    La Gazzetta dello Sport, inoltre, in un articolo a parte cerca di svelare i nomi che si celano dietro le "3 teste" orientali che stanno trattando l'acquisto del Milan. I famigerati 3 super manager. Il muro eretto è molto solido ma due di questi colossi sarebbero il gruppo Wanda e Mr Zong, la cui partecipazione nella cordata viene confermata dalle fonti della Gazzetta. Ma non finisce qui. Perché negli ultimi giorni questa cordata ha avuto altre adesioni da parte di nuovi imprenditori. Quindi tale gruppo viene considerato in crescita nel numero degli imprenditori e anche nelle garanzie economiche che può offrire a Silvio. Merito anche dell'alleanza tra costoro e il governo di Pechino: infatti nessun investimento nazionale passa senza il placet del governo centrale. E da Pechino addirittura spingono affinché l'altra squadra italiana già diventata cinese, il Pavia, diventi in futuro la base dell'academy rossonera (una sorta di squadra B dove coltivare i propri talenti nel professionismo).
    Questa cordata è stata informata dell'offerta di Bee e ora Silvio aspetta la controproposta. E pare che siano disposti a superare l'offerta di 500M di Bee, così come valutare un ingresso inizialmente in minoranza. A Silvio intanto sale l'appetito.











    La Gazzetta dello Sport, nonostante le smentite di ieri, rilancia con forza: la possibile cessione del Milan ai cinesi è una pista tutt'altro che chiusa. Ecco, di seguito, il titolo della rosea:

    "Milan, il mistero della dama cinese. Colpo di scena nella trattativa. Berlusconi ha incontrato due volte una manager orientale rappresentate della cordata cinese che fa capo a Mister Lee. In vendita ci sarebbe solo una quota di minoranza. E Mr Bee aspetta...


    Nelle prossime ore tutti i dettagli





    Se è vero che questa dama che fa parte della cordata cinese ha visitato accompagnata dall'autista del nano,prima Casa Milan e poi Milanello,mi fa pensare che questi cinesi vogliano quantificare il vero valore del Milan o cmq vedere quello che si va a comprare.
    Anche il Corriere parla di cordata cinese che sarebbe interessata non solo alle azioni del club rossonero, ma anche del progetto del nuovo stadio.

Pagina 3 di 7 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.