Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Top 22 Stats
Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Pagina 4 di 4 PrimaPrima ... 234
Risultati da 31 a 38 di 38

  1. #31
    Member L'avatar di TheZio
    Data Registrazione
    Apr 2015
    Località
    Udine
    Messaggi
    1,739
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    Intervistato dal quotidiano Libero, Marco Amelia rilascia delle dichiarazioni interessanti riguardanti il suo passato al Milan. E non le manda certo a dire. Ecco le sue parole: "Arrivai al Milan nel 2010, e restai fino al 2014. Mi chiamò Galliani. Le cose per me non andarono bene fin dall’inizio, per giocare infatti dovevo sperare nell’infortunio di Christian (Abbiati), per un periodo fui anche titolare ma poi Allegri mi escluse senza motivo. Con lui purtroppo non c’è dialogo, così manifestai la volontà di essere ceduto ma Galliani mi chiese di restare. A gennaio 2014 decisi di andar via ma ricevo una telefonata. Era Seedorf. Mi disse: “Sono il nuovo mister del Milan,resta”. Ovviamente con ci pensai due volte, Clarence per me è un maestro, uno dei più grandi di sempre. Quando io e Kakà leggemmo che alcuni giocatori andarono da Berlusconi per chiederne l'esonero, chiedemmo spiegazioni nello spogliatoio. Gli interessati però ci risposero “non è vero” e la cosa finì lì. Fosse stato vero sarebbe una schifezza, io che con Allegri non avevo rapporti non mi sono mai sognato di ostacolarlo. L'esonero di Clarence è stato un errore grave. Con Seedorf il Milan aveva regole e disciplina. Lo hanno fatto passare per “grottesco”, come il mister che voleva allenarsi al pomeriggio per dormire al mattino, ma la verità era un’altra: voleva togliere certe “comodità” alla rosa. Infatti se ti alleni al mattino poi hai tutto il giorno libero… La rissa con Bonera? Ecco la verità. Dopo una giornata a “Casa Milan” io e ElShaarawy ci fermammo a firmare autografi con i tifosi. Gli altri salirono sul pullman. Un dirigente mi chiese di convincere la squadra a scendere. Qualcuno mi rispose “non ho voglia”. Poi lo stesso dirigente “invitò” tutti a darsi una mossa. Tornati sul pullman sentii delle battute che non mi piacquero, così tra me e Daniele volarono parole grosse, non ci ho visto più e l'ho colpito. I compagni mi bloccarono, altrimenti ne avrei colpiti molti di più. C’erano 400 tifosi che per farsi una foto con noi hanno preso il permesso dal lavoro, ci vuole rispetto…".
    Ha confermato quello che molti tifosi milanisti pensano..
    Niente.. Tocca attendere una vera svolta altrimenti non andremo mai da nessuna parte...

  2. # ADS
    Adv
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Località
    Advertising world
    Messaggi
    Many
     

  3. #32
    Bannato
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    14,768
    Non avevo dubbi su di lui come uomo

  4. #33
    Che m.....e

  5. #34
    MISTER L'avatar di 13-33
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Località
    Parigi
    Messaggi
    787
    Lo sappiamo tutti que il gruppo Monolivo Bonera Abate Abbiati con la collaborazione di Galliani e la stampa amica hanno fatto la guerra a Clarence !!!
    Massimo rispetto per Seedorf uomo vero purtroppo che al Milan no abiiamo piu e bravo Amelia per dire la verita. Grande Kaka !!!

  6. #35
    Senior Member L'avatar di Serginho
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    West Sussex
    Messaggi
    6,035
    La macabra situazione in cui versiamo e' figlia anche di questa ignobile vicenda e dell'esonero di Seedorf, quelli che pagano maggiormente pero' siamo noi poveri tifosi. Un sentito grazie ad Amelia per le parole e per quel pugno dato a quel vergognoso verme raccomandato, in quel pugno sono sicuro ci sara' stato lo spirito di milioni di milanisti

  7. #36
    Zio bello L'avatar di addox
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    996
    Amelia riporta in maniera simile vicende su cui si è ampiamente dibattuto sul forum e ripeto, in maniera molto simile, facendo pensare che siano realistiche. Il colpo mortale per questa ex società di calcio a mio avviso però è stato l'allontanamento di Seedorf, che con tutte le sue particolarità, era un allenatore che pensava in grande, pensava da Milan, con la stessa mentalità che l'aveva contraddistinto da calciatore. Il suo "3/4 della rosa va cambiato" detto nel 2013 non soltanto era profetico ma se ascoltato ci avrebbe permesso una ripartenza con qualche anno di anticipo, rispetto a quando avverrà, se mai averrà. Questo a dimostrare che anche se non l'unico responsabile dell'attuale situazione societaria, i danno fatti da fester sono incalcolabili.
    Nano malefico, zio fester veniamo con i bastoni

  8. #37
    Citazione Originariamente Scritto da sballotello Visualizza Messaggio
    facile...montolivo, abate. bonera..
    Io mi stupisco di come 400 tifosi possano chiedere l' autografo a tre
    falsi-invalidi di questo livello, comunque ci metto la mano sul fuoco
    sulle dichiarazioni di Amelia non a caso lo hanno mandato via subito
    mentre la monnezza invece e rimasta a rubare lo stipendio tranquillamente
    tra 1000/1500 infortuni al mese.

  9. #38
    Senior Member
    Data Registrazione
    Dec 2014
    Messaggi
    6,713
    Maledetto Galliani, e lui il colpevole.

Pagina 4 di 4 PrimaPrima ... 234

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.