Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Top 22 Stats
Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11
  1. #1
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    12,836

    Approfondimento Corriere: le scatole cinesi e il futuro del Milan

    Ecco un approfondimento del Corriere della Sera sulle ultime notizie del Milan ai cinesi, a cura di Paolo Salom.

    Steven Zheng e Sonny Wu sono i due nomi che rappresentano la cordata pronta acquistare il 100% del Milan. Il primo (all'anagrafe Zheng Jianming) è un magnate dell'energia ed è di Jiangsu; il secondo (all'anagrafe Wu Shenjun) manager del fondo GRS ed è di Guandong.

    Qual è il loro rapporto nell'affare Milan? Non vi è una diarchia, che male si sposa con la tradizione cinese. I due hanno un peso differente. Mentre Zheng Jianming (Steven Zheng) pare rilegato nell'ombra, Wu Shenjun (Sonny Wu) sembra essere il capofila, futuro padrone del Milan. E' lui che è finito sotto i riflettori.

    Ma in Cina non funziona così. Chi ha denaro e possibilità preferisce muovere le pedine da dietro le quinte. E' un sistema che si è sviluppato perché essere troppo in vista significa essere oggetto di invidia, gelosia, ma soprattuto significa essere sotto l'occhio del potere. Sono le cosiddette "ombre cinesi": se le cose vanno male, c'è la scappatoia 'io non sono nessuno'.
    Allora è molto più probabile che sia Zheng Jianming (Steven Zheng), ad oggi sconosciuto ai più, il magnate con possibilità di investire quanto basta per portare il simbolo del calcio in Oriente, avendo lui un patrimonio di quasi 2 miliardi di dollari.

    Com'è diventato ricco? Steven Zheng è un intellettuale, è stato vicedirettore della rivista Hainan Times e ricercatore all’Istituto di Economia e tecnologia al Consiglio di Stato, cioè presso il governo di Pechino. Poi con investimenti immobiliari ha gaudagnato tantissimi soldi e si è gettato nel settore delle rinnovabili.
    Dunque, ha i capitali e ha anche le conoscenze. Ma preferisce rimanere in disparte, cioè adottare il profilo migliore per questo passaggio di proprietà molto delicato.

    Portare il Milan in Cina, così come è successo con l'Inter, è una precisa linea politica del presidente Xi Jinping, appassionato di calcio e desideroso di innalzare il livello di questo sport nel proprio paese, attualmente carente. Si spiega così la difficoltà di varie aziende e persone delle quali è difficile capire il ruolo ma che sono tutte desiderose di compiacere il presidente cinese: Robin Li (Baidu), Kweichouw Moutai. E i nostri due Sonny Wu e Steven Zheng.

    Ma stiamo parlando di prestanome? Thomas Rosenthal, studioso di Cina contemporanea e manager italiano con base a Shenzhen, non esclude che dietro tutta questa storia ci sia lo Stato cinese, l'unico che trarrebbe beneficio dall'acquisto di squadre straniere. Si pensa ad una quotazione a Hong Kong, che farebbe subito guadagnare denario a chi lo ha investito per conto di terzi. E poi si vedrà: è il gioco delle scatole cinesi.
    Ultima modifica di Louis Gara; 26-07-2016 alle 02:05
    Filippo Inzaghi (proveniente da 5 partite, di cui 4 perse e 1 vinta): "Ho rivisto lo spirito giusto: una l'abbiamo vinta, le altre... le abbiamo giocate bene."

  2. # ADS
    Adv
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Messaggi
    Many
     

  3. #2
    Senior Member L'avatar di DeviLInsideMe
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Lamezia Terme
    Messaggi
    5,755
    Firmate tutto entro il 31 che ne abbiamo fortemente bisogno.. Il resto chi vivrà vedrà.. Ma peggio di così sarà impossibile!
    Once a Bull always a Bull.

    ACM1899

  4. #3
    Member L'avatar di MaschioAlfa
    Data Registrazione
    Jun 2015
    Località
    Milan
    Messaggi
    3,024
    Liberarsi dal berlusca è il primo mattone per la ricostruzione
    Le' mei daghel che ciapal !
    L'è Mei il cul del Salam, che il Salam in del cul.

  5. #4
    Bannato
    Data Registrazione
    Nov 2015
    Messaggi
    2,130
    In altri articoli si dice tutto l'opposto. Ossia che nessuno ha interesse a rimanere dietro le quinte.

    Poi un patrimonio di 2 miliardi è ridicolo per il costo che ha questa operazione.
    È uno "straccione".

  6. #5
    Senior Member L'avatar di Super_Lollo
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    20,426
    Ripeto ancora per la 100esi volta , aspettate è inutile fare ipotesi oggi che magari tra 4 giorni ci sono altri nomi e si cambia nuovamente tutto
    Gattuso : " il giorno che arrivò Kaka a Milanello ci guardammo tutti in faccia chiedendoci chi fosse quello sfigato con gli occhialini ,due ore dopo iniziammo la partitella. Primo pallone toccato da Kaka mi salta come nulla fosse arriva davanti a Nesta si sposta la palla e spara un missile all incrocio dei pali. Che ci crediate o meno in quel momento capii che avremmo rivinto la Champions guidati da quello sfigato con gli occhialini "

  7. #6
    Member L'avatar di Black
    Data Registrazione
    Apr 2015
    Messaggi
    3,775
    Citazione Originariamente Scritto da dhorasoosarebbetitolare Visualizza Messaggio
    In altri articoli si dice tutto l'opposto. Ossia che nessuno ha interesse a rimanere dietro le quinte.
    infatti! è chiaro che nessuno sa nulla. Ora va tanto di "moda" questo Sonny Wu, ma solo con l'ufficialità sapremo chi c'è veramente

  8. #7
    Senior Member
    Data Registrazione
    Apr 2014
    Messaggi
    8,484
    Citazione Originariamente Scritto da Black Visualizza Messaggio
    infatti! è chiaro che nessuno sa nulla. Ora va tanto di "moda" questo Sonny Wu, ma solo con l'ufficialità sapremo chi c'è veramente
    Secondo me è il frontman, quello che apporrebbe la firma, ma si tratterebbe solo di uno dei componenenti della cordata senza essere il capofila.

    Qualsiasi discussione sui componenti della cordata viene meno se poi c'è davvero di mezzo lo Stato cinese nella gestione del nuovo Milan (e per me c'è).

  9. #8
    Senior Member L'avatar di diavoloINme
    Data Registrazione
    Apr 2016
    Messaggi
    6,414
    Qualcosa è successo ragazzi, è inutile negarlo. Qualche movimento interno alla cordata col solo fine di accelerare la trattativa e levarsi di mezzo berlusconi. Non è mica detto che debba esser negativo quanto accaduto. Magari i 'pesci grossi' hanno forzato la mano 'fingendo' un dietrofront per poi rientrare una volta cacciato a pedate il nano. Chi glielo impedisce?
    Ormai è palese che la trattativa è complicata perchè è il presidente a renderla tale.
    Ora passiamo alle cose formali...

  10. #9
    Senior Member L'avatar di Milanforever26
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    12,942
    Vabbé dai ormai siamo quasi alle teorie complottistiche...

    Qua ce n'è per il prossimo romanzo di Dan Brown: "La cordata segreta"

  11. #10
    Junior Member L'avatar di medjai
    Data Registrazione
    Aug 2014
    Località
    Valencia (Spagna)
    Messaggi
    850
    Citazione Originariamente Scritto da Louis Gara Visualizza Messaggio
    Ecco un approfondimento del Corriere della Sera sulle ultime notizie del Milan ai cinesi, a cura di Paolo Salom.

    Steven Zheng e Sonny Wu sono i due nomi che rappresentano la cordata pronta acquistare il 100% del Milan. Il primo (all'anagrafe Zheng Jianming) è un magnate dell'energia ed è di Jiangsu; il secondo (all'anagrafe Wu Shenjun) manager del fondo GRS ed è di Guandong.

    Qual è il loro rapporto nell'affare Milan? Non vi è una diarchia, che male si sposa con la tradizione cinese. I due hanno un peso differente. Mentre Zheng Jianming (Steven Zheng) pare rilegato nell'ombra, Wu Shenjun (Sonny Wu) sembra essere il capofila, futuro padrone del Milan. E' lui che è finito sotto i riflettori.

    Ma in Cina non funziona così. Chi ha denaro e possibilità preferisce muovere le pedine da dietro le quinte. E' un sistema che si è sviluppato perché essere troppo in vista significa essere oggetto di invidia, gelosia, ma soprattuto significa essere sotto l'occhio del potere. Sono le cosiddette "ombre cinesi": se le cose vanno male, c'è la scappatoia 'io non sono nessuno'.
    Allora è molto più probabile che sia Zheng Jianming (Steven Zheng), ad oggi sconosciuto ai più, il magnate con possibilità di investire quanto basta per portare il simbolo del calcio in Oriente, avendo lui un patrimonio di quasi 2 miliardi di dollari.

    Com'è diventato ricco? Steven Zheng è un intellettuale, è stato vicedirettore della rivista Hainan Times e ricercatore all’Istituto di Economia e tecnologia al Consiglio di Stato, cioè presso il governo di Pechino. Poi con investimenti immobiliari ha gaudagnato tantissimi soldi e si è gettato nel settore delle rinnovabili.
    Dunque, ha i capitali e ha anche le conoscenze. Ma preferisce rimanere in disparte, cioè adottare il profilo migliore per questo passaggio di proprietà molto delicato.

    Portare il Milan in Cina, così come è successo con l'Inter, è una precisa linea politica del presidente Xi Jinping, appassionato di calcio e desideroso di innalzare il livello di questo sport nel proprio paese, attualmente carente. Si spiega così la difficoltà di varie aziende e persone delle quali è difficile capire il ruolo ma che sono tutte desiderose di compiacere il presidente cinese: Robin Li (Baidu), Kweichouw Moutai. E i nostri due Sonny Wu e Steven Zheng.

    Ma stiamo parlando di prestanome? Thomas Rosenthal, studioso di Cina contemporanea e manager italiano con base a Shenzhen, non esclude che dietro tutta questa storia ci sia lo Stato cinese, l'unico che trarrebbe beneficio dall'acquisto di squadre straniere. Si pensa ad una quotazione a Hong Kong, che farebbe subito guadagnare denario a chi lo ha investito per conto di terzi. E poi si vedrà: è il gioco delle scatole cinesi.
    Non capisco come uno con un patrimonio di 2 miliardi può investire a titolo personale in un negozio di 1.5 miliardi.

    La premesa è che tutto sarà migliore di Berlusconi. Ma questi cinesi poveraci non mi fanno impazzire perche non mi danno fiducia. Come Mr. Bee che senza denaro come vuole investire nel Milan? Con il denaro degli altri? Bah... Ho già perso l'emozione per la vendita.

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.