Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Pagina 4 di 5 PrimaPrima ... 2345 UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 43
  1. #31
    Citazione Originariamente Scritto da Admin Visualizza Messaggio
    Clamorose dichiarazioni di Diego Abatantuono, storico tifoso milanista, a Quotidiano.net:"Guardi che lei ha sbagliato numero. Se cerca un tifoso del Milan qui non lo trova. Da quando non c’è più un presidente ho deciso che tifo Atalanta. Non posso mica tifare una squadra in mano a una banca o un fondo. Non vado in banca con la bandiera. Sottoscrivere l'abbonamento? Neanche per scherzo. Qualche volta sono andato a San Siro negli anni scorsi, quando ancora mi sembrava ci fosse gente che si interessasse, ma adesso non vedo uno stimolo legato al cuore che batte. Vedo interessi di altro tipo. Lei conosce la storia della bolla dei tulipani in Olanda? Ad un certo punto un seme di tulipano valeva come un condominio ad Amsterdam e la gente è rimasta col tulipano in mano. La stessa cosa capiterà per il calcio. Quando c’erano le famiglie importanti, essendo ricche e con possibilità, regalavano alla città e ai loro operai una squadra da tifare. Ci perdevano anche dei soldi. Adesso chiunque vuol comprare tre squadre, perché il business ti impone di fare così. Posso comprare la Roma? No, mi dia il Venezia... Come fosse la mortadella o il salame piccante. Solo che almeno gli altri che fanno questo ci mettono la faccia con qualcuno. Maldini rimasto in questa situazione? Certo, ma prende uno stipendio. Se è per questo è tornato anche Boban, ma sono stati pagati per farlo. Se mi pagano per coinvolgermi in qualcosa ci vado anch’io. Spero che Elliott venda a qualcuno? Non mi auguro niente. Non mi appartiene questo meccanismo. Può arrivare l’italo-americano Bill Quagliarulo o l’arabo possidente che in Italia non arriverà mai. Guardi cosa è successo alla Roma. Se fossi un tifoso giallorosso a me girerebbero le scatole mica da ridere. Anche l'Inter ha una proprietà straniera? Ma ci sono delle facce. Un presidente, un direttore sportivo, un allenatore. E poi mica posso diventare interista, mi scusi. Tifo Atalanta: fanno delle cose e si capisce perché le fanno. Se vivi solo per l’investimento e non per i tifosi non posso essere della tua squadra. Milan in B poi diventato campione d'Europa. Uno spiraglio?
    "Non è quello il punto. Io starei anche in B, il problema non è la caduta. Secondo lei il fondo Elliott soffre perché il Milan non è nelle coppe? Lasci perdere, che lei è giovane. Io nel 1982 avevo già fatto 'Attila. Nessuno spiraglio allora? Ma tanto io tifo Atalanta...".
    Lasciando perdere Abatantuono che a me frega meno di 0, solleva una questione molto rilevante.
    Se la società non investe nella rosa un bacino di tifosi come il nostro fa presto a svuotarsi sia nei numeri che nella voglia di tifare.
    « Quando i gabbiani seguono il peschereccio è perché pensano che verranno gettate in mare delle sardine. »

  2. #32
    Senior Member L'avatar di diavoloINme
    Data Registrazione
    Apr 2016
    Messaggi
    18,781
    Citazione Originariamente Scritto da Admin Visualizza Messaggio
    Clamorose dichiarazioni di Diego Abatantuono, storico tifoso milanista, a Quotidiano.net:"Guardi che lei ha sbagliato numero. Se cerca un tifoso del Milan qui non lo trova. Da quando non c’è più un presidente ho deciso che tifo Atalanta. Non posso mica tifare una squadra in mano a una banca o un fondo. Non vado in banca con la bandiera. Sottoscrivere l'abbonamento? Neanche per scherzo. Qualche volta sono andato a San Siro negli anni scorsi, quando ancora mi sembrava ci fosse gente che si interessasse, ma adesso non vedo uno stimolo legato al cuore che batte. Vedo interessi di altro tipo. Lei conosce la storia della bolla dei tulipani in Olanda? Ad un certo punto un seme di tulipano valeva come un condominio ad Amsterdam e la gente è rimasta col tulipano in mano. La stessa cosa capiterà per il calcio. Quando c’erano le famiglie importanti, essendo ricche e con possibilità, regalavano alla città e ai loro operai una squadra da tifare. Ci perdevano anche dei soldi. Adesso chiunque vuol comprare tre squadre, perché il business ti impone di fare così. Posso comprare la Roma? No, mi dia il Venezia... Come fosse la mortadella o il salame piccante. Solo che almeno gli altri che fanno questo ci mettono la faccia con qualcuno. Maldini rimasto in questa situazione? Certo, ma prende uno stipendio. Se è per questo è tornato anche Boban, ma sono stati pagati per farlo. Se mi pagano per coinvolgermi in qualcosa ci vado anch’io. Spero che Elliott venda a qualcuno? Non mi auguro niente. Non mi appartiene questo meccanismo. Può arrivare l’italo-americano Bill Quagliarulo o l’arabo possidente che in Italia non arriverà mai. Guardi cosa è successo alla Roma. Se fossi un tifoso giallorosso a me girerebbero le scatole mica da ridere. Anche l'Inter ha una proprietà straniera? Ma ci sono delle facce. Un presidente, un direttore sportivo, un allenatore. E poi mica posso diventare interista, mi scusi. Tifo Atalanta: fanno delle cose e si capisce perché le fanno. Se vivi solo per l’investimento e non per i tifosi non posso essere della tua squadra. Milan in B poi diventato campione d'Europa. Uno spiraglio?
    "Non è quello il punto. Io starei anche in B, il problema non è la caduta. Secondo lei il fondo Elliott soffre perché il Milan non è nelle coppe? Lasci perdere, che lei è giovane. Io nel 1982 avevo già fatto 'Attila. Nessuno spiraglio allora? Ma tanto io tifo Atalanta...".
    Le parole circa le proprietà di le capisco e le condivido.
    Trasformando il calcio in azienda hanno fatto fuori i presidenti vecchio stampo(quelli che i soldi li buttavano) per far posto ai ragionieri/speculatori di turno(quelli che i soldi li fanno).
    Il proprietario ideale non è più quello disposto a investire ma colui bravo a gestire un azienda.
    I got guns in my head and they won’t go....

  3. #33
    Senior Member L'avatar di Jackdvmilan
    Data Registrazione
    May 2016
    Messaggi
    6,735
    Citazione Originariamente Scritto da fabri47 Visualizza Messaggio
    Appunto, simili a questi.
    Maledetti petroldollari...una famiglia non ce la può fare...
    "La storia divenne leggenda, la leggenda divenne mito. E per 2500 anni del Milan si perse ogni conoscenza finché, quando si presentò l'occasione esso irretì un nuovo portatore.
    Il Milan pervenne alla creatura Li che lo portò con sé nei profondi cunicoli dei tombini di Hong Kong e lì il Milan lo consumò"

  4. #34
    Citazione Originariamente Scritto da Admin Visualizza Messaggio
    Clamorose dichiarazioni di Diego Abatantuono, storico tifoso milanista, a Quotidiano.net:"Guardi che lei ha sbagliato numero. Se cerca un tifoso del Milan qui non lo trova. Da quando non c’è più un presidente ho deciso che tifo Atalanta. Non posso mica tifare una squadra in mano a una banca o un fondo. Non vado in banca con la bandiera. Sottoscrivere l'abbonamento? Neanche per scherzo. Qualche volta sono andato a San Siro negli anni scorsi, quando ancora mi sembrava ci fosse gente che si interessasse, ma adesso non vedo uno stimolo legato al cuore che batte. Vedo interessi di altro tipo. Lei conosce la storia della bolla dei tulipani in Olanda? Ad un certo punto un seme di tulipano valeva come un condominio ad Amsterdam e la gente è rimasta col tulipano in mano. La stessa cosa capiterà per il calcio. Quando c’erano le famiglie importanti, essendo ricche e con possibilità, regalavano alla città e ai loro operai una squadra da tifare. Ci perdevano anche dei soldi. Adesso chiunque vuol comprare tre squadre, perché il business ti impone di fare così. Posso comprare la Roma? No, mi dia il Venezia... Come fosse la mortadella o il salame piccante. Solo che almeno gli altri che fanno questo ci mettono la faccia con qualcuno. Maldini rimasto in questa situazione? Certo, ma prende uno stipendio. Se è per questo è tornato anche Boban, ma sono stati pagati per farlo. Se mi pagano per coinvolgermi in qualcosa ci vado anch’io. Spero che Elliott venda a qualcuno? Non mi auguro niente. Non mi appartiene questo meccanismo. Può arrivare l’italo-americano Bill Quagliarulo o l’arabo possidente che in Italia non arriverà mai. Guardi cosa è successo alla Roma. Se fossi un tifoso giallorosso a me girerebbero le scatole mica da ridere. Anche l'Inter ha una proprietà straniera? Ma ci sono delle facce. Un presidente, un direttore sportivo, un allenatore. E poi mica posso diventare interista, mi scusi. Tifo Atalanta: fanno delle cose e si capisce perché le fanno. Se vivi solo per l’investimento e non per i tifosi non posso essere della tua squadra. Milan in B poi diventato campione d'Europa. Uno spiraglio?
    "Non è quello il punto. Io starei anche in B, il problema non è la caduta. Secondo lei il fondo Elliott soffre perché il Milan non è nelle coppe? Lasci perdere, che lei è giovane. Io nel 1982 avevo già fatto 'Attila. Nessuno spiraglio allora? Ma tanto io tifo Atalanta...".
    Discorso che va ampiamente scremato dal berlusconismo e dal modo di esprimersi cabarettistico, ma i concetti sono condivisibili.

  5. #35
    Senior Member L'avatar di willcoyote85
    Data Registrazione
    Oct 2018
    Messaggi
    9,277
    ma è una provocazione dai.........

  6. #36
    Senior Member L'avatar di MrPeppez
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Soverato
    Messaggi
    8,892
    Citazione Originariamente Scritto da Admin Visualizza Messaggio
    Clamorose dichiarazioni di Diego Abatantuono, storico tifoso milanista, a Quotidiano.net:"Guardi che lei ha sbagliato numero. Se cerca un tifoso del Milan qui non lo trova. Da quando non c’è più un presidente ho deciso che tifo Atalanta. Non posso mica tifare una squadra in mano a una banca o un fondo. Non vado in banca con la bandiera. Sottoscrivere l'abbonamento? Neanche per scherzo. Qualche volta sono andato a San Siro negli anni scorsi, quando ancora mi sembrava ci fosse gente che si interessasse, ma adesso non vedo uno stimolo legato al cuore che batte. Vedo interessi di altro tipo. Lei conosce la storia della bolla dei tulipani in Olanda? Ad un certo punto un seme di tulipano valeva come un condominio ad Amsterdam e la gente è rimasta col tulipano in mano. La stessa cosa capiterà per il calcio. Quando c’erano le famiglie importanti, essendo ricche e con possibilità, regalavano alla città e ai loro operai una squadra da tifare. Ci perdevano anche dei soldi. Adesso chiunque vuol comprare tre squadre, perché il business ti impone di fare così. Posso comprare la Roma? No, mi dia il Venezia... Come fosse la mortadella o il salame piccante. Solo che almeno gli altri che fanno questo ci mettono la faccia con qualcuno. Maldini rimasto in questa situazione? Certo, ma prende uno stipendio. Se è per questo è tornato anche Boban, ma sono stati pagati per farlo. Se mi pagano per coinvolgermi in qualcosa ci vado anch’io. Spero che Elliott venda a qualcuno? Non mi auguro niente. Non mi appartiene questo meccanismo. Può arrivare l’italo-americano Bill Quagliarulo o l’arabo possidente che in Italia non arriverà mai. Guardi cosa è successo alla Roma. Se fossi un tifoso giallorosso a me girerebbero le scatole mica da ridere. Anche l'Inter ha una proprietà straniera? Ma ci sono delle facce. Un presidente, un direttore sportivo, un allenatore. E poi mica posso diventare interista, mi scusi. Tifo Atalanta: fanno delle cose e si capisce perché le fanno. Se vivi solo per l’investimento e non per i tifosi non posso essere della tua squadra. Milan in B poi diventato campione d'Europa. Uno spiraglio?
    "Non è quello il punto. Io starei anche in B, il problema non è la caduta. Secondo lei il fondo Elliott soffre perché il Milan non è nelle coppe? Lasci perdere, che lei è giovane. Io nel 1982 avevo già fatto 'Attila. Nessuno spiraglio allora? Ma tanto io tifo Atalanta...".
    Pagliaccio sul viale del fallimento.

  7. #37
    Sono parole da tifoso deluso, è ovvio che abbia lanciato una provocazione. Però non condivido la sua posizione, guarda a un passato che non esiste più. Bisogna essere realisti in questo momento.

  8. #38
    90 minuti di applausi. Sono cresciuto tifando questi colori. M sto disaffezionando sempre di più, e non venite a raccontarmi la favola del vero tifoso che non abbandona la sua squadra. Questa non è la MIA squadra

  9. #39
    Senior Member L'avatar di Butcher
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    6,622
    Ragione da vendere. Sinceramente sono del tutto disinteressato.

  10. #40
    Junior Member L'avatar di Comic Sans
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    484
    È solo deluso per i risultati, come tutti. Se la Banca-Milan fosse in champions e la squadra-vera Atalanta fuori dall'Europa non direbbe così.
    I tifosi vogliono giocatori e risultati. Questa cosa del "proprietario senza cuore" è una scusa: non vi/ci sta bene il fatto che Singer non butti i suoi miliardi sul mercato, punto.
    Ci sta la rabbia, sono arrabbiato anche io, ma non venite a dirmi che è una questione di cuore... è una questione di soldi, anche e soprattutto per i tifosi.

    Vogliamo uno che butti cifre assurde e irrazionali per farci contenti. Altro che "non sventolo la bandiera in banca"... non facciamone una questione di principio, su.

Pagina 4 di 5 PrimaPrima ... 2345 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.



P. Iva 03003620600