Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Top 22 Stats
Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 12

  1. #1

    Abate: "Voglio chiudere la carriera al Milan,aspetterò finché posso"

    Dalle pagine della Gazzetta dello Sport, ecco le parole di Ignazio Abate: "La mia priorità resta il Milan: lo aspetterò finché potrò. Questa è casa mia, anche se so che nel calcio purtroppo ci si può separare. Io voglio restare e chiudere la carriera qui. Non riesco a vedermi con un’altra maglia addosso, almeno in Italia: al massimo andrei all’estero. Ma il momento dei saluti non è arrivato. Quando arrivo a Milanello mi emoziono ancora”.

    Queste invece le sue parole su Inzaghi e i precedenti allenatori: "Il cambio di allenatore ha fatto bene non solo a me, anche al gruppo, adesso si respira un’aria diversa. Non mi esalto adesso come non mi sono depresso prima. Inzaghi è un maniaco, un vero perfezionista. Lo era da giocatore e lo è anche da tecnico. Nello spogliatoio si fa rispettare: c’è il momento in cui si lavora, e lì Inzaghi non transige, e il momento in cui si può scherzare. C’è una fiducia corrisposta tra noi e lui. Da tanto non si respirava un’aria così a Milanello”.

    Su Clarence Seedorf: "Non gli ho mai chiesto spiegazioni per le esclusioni e gli ho sempre detto le cose in faccia. Pretendo solo rispetto e lealtà. In quei mesi soffrivo perché rischiavo di perdere il Mondiale. È stato un capitolo sfortunato per me e per il Milan. Tuttavia mi ha fatto piacere che Seedorf abbia detto che mi sono sempre comportato da professionista."

    Su Leonardo: "E' stato fondamentale: quell’anno pensavo di fare soltanto il ritiro e poi andare via. Mi voleva la Roma. Leo invece mi impostò da terzino. Lui ha cambiato un po’ la mentalità della società puntando sui giovani."

    Su Allegri "Con lui all’inizio non giocavo, ma dopo il Real non sono più uscito. Con Allegri ho un rapporto di amicizia: è una persona leale, sincera, vera".
    Con il Milan nel sangue, nella mente e nel cuore.

  2. # ADS
    Adv
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Messaggi
    Many
     

  3. #2
    Junior Member L'avatar di Sanfuka
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Messaggi
    39
    Benissimo direi...un altro scarpone di cui non ci libereremo mai allora....

    Sopravvalutato.

    Ma sopratutto, scarso.

  4. #3
    Senior Member L'avatar di Angstgegner
    Data Registrazione
    Apr 2013
    Messaggi
    9,922
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    Dalle pagine della Gazzetta dello Sport, ecco le parole di Ignazio Abate: "La mia priorità resta il Milan: lo aspetterò finché potrò. Questa è casa mia, anche se so che nel calcio purtroppo ci si può separare. Io voglio restare e chiudere la carriera qui. Non riesco a vedermi con un’altra maglia addosso, almeno in Italia: al massimo andrei all’estero. Ma il momento dei saluti non è arrivato. Quando arrivo a Milanello mi emoziono ancora”.

    Queste invece le sue parole su Inzaghi e i precedenti allenatori: "Il cambio di allenatore ha fatto bene non solo a me, anche al gruppo, adesso si respira un’aria diversa. Non mi esalto adesso come non mi sono depresso prima. Inzaghi è un maniaco, un vero perfezionista. Lo era da giocatore e lo è anche da tecnico. Nello spogliatoio si fa rispettare: c’è il momento in cui si lavora, e lì Inzaghi non transige, e il momento in cui si può scherzare. C’è una fiducia corrisposta tra noi e lui. Da tanto non si respirava un’aria così a Milanello”.

    Su Clarence Seedorf: "Non gli ho mai chiesto spiegazioni per le esclusioni e gli ho sempre detto le cose in faccia. Pretendo solo rispetto e lealtà. In quei mesi soffrivo perché rischiavo di perdere il Mondiale. È stato un capitolo sfortunato per me e per il Milan. Tuttavia mi ha fatto piacere che Seedorf abbia detto che mi sono sempre comportato da professionista."

    Su Leonardo: "E' stato fondamentale: quell’anno pensavo di fare soltanto il ritiro e poi andare via. Mi voleva la Roma. Leo invece mi impostò da terzino. Lui ha cambiato un po’ la mentalità della società puntando sui giovani."

    Su Allegri "Con lui all’inizio non giocavo, ma dopo il Real non sono più uscito. Con Allegri ho un rapporto di amicizia: è una persona leale, sincera, vera".
    Sono molto contento di come sta giocando, ma non bisogna commettere l'errore di rinnovargli il contratto con aumento dell'ingaggio solamente sulla scia delle prestazioni. Si merita l'aumento per 7 partite giocate bene dopo anni di performances agghiaccianti? Non se ne parla proprio per quanto mi riguarda. Io rinnoverei il suo contratto, ma a pari condizioni economiche. Pretende di più? Trovati una squadra disposta a darti 3 milioni e tanti saluti.

  5. #4
    sinceramente, se Abate si conferma su questi livelli, per noi è oro colato, nettamente uno dei migliori terzini del campionato..non mi sta molto simpatico, odio clan e gruppetti, ma è innegabile che a questa maglia ci tenga parecchio, quindi sono felice se rimane (alle giuste cifre)..paradossalmente è quello che ha dato di meno addosso a Seedorf, anche se dire che è stato un capitolo sfortunato del Milan è una boiata pazzesca, per l'ottavo posto dell'anno scorso c'è da ringraziare solo il suo amico Allegri altro che Clarence

  6. #5
    Citazione Originariamente Scritto da Angstgegner Visualizza Messaggio
    Sono molto contento di come sta giocando, ma non bisogna commettere l'errore di rinnovargli il contratto con aumento dell'ingaggio solamente sulla scia delle prestazioni. Si merita l'aumento per 7 partite giocate bene dopo anni di performances agghiaccianti? Non se ne parla proprio per quanto mi riguarda. Io rinnoverei il suo contratto, ma a pari condizioni economiche. Pretende di più? Trovati una squadra disposta a darti 3 milioni e tanti saluti.
    Concordo su tutto,evitiamo aumenti del contratto solo per qualche partita finalmente giocata a buon livello

  7. #6
    Ale
    Ospite
    un altro buffone di corte, con tutti i soldi che prende, mi emozionerei pure io. classiche braccia tolte all'agricoltura.

  8. #7
    Member L'avatar di malos
    Data Registrazione
    Aug 2014
    Messaggi
    2,905
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    Dalle pagine della Gazzetta dello Sport, ecco le parole di Ignazio Abate: "La mia priorità resta il Milan: lo aspetterò finché potrò. Questa è casa mia, anche se so che nel calcio purtroppo ci si può separare. Io voglio restare e chiudere la carriera qui. Non riesco a vedermi con un’altra maglia addosso, almeno in Italia: al massimo andrei all’estero. Ma il momento dei saluti non è arrivato. Quando arrivo a Milanello mi emoziono ancora”.

    Queste invece le sue parole su Inzaghi e i precedenti allenatori: "Il cambio di allenatore ha fatto bene non solo a me, anche al gruppo, adesso si respira un’aria diversa. Non mi esalto adesso come non mi sono depresso prima. Inzaghi è un maniaco, un vero perfezionista. Lo era da giocatore e lo è anche da tecnico. Nello spogliatoio si fa rispettare: c’è il momento in cui si lavora, e lì Inzaghi non transige, e il momento in cui si può scherzare. C’è una fiducia corrisposta tra noi e lui. Da tanto non si respirava un’aria così a Milanello”.

    Su Clarence Seedorf: "Non gli ho mai chiesto spiegazioni per le esclusioni e gli ho sempre detto le cose in faccia. Pretendo solo rispetto e lealtà. In quei mesi soffrivo perché rischiavo di perdere il Mondiale. È stato un capitolo sfortunato per me e per il Milan. Tuttavia mi ha fatto piacere che Seedorf abbia detto che mi sono sempre comportato da professionista."

    Su Leonardo: "E' stato fondamentale: quell’anno pensavo di fare soltanto il ritiro e poi andare via. Mi voleva la Roma. Leo invece mi impostò da terzino. Lui ha cambiato un po’ la mentalità della società puntando sui giovani."

    Su Allegri "Con lui all’inizio non giocavo, ma dopo il Real non sono più uscito. Con Allegri ho un rapporto di amicizia: è una persona leale, sincera, vera".
    Rinnoverà sicuramente con adeguamento e ce ne pentiremo amaramente, almeno noi tifosi. Alla dirigenza va bene così per tanti motivi.

  9. #8
    Member L'avatar di Brain84
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Venezia
    Messaggi
    3,233
    Quest'anno si sta dimostrando uno dei terzini migliori in Italia. Ogni partita migliora sempre di più e l'intesa con Honda si sta perfezionando. Credo che dopo la preparazione invernale ne vedremo delle belle.
    www.uaitstudio.it

  10. #9
    Senior Member L'avatar di MaggieCloun
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    25,869
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    Dalle pagine della Gazzetta dello Sport, ecco le parole di Ignazio Abate: "La mia priorità resta il Milan: lo aspetterò finché potrò. Questa è casa mia, anche se so che nel calcio purtroppo ci si può separare. Io voglio restare e chiudere la carriera qui. Non riesco a vedermi con un’altra maglia addosso, almeno in Italia: al massimo andrei all’estero. Ma il momento dei saluti non è arrivato. Quando arrivo a Milanello mi emoziono ancora”.

    Queste invece le sue parole su Inzaghi e i precedenti allenatori: "Il cambio di allenatore ha fatto bene non solo a me, anche al gruppo, adesso si respira un’aria diversa. Non mi esalto adesso come non mi sono depresso prima. Inzaghi è un maniaco, un vero perfezionista. Lo era da giocatore e lo è anche da tecnico. Nello spogliatoio si fa rispettare: c’è il momento in cui si lavora, e lì Inzaghi non transige, e il momento in cui si può scherzare. C’è una fiducia corrisposta tra noi e lui. Da tanto non si respirava un’aria così a Milanello”.

    Su Clarence Seedorf: "Non gli ho mai chiesto spiegazioni per le esclusioni e gli ho sempre detto le cose in faccia. Pretendo solo rispetto e lealtà. In quei mesi soffrivo perché rischiavo di perdere il Mondiale. È stato un capitolo sfortunato per me e per il Milan. Tuttavia mi ha fatto piacere che Seedorf abbia detto che mi sono sempre comportato da professionista."

    Su Leonardo: "E' stato fondamentale: quell’anno pensavo di fare soltanto il ritiro e poi andare via. Mi voleva la Roma. Leo invece mi impostò da terzino. Lui ha cambiato un po’ la mentalità della società puntando sui giovani."

    Su Allegri "Con lui all’inizio non giocavo, ma dopo il Real non sono più uscito. Con Allegri ho un rapporto di amicizia: è una persona leale, sincera, vera".
    Visto l'inizio di stagione è ovvio che vorrei che rinnovasse ma non so come mai ho la sensazione che sarà solo un caso di questo periodo e c'è ne pentiremo amaramente.

  11. #10
    Senior Member
    Data Registrazione
    Apr 2014
    Messaggi
    10,195
    Citazione Originariamente Scritto da Sanfuka Visualizza Messaggio
    Benissimo direi...un altro scarpone di cui non ci libereremo mai allora....

    Sopravvalutato.

    Ma sopratutto, scarso.
    Scarpone fino all'anno scorso.
    Quest'anno è forse il miglior terzino destro del campionato.

    Inzaghi in questo è riuscito in ciò che Conte aveva fatto a suo tempo.
    Chiellini, Marchisio e Barzagli erano inguardabili con Ferrara e Del Neri.
    E' arrivato Conte e sono cambiati, soprattutto Marchisio.

    La stessa cosa sta capitando ad Abate, così come a Honda, che da uomo che dettava l'ultimo passaggio, nel CSKA e nel Giappone, si è trasformato in goleador di razza.

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.