Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Top 22 Stats
Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 29

  1. #1

    Alla scoperta di Unai Emery, tecnico vicino al Milan.

    Unai Emery può essere l'allenatore giusto per questo Milan? Beh, scopriamolo insieme...

    I 5 concetti cardine della filosofia di Unai.

    Unai Emery è considerato in patria uno degli allenatori spagnoli più preparati. Nel 2012 ha pubblicato un libro in cui spiega quali sono i 5 concetti cardine della sua filosofia: Espíritu de equipo, Mentalidad ganadora, Esfuerzo canalizado, Razon y emocion, Serempatía. Per lui il valore del gruppo è fondamentale: “il noi deve superare l’io”, ed ha una forte convinzione per cui “ogni vincente deve avere un credo”, e sapere dosare le forze perchè “non gestiamo il tempo, gestiamo le energie”. Infatti per vincere, la necessità è quella di trovare il “giusto equilibrio tra ragione ed emozione” e infine la ‘Serempatía’, neologismo per esprimere l’incontro tra ‘serendipità’ (la fortuna di fare felici scoperte per caso) ed empatia.

    Oltre al talento deve esserci lavoro e tenacia.

    Per Emery il talento non è mai fine a sé tesso ma è la somma di tre ‘T’: Talento, Trabajo, Tenacidad. Come spiega il tecnico basco, “il Talento è l’essenza, ma deve essere accompagno da lavoro e tenacia, costanza, perseveranza. Un giocatore con molto talento, ma senza lavoro e tenacia, non arriva da nessuna parte. Al contrario un giocatore con meno talento ma con molta attitudine al lavoro e perseveranza ha più possibilità di esplodere”.

    Un sopravvissuto diventato cavaliere.

    Unai è considerato in patria come il ‘Cavaliere del Santo Graal’, soprannome con cui lo chiamano tutte le persone che lo conoscono. La spiegazione la illustra lo stesso Emery: “Perchè sono una specie di eletto, un superstite che esce sempre trionfante dai momenti difficili”.

    L'importanza del turn over.

    Una delle forti convinzioni di Unai Emery è l’importanza del turnover: nelle 38 partite di campionato con il Siviglia, infatti, non ha mai utilizzato per due gare consecutive la stessa formazione. Una particolarità che ha contraddistinto anche le sue precedenti esperienze.

    Il suo credo tattico.

    Unai ha sempre impostato le sue squadre con il 4-2-3-1, utilizzando però con frequenza anche il 4-4-2 e il 4-4-1-1. Tatticamente è considerato uno dei tecnici più preparati di tutta la Liga: “Vorrei che si parlasse di me come di qualcuno che ha dato molto al calcio, come Guardiola, Mou o Bielsa”.

    I suoi metodi di lavoro, con il materiale a disposizione, sono i migliori della Liga.

    Nel 2012, il lavoro svolto dal tecnico basco è stato oggetto di uno studio effettuato dal professor Julio Del Corral, docente d’Economia all’Università di Castilla-La Mancha. Quest'ultimo ha evidenziato come i metodi di lavoro di Emery siano risultati i più efficaci della Liga, davanti anche a quelli utilizzati da Guardiola al Barcellona e Mourinho al Real Madrid. Unai è capace di trarre dai propri giocatori “la massima produzione”, seppur con risorse inferiori rispetto ai colleghi più celebrati.

    Il flop fuori dalla Spagna.

    La nota dolente è che l'unica esperienza di Emery lontano dalla Spagna si è conclusa con un esonero: dopo aver strappato elogi alla guida del Valencia, nel maggio del 2012 firma con lo Spartak Mosca. L’avventura si conclude a novembre, dopo un pesante 5-1 incassato contro la Dinamo Mosca. In Russia, inoltre, si ricordano di Emery anche per la sua scappatella extraconiugale con una misteriosa biondina: fece molto scalpore un bacio tra i due al ristorante.

    Lingua tagliente e carattere focoso.

    Nello scorso aprile Emery è stato protagonista anche di un episodio spiacevole: in occasione del derby di campionato contro il Betis, Unai ha rivolto al giovane Leo Baptistao, attaccante dei biancoverdi che stava passando davanti alla panchina del Siviglia, una frase poco elegante, mettendo in dubbio il valore del giocatore e il suo essere all’altezza della Liga. La reazione del 21enne brasiliano però è stata imprevedibile: il ragazzo è scoppiato a piangere. A quel punto Unai si è scusato con lui attraverso Twitter.

    Allenatore attivo nel web.

    Emery è anche molto attivo su internet: ha un blog ufficiale, che aggiorna con costanza, e una pagina Twitter che vanta oltre 40mila followers.

    Unai e Rami: una storia iniziata al Valencia...

    Fu proprio Unai a portare Adil Rami al Valencia nell'estate del 2011 ed è con il tecnico basco che il centrale transalpino ha mostrato il massimo del suo potenziale.
    Con il Milan nel sangue, nella mente e nel cuore.

  2. # ADS
    Adv
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Messaggi
    Many
     

  3. #2
    Senior Member L'avatar di Z A Z A'
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    13,657
    Sulla carta tante belle cose,ma anche Allegri aveva la tesina figa...
    Sarei comunque favorevole,un po' d'aria fresca ci farebbe bene.
    I am the one who KNOCKS!

  4. #3
    Citazione Originariamente Scritto da Z A Z A' Visualizza Messaggio
    Sulla carta tante belle cose,ma anche Allegri aveva la tesina figa...
    Sarei comunque favorevole,un po' d'aria fresca ci farebbe bene.
    vabbè dai, tesina figa a parte questo qui ha tutt'altro curriculum ed esperienza rispetto ad Allegri... stanno proprio su due mondi diversi.
    Con il Milan nel sangue, nella mente e nel cuore.

  5. #4
    Senior Member L'avatar di Darren Marshall
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    9,245
    Una scommessa che farei molto volentieri.

  6. #5
    Senior Member L'avatar di Z A Z A'
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    13,657
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    vabbè dai, tesina figa a parte questo qui ha tutt'altro curriculum ed esperienza rispetto ad Allegri... stanno proprio su due mondi diversi.
    Sisi senza dubbio,era solo per dire che concetti e filosofie valgono fino ad un certo punto.
    I am the one who KNOCKS!

  7. #6
    Amministratore L'avatar di Admin
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    62,261
    Da quel poco che ho visto mi sembra uno di quegli allenatori che urlano, si sbracciano, si buttano per terra, esultano come pazzi.

    Ed è perfettamente ciò che ci vuole. Sempre nel caso in cui Seedorf venga silurato.
    Segui MilanWorld su Facebook e Twitter per restare aggiornato su tutte le notizie!

    FB: https://www.facebook.com/MilanWorldForum

    Twitter: https://twitter.com/MilanWorldForum

  8. #7
    Member L'avatar di gabuz
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    3,402
    In più è basco

  9. #8
    non lo conosco,,ma preferirei evitare.Il milan berlusconiano non ha mai avuto grande fortuna con gli allenatori stranieri

  10. #9
    Citazione Originariamente Scritto da Z A Z A' Visualizza Messaggio
    anche Allegri aveva la tesina figa

  11. #10
    Member L'avatar di S T B
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Messaggi
    2,232
    a me non dispiacerebbe...

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.